Il pollo alla cacciatora secondo “La locandiera” di Goldoni e tanti altri “Menu letterari”

In cantina e in cucina

Venerdi 13 gennaio 2017 dalle 19 alla Scuola Lorenzo dé Medici al primo piano del Mercato Centrale di Firenze, due ore e mezzo di lezione con lo chef Alessandro Bartolomei per il secondo appuntamento di Libri in Tavola, un viaggio alla scoperta della tradizione gastronomica italiana attraverso le ricette presenti in alcune delle più celebri opere letterarie.

Si riparte da “La Locandiera” di Carlo Goldoni per imparare a preparare la ricetta del pollo alla cacciatora, un piatto della tradizione toscana diventato un classico della cucina italiana. Scritta nel 1753, la commedia è l’emblema del teatro innovativo di Goldoni, che modifica gli schemi tipici della commedia dell’arte e in cui anche il cibo entra in scena, passando da ornamento marginale ad elemento onnipresente della trama, fondamentale per rappresentare la società, le persone e le dinamiche che stanno alla base dei rapporti umani. Mirandolina, seducente fiorentina proprietaria di una locanda e protagonista della commedia, cercherà di far innamorare il misogino e altezzoso Cavaliere di Ripafratta anche con il suo ottimo “Pollastro in salsa”.

È questa una delle numerose ricette raccontate nel libro “Menù letterari” di Cèline Girard (Franco Cesati Editore), presentato per l’occasione dalla editor Silvia Columbano: un originale viaggio letterario alla scoperta dei piatti che fanno da “contorno” a molti libri di famosi scrittori, con curiosità e descrizione fedele di ogni ricetta, racchiusi in un unico volume, che al termine dell’incontro sarà regalato ad ogni partecipante.

Lascia un commento