PITTI UOMO. Il 12 gennaio apertura del formato digitale su Pitti Connect dell’edizione numero 99 (autunno-inverno 2021/2022). Inaugurazione con uno streaming di Brunello Cucinelli. Poi Herno (il 13), Kiton (il 14) e Lardini (il 21)

Firenze, Moda e Artigianato

“Martedì prossimo apriremo il formato digitale della 99esima edizione di Pitti Uomo – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – che resterà online sino a fine marzo, grazie anche al prezioso appoggio che Agenzia Ice e Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ci hanno confermato. Al tempo stesso stiamo tenendo aperta l’opzione fisica (ma sarebbe meglio chiamarla ibrida, viste le possibilità offerte in parallelo dalla dimensione digitale per ampliare la copertura mediatica, approfondire i contenuti, rafforzare l’impatto promozionale e commerciale) dal 21 al 23 febbraio, in attesa delle disposizioni in materia di fiere del prossimo DPCM, previsto per la fine della prossima settimana. Siamo pronti su entrambi i fronti, consapevoli della situazione e orgogliosi delle circa 250 aziende che ci hanno dato fiducia in questa temperie e vogliono lavorare con noi”.

Herno Library

 

“In questa edizione Pitti Uomo sarà articolato in tre macro aree – sottolinea Agostino Poletto, direttore generale – per dare rappresentanza al mondo classico-contemporaneo (Fantastic Classic), lo sportswear e l’outdoor (Dynamic Attitude) e la ricerca (SuperStyling). Il baricentro di questa edizione è giocoforza italiano – sottolinea Agostino Poletto – e siamo felici dell’impegno profuso da un gruppo molto qualificato di campioni nazionali per animare il salone con live streaming, eventi speciali e una costante comunicazione. Ma voglio ringraziare quegli espositori esteri che, nonostante le difficoltà, hanno deciso di partecipare: alla scena estera dedicheremo i Pitti Olympics, un progetto online che valorizza una serie di interessanti brand selezionati per paese”.

“La piattaforma Pitti Connect è molto rinnovata rispetto alla scorsa estate – conclude Poletto – le nuove funzionalità sono state pensate e realizzate per le necessità delle aziende nel rapporto con i compratori. Il principio è dare ai nostri espositori l’opportunità di rilasciare più contenuti durante il periodo in cui saranno online”.

Lardini

Gli eventi speciali in live streaming:

_ Martedì 12 gennaio, alle ore 10.00

BRUNELLO CUCINELLI da Solomeo (Foto sopra il titolo: il borgo umbro)

Presentazione collezione autunno-inverno 2021-2022

Brunello Cucinelli, uno dei marchi di riferimento di Pitti Uomo e campione del menswear italiano riconosciuto a livello globale, inaugura il salone digitale e presenta in anteprima la nuova collezione autunno-inverno 2021 con un esclusivo evento direttamente dal borgo di Solomeo, sede dell’azienda.

_ Mercoledì 13 gennaio, alle ore 10.30

HERNO @ PITTI UOMO 99

Claudio Marenzi racconta in diretta dallo show room di Milano il prossimo AW 21-22 per le collezioni Herno e Laminar. Focus su Herno Globe, etichetta dedicata ai prodotti green del marchio, con la partecipazione speciale di Oscar Farinetti in linea da Torino, dove da poco si è inaugurato il primo Green Retail park – GREEN PEA – in cui è presente la collezione Herno.

_ Giovedì 14 gennaio, alle ore 14.30

Kiton

KITON da Napoli

Kiton rinnova il lungo rapporto di stima e affetto con Pitti e lo fa nel modo più autentico che conosce: in diretta apre al pubblico le porte dell’atelier di Napoli condividendo la missione di essere il brand di elezione per sofisticati intenditori di ogni generazione, restando fedele alla tradizione con l’anima costantemente proiettata sull’innovazione. 

_ Giovedì 21 gennaio, alle ore 10.30

LARDINI da Filottrano

Presentazione della collezione Lardini Autunno-Inverno 2021-2022

LIFE IN THE WOODS: la collezione Lardini Autunno-Inverno 2021 vuole essere un invito a ricercare un rapporto intimo con la natura, e allo stesso tempo ritrovare sé stessi. Un tour sorprendente, guidato dalla famiglia degli imprenditori marchigiani, attraverso gli spazi produttivi della sede. 

