Premio_Arti

Premio delle Arti al Conservatorio Mascagni di Livorno: il 26 e 27 ottobre le semifinali e finali. E c’è anche il concerto del Quintetto d’Ottoni e Percussioni (con strumentisti dell’ORT del Maggio) che suonano Piazzolla e Morricone

Livorno, Musica

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, Miur, ha designato a suo tempo il Conservatorio livornese come sede della XIV edizione del Premio Nazionale delle Arti, per la sezione “Strumenti a fiato – Ottoni. Così, sabato 26 ottobre 2019, alle 10:00, e domenica 27 ottobre, alle 11:00, nell’Auditorium Cesare Chiti del Mascagni, si tengono le fasi semifinali e finali del Premio, al cui vincitore sarà attribuito un premio di 1.000,00€ oltre all’opportunità di esibirsi in concerto in una delle stagioni musicali, curate dalla scuola livornese.

L’impegno di svolgimento delle fasi del Premio delle Arti si arricchisce, sabato 26 alle 21:00 nell’Auditorium Chiti del concerto del Quintetto d’Ottoni e Percussioni della Toscana, un ensemble davvero originale di strumentisti ad ottone e percussioni, che ricoprono tutti il ruolo di prime parti nell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e nell’ORT- Orchestra Regionale Toscana con un programma dal titolo “Piazzolla & Morricone…compositori in eterno”.

Del grande bandoneista e compositore argentino, Astor Piazzolla, si eseguono pezzi famosissimi: Violentango, Meditango, Undertango, Tristango, Novitango, Libertango.

Di Ennio Morricone, il Quintetto interpreta un medely – miscuglio – dal titolo di Morricone 70, cui seguono splendide musiche per il cinema, quali Mission, Malena, Nuovo Cinema Paradiso, La leggenda del pianista sull’oceano, per concludere con un altro medley, Il West per Morricone.

Il Quintetto d’Ottoni e Percussioni della Toscana vede Donato De Sena – cui si debbono gli arrangiamenti dei brani per questo organico – e Luca Betti alle trombe, Paolo Faggi al corno, Antonio Sicoli al trombone, Riccardo Tarlini alla tuba, e alle percussioni Simone Bruschi.

Una vera occasione di ascoltare un ensemble originale e una rara offerta musicale.

Il concerto del Quintetto d’Ottoni e Percussioni della Toscana è a ingresso libero.

 

Lascia un commento