Rassegna Jazz, Andrea Pellegrini (tastiere), Laura Piunti (voce) e le più belle canzoni italiane per il gran finale ad Antignano

Dischi & Live, Livorno

Ultimo appuntamento con la Rassegna Jazz dove il pianista Andrea Pellegrini si esibisce con altri musicisti e cantanti offrendo dei concerti, ogni volta originali, sulla splendida terrazza, incorniciata dalla pineta e con vista panoramica sul mare, del Ristorante Il Mestolo, via del Littorale, 220, ad Antignano, all’interno del campeggio Miramare. Sabato 8 settembre 2018, alle ore 21.00, concerto del Duo Andrea Pellegrini e Laura Piunti in Le canzoni italiane … quelle belle!
Il Duo, Laura Piunti, voce e Andrea Pellegrini, tastiere, interpreterà le più belle canzoni italiane scritte o interpretate da Luigi Tenco, Mina, Fabio Concato, Nada, Sergio Caputo, Gino Paoli proposte con arrangiamenti jazz di Andrea Pellegrini.

Prenotazione obbligatoria per cena à la carte con concerto jazz al numero 328 0751126. Parcheggio gratuito fino a esaurimento posti.

Laura Piunti (foto sopra il titolo) inizia a cantare all’età di 15 anni ispirata dalle grandi voci italiane degli anni ’60. Concentrandosi da subito sullo studio della tecnica vocale, frequenta varie scuole musicali fra le quali la ModernAcademy di Scandicci e la Scuola G.Bonamici di Pisa. Si perfeziona inseguito seguendo master class con Franco Fussi, Alejandro Saorin Martinez (Estill Voice Craft), Nick Becattini (Pistoia Blues Clinics). Ha partecipato a diversi programmi Rai e Mediaset (Vagabondo Creativo, Buona Domenica, Maurizio Costanzo Show…). Ha collaborato con artisti come Carlo Bernini (direttore artistico di Andrea Bocelli), Nick Becattini (Pistoia Blues Festival) e con la cantautrice Grazia di Michele la quale ha composto due canzoni per Laura incise poi con gli arrangiamenti del grande Lucio Fabbri.

Pelle Piunti

Andrea Pellegrini (foto  sinistra) Discendente dalla genealogia di musicisti Pellegrini – Vianesi, diplomato in Jazz con lode, il suo stile “poliedrico e eclettico” (Musica Jazz) attinge a stili diversi con influenze Third Stream. Ha suonato in tutta Italia e Olanda, Inghilterra, Lituania, Latvia, Rep.
Slovacca, Danimarca, Austria, Francia, Svizzera, Germania, Finlandia, Australia, USA e Canada in 30 anni di attività. Molti musicisti di oggi sono stati suoi allievi: Giulio Carmassi (Pat Metheny Quintet), Tommaso Novi (Gatti Mezzi), Motta (Francesco Motta), Mattia Donati
ecc. E’ docente presso l’Istituto Mascagni di Livorno e il Conservatorio Cherubini di Firenze.
Ha pubblicato un centinaio di interviste, recensioni e due libri (Livorno dalla musica americana al Jazz, con Maurizio Mini, Erasmo 2013, e Mirabolanti avventure dei un jazzista, Erasmo 2014). Il suo ultimo CD su Piero Ciampi ha ricevuto il premio speciale della giuria al Premio Ciampi 2016, consegnato da Gianfranco Reverberi.

Lascia un commento