E ancora tra i progetti speciali digitali:

_ TEN C

Focus sulla nuova collezione del brand di outerwear di fascia alta di proprietà di Fgf industry, con uno speciale contenuto editoriale che anticipa l’installazione multimediale che lo renderà protagonista al salone. Per la stagione Fall/Winter 21 la parola d’ordine è OJJ, Original Japanese Jersey! 

_ “C.P. Company Cinquanta”

C.P. Company sceglie Pitti Uomo come piattaforma per il lancio di “C.P. Company Cinquanta”, un progetto volto a celebrare cinque decadi di storia del brand italiano, attraverso un intenso programma di collaborazioni, attività dedicate alle community ed omaggi alla storia dello sportswear.

_ Gli “Exhibitors Spotlight”

Online dalla prossima settimana anche il nuovo format editoriale di Pitti Uomo che presenta una selezione di marchi di riferimento che partecipano a questa edizione, presentando le loro nuove collezioni e i progetti speciali su cui stanno lavorando.

L’impegno e la ricerca sulla sostenibilità

Hirofumi Kurino

_ Special Project: SUSTAINABLE STYLE #2

Seconda tappa per Sustainable Style, il progetto curato dalla fashion editor e independent scouter Giorgia Cantarini lanciato la scorsa estate. Con Sustainable Style Pitti Immagine conferma l’impegno a promuovere in maniera concreta una moda menswear responsabile, ospitando e valorizzando una selezione dei più interessanti designer da tutto il mondo, che coniugano ecosostenibilità, etica produttiva, estetica, stile e business. Ecco i protagonisti di questa edizione: DNI, Flavialarocca, KIDSOFBROKENFUTURE, Kseniaschnaider, Luca Kemkes, Myar, Nous Etudions, Philip Huang, RÆBURN, Reamerei, Uniforme, Vitelli, Yatay, Young n Sang.

Il 14 gennaio verrà inoltre annunciato il vincitore del PremioREDA x Sustainable Style”, scelto tra i protagonisti dell’edizione della scorsa estate, che ha avuto la possibilità di produrre una capsule collection per Rewoolution, il marchio activewear di Reda Group.

_ EFI – ETHICAL FASHION INITIATIVE: protagonista la nuova creatività africana

Pitti Uomo torna a promuovere anche i giovani creativi dall’Africa selezionati da Ethical Fashion Initiative, il programma dell’International Trade Center, un’agenzia a mandato congiunto con le Nazioni Unite e l’Organizzazione mondiale del commercio, che dal 2013 è impegnata a promuovere la moda africana e dai paesi emergenti sulla scena mondiale. Ecco i nomi: Jiamini (Kenya), Lukhanyo Mdingi (Sud Africa), Margaux Wong (Burundi), WUMAN (Nigeria).

Internazionalità: tra player del settore e voci creative  

_ Buyers Select

Dopo il successo dell’edizione estiva, si conferma l’appuntamento con Buyers Select, il format editoriale che vede i top buyers internazionali stilare la propria selezione delle scoperte più interessanti fatte navigando tra le collezioni di Pitti Uomo 99.

_ Pitti Olympics

Un nuovo progetto speciale online dedicato a una serie di paesi di riferimento per Pitti Uomo, che vuole valorizzare i migliori brand che ne caratterizzano la scena creativa, tra moda e lifestyle, e superare così le distanze imposte dall’emergenza sanitaria.

_ Reset. Rolf Ekroth AW XXI

Il designer finlandese Rolf Ekroth – laureato all’Università di Aalto e già finalista al Festival della moda di Hyères 2016 – torna a presentarsi a Pitti Uomo con una collezione green ispirata ai film horror anni 80 e alle tradizioni contadine nordiche, realizzata utilizzando per la prima volta il Bio2®Textile, nuovo tessuto sviluppato dalla società energetica finlandese Fortum con gli scarti agricoli della paglia.

_ Polimoda Duets con Iris van Herpen 

Il 14 gennaio, Polimoda presenta sulla piattaforma Pitti Connect una conversazione con Iris van Herpen, la stilista olandese che ha ridefinito il rapporto tra artigianalità, couture e tecnologia. La conversazione è condotta dal direttore creativo di StyleZeitgeist magazine Eugene Rabkin.

La nuova geografia di questo Pitti Uomo e alcuni dei brand protagonisti:

A questa edizione il percorso tra le collezioni di Pitti Uomo si articola in tre macro aree, che delimitano i confini delle varie identità del menswear contemporaneo e dei suoi protagonisti:

Fantastic Classic

Un viaggio attraverso