Preziosa 2017 per connettere la tradizione e l’oreficeria contemporanea. A Firenze mostre e molto altro (anche un contest). Con fotogallery

Arte

Preziosa 2017, Florence Jewellery Week, per connettere mondi, ovvero dialogo e confronto tra tradizione e oreficeria contemporanea. L’appuntamento, grazie a Lao – Le Arti Orafe Jewellery School, va in scena a Firenze fino al 28 maggio con un ricco programma di mostre, workshop, conferenze, incontri, dimostrazioni dal vivo. Nella giornata di giovedì 24 maggio ci sono state tre inaugurazioni dell’evento: alla Galleria Botticelli, alla Galleria di Palazzo Coveri e al Museo Bellini (nella foto sopra il titolo collana di P. Erikssson).

Importanti i nomi nomi dell’oreficeria contemporanea presenti a Firenze, come Robert Baines, Sibylle Umlauf, Arata Fuchi, Tasso Mattar e Danni Schwaag, curatori, galleristi e critici, tra cui Inger Wästberg, Martina Dempf, Maria Cristina Bergesio, Roberta Bernabei, Maria Laura La Mantia, David Loepp, Shruti Agrawal. Ospite d’onore sarà Petra Hölscher, Curator Die Neue Sammlung, The Design Museum at Pinakothek der Moderne di Monaco di Baviera, prestigiosa pinacoteca che ospita la più importante collezione al mondo dedicata al gioiello contemporaneo, che parteciperà a tutti gli incontri e terrà un intervento conclusivo.

“Da oltre trent’anni Le Arti Orafe Jewellery School è impegnata nella promozione della ricerca contemporanea nell’ambito dell’oreficeria: una forma di espressione artistica autonoma, che trova le sue radici nella tradizione artigianale e nel design, in grado di interpretare i cambiamenti del costume e delle tendenze, così come delle esigenze degli acquirenti finali – sottolinea Giò Carbone, fondatore e direttore di Lao, curatore di preziosa – La ricerca artistica, l’artigianato, le nuove tecnologie, la sperimentazione di nuovi materiali e le attività industriali sono aspetti strettamente connessi e interdipendenti, da sempre fondamentali nella crescita di Lao, che attraverso l’organizzazione di Preziosa Florence Jewellery Week li riunisce con la volontà di offrire spazio a tutte le forme di creatività in modo da farle conoscere ad un pubblico sempre più vasto”.

Al Museo Bellini saranno esposte le opere di artisti europei, giapponesi e australiani:

– Mostre personali di Arata Fuchi, Robert Baines, Sibylle Umlauf;

– La mostra iNÁCARME! An obsession by mother of pearl di Tasso Mattar e Danni Schwaag, con opere realizzate in madreperla. A cura di Tasso Mattar

– Jwahr, New Iranian & Persian jewelry, una selezione di lavori di giovani artisti della Aria Gallery di Teheran da cui emergono vari aspetti della stratificata cultura iraniana, tra cui le sfide della vita urbana contemporanea, gli stili artistici delle grandi dinastie e il mistero che si conserva nel cuore della poesia persiana. A cura di Kevin Murray,

Alla Galleria di Palazzo Coveri si terrà la mostra Preziosa Young 2017

Creazioni dei giovani talenti Fang Jin Yeh, Qian Wang, Shachar Cohen, Xiaodai Huang, vincitori del concorso internazionale e rappresentanti di una nuova generazione di artisti che hanno saputo impiegare nuove tecnologie e materiali insoliti per rivitalizzare la tradizione orafa dei loro Paesi, dando vita a gioielli inconsueti in cui prevalgono l’ispirazione alla natura e all’arcaico linguaggio dei totem.

La Galleria Botticelli ospiterà New approaches to an enduring tradition

A cura di Inger Wästberg, con opere di argenteria del gruppo svedese LOD Metallformgivning formato da Erik Tidäng, Lena Jerström, Tobias Birgersson, Klara Eriksson, Petronella Eriksson, Pernilla Sylwan, Maki Okamoto.

Nella Sala Capitolare della Basilica di Santo Spirito sono previsti incontri e conferenze.

Protagonisti storici del gioiello e curatori, come Maria Cristina Bergesio (Alice nel mondo del gioiello contemporaneo), Roberta Bernabei (Integrating traditional and high-tech goldsmithing techniques in wearables and jewellery that aid wellbeing), Maria Laura La Mantia (La luna il cielo e l’alte stelle. Una piccola digressione sull’uso dei simboli celesti in forma di oggetto o di gemma nella gioielleria sette-ottocentesca), Inger Wästberg (Transformation), Shruti Agrawal (Body adornments, body paintings. Permanent and semi-permanent markings), Kevin Murray (Global art jewellery), David Loepp (Replica sperimentale di un perla in oro granulato da una antica tomba in Oman) o dagli stessi artisti ospiti di PREZIOSA 2017 Florence Jewellery Week: Robert Baines (Jewellery on the high wire), Martina Dempf (Jewellery and wood – An artistic challenge), Tasso Mattar (Jewelry inspired by nature).

