Quando la telefonia mobile non funziona: il caso Nibbiaia al centro di un incontro in Regione

Dare risposte alle aree della Toscana nelle quali il segnale della fonia mobile è assente o debolissimo e dove la banda ultra larga non è arrivata. Questo è un obbiettivo al quale la Regione vuol lavorare partendo dalla valorizzazione del punto di vista dei territori da rappresentare al livello centrale con criticità reali di connettività e dati organizzati e geo-referenziati. Ecco perché  la Regione ha deciso di avviare una puntuale ricognizione di queste aree, per meglio programmare gli interventi necessari a colmare questo divario tra aree servite e non servite. Così, in collaborazione con Anci Toscana ha promosso, fino al prossimo 31 gennaio 2022, una mappatura che interesserà tutti i Comuni toscani.
La frazione di Nibbiaia è una delle zone della Regione in cui il segnale della telefonia mobile è scarsamente diffuso e perciò nella mattinata del 22 dicembre 2021 si è svolto un incontro tra la Regione Toscana e il Comune di Rosignano Marittimo per analizzare la situazione e vedere come risolvere il problema di rete.
“Questa indagine – ha affermato durante l’incontro l’assessore regionale Stefano Ciuoffo – rientra nelle nostre iniziative per il superamento del digital-divide. Il nostro è un tentativo di sondare sotto più punti di vista le casistiche del territorio sull’assenza e l’inadeguatezza delle connessioni. È già previsto che Ministero dello Sviluppo Economico e Infratel facciano per proprio conto richiesta agli operatori telefonici su quali aree intenderanno investire nei prossimi 3 anni. Tuttavia noi, insieme a Anci, intendiamo aggiungere a quanto diranno gli operatori telefonici la voce dei territori. Indicheremo quindi quali siano le urgenze relative all’assenza di rete fissa o di copertura di segnale mobile. Il sindaco Donati è impegnato in prima linea per quelle frazioni che ancora oggi prive di segnale, così come molti suoi colleghi, con questa azione regionale contiamo di far emergere le istanze della Toscana diffusa”.
Insieme all’Assessore Stefano Ciuoffo e al sindaco di Rosignano Daniele Donati erano presenti anche il Consigliere regionale Francesco Gazzetti e l’assessore Vincenzo Brogi.
“Questi momenti di confronto – ha aggiunto Donati – sono importanti perché consentono alla Regione di avere un quadro generale della situazione e poter aprire un dialogo costruttivo con gli operatori telefonici, andando a coprire anche quelle zone che, altrimenti, rimarrebbero più isolate. Temi importanti e molto sentiti come emerso anche recentemente durante l’iniziativa promossa dal Pd alla quale abbiamo partecipato insieme a Francesco Gazzetti ed al Presidente della Commissione Aree Interne del Consiglio Regionale Marco Niccolai. Ecco perché siamo fiduciosi e rimaniamo in attesa di novità dalla Regione”.

Lascia un commento