Infine OmA, Osservatorio Mestieri d’Arte, Firenze, terrà la presentazione della quarta edizione del Contest “OmA 2040”.

In programma anche seminari di approfondimento nella sede di LAO di Via dei Serragli 104 tenuti da Tasso Mattar (Enjoying organic material), Kevin Murray (Promise object) Robert Baines (Post graduate discussion seminar) e Martina Dempf (Touch wood).

La giornata di domenica 28 maggio, sarà dedicata ai rappresentanti dell’eccellenza artistica della città che metteranno in mostra le loro abilità negli spazi e nei laboratori di LAO, nel Complesso degli Artigianelli, con dimostrazioni dal vivo alla riscoperta degli antichi saperi e una nuova consapevolezza della manualità: i maestri Giuseppe Casale e Filippo Vinattieri daranno dimostrazioni di incisione a bulino; Marco Paci realizzerà lavori in mosaico fiorentino; Francesco Pinzauti e i suoi assistenti mostreranno come si incassano le pietre su un gioiello; Luigi Barato realizzerà oggetti di grandi dimensioni con le tecniche della formatura e della forgiatura anticlastica, Monica Amato eseguirà il taglio di gemme; e Antonio Spitaletta l’incisione di cammei. Il famoso cestinaio Giotto Scaramelli realizzerà originali cestini, mentre il madonnaro Tommaso Brogini realizzerà una delle sue opere dal vivo.
Nei laboratori di CFC Firenze ci saranno lavorazioni dal vivo di Mosaico fiorentino al buio e scagliola, e l’Atelier degli Artigianelli daranno vita a laboratori di restauro della carta. Inoltre, si terranno i laboratori di agricoltura e giardinaggio per bambini “Orto in cassetta”, tenuti da Associazione Paesaggi e Giardini in collaborazione con “Orto Bioattivo”.

Sabato 27 maggio nella Chiesa di San Felice in Piazza dalle 19.00 si terrà il concerto “Lieder Um Liebe” di Johannes Martin Kränzle (2016), 10 canzoni d’amore su testi di Bertold Brecht che saranno eseguite dal soprano Nicola Beller Carbone e dal quartetto d’archi “Carlo Cavalieri” composto da Claudio Cavalieri (primo violino), Riccardo Cavalieri (viola), Massimo Merone (secondo violino), Michele Lanzini (violoncello).

Programma aggiornato su www.preziosa.org

Mostre, 25-28 maggio, gio-sab 11.00/19.00 e dom 14.00/18.00 Museo Bellini, Lungarno Soderini 5,
Galleria di Palazzo Coveri, Lungarno Guicciardini 19,
Galleria Botticelli, Via Maggio 39 – Firenze

CONTEST PER GIOVANI ARTIGIANI

Continua il progetto venti>quaranta che OmA dedica alle nuove generazioni dell’artigianato artistico, ai giovani (tra i 20 e 40 anni) che credono nella propria creatività e scelgono di portare avanti le tradizioni attraverso i mestieri manuali. Dal 2011 il progetto ha raccolto storie e seguito percorsi in evoluzione, creando una rete virtuale e tandem creativi che si sono alimentati e sviluppati in nuove esperienze. Per sostenere ed incentivare ulteriormente le professionalità dei suoi protagonisti, OmA venti>quaranta indice la IV edizione dell’omonimo contest, uno strumento concreto pensato per promuovere “buone idee” inerenti allo sviluppo professionale e alla crescita aziendale.

Dopo aver premiato, nelle precedenti edizioni, i progetti di giovani artigiani relativi alla promozione aziendale, al marketing pubblicitario e alla rivalutazione del prodotto, in occasione dell’edizione 2017 di Preziosa, Florence Jewellery Week (evento firmato Le Arti Orafe dedicato al mondo dell’oreficeria, alla ricerca artistica, all’artigianato e al design), OmA mette in palio due consistenti riconoscimenti. Per il primo classificato, l’Osservatorio si farà carico dei costi di realizzazione del miglior progetto di impresa per un massimo di € 5.000 (iva inclusa). Inoltre, per questa edizione, importante la collaborazione con Euroteam Progetti, l’organismo intermediario per il programma Erasmus imprenditori che garantirà al secondo classificato un percorso guidato di consulenza aziendale nei settori di marketing e comunicazione e strategia economico-finanziaria.

Per partecipare al contest è richiesta l’iscrizione al progetto venti>quaranta e l’invio di un progetto professionale dettagliato (modalità di partecipazione su osservatoriomestieridarte.it).
L’iscrizione e la partecipazione al contest (scaricabili da sabato 27 maggio) sono gratuite, i progetti dovranno pervenire entro e non oltre venerdì 29 settembre 2017 alle ore 24.00, giorno di conclusione del concorso. Ogni candidatura verrà valutata da un’apposita commissione che decreterà i due vincitori che verranno resi noti entro il mese di ottobre 2017.

Lascia un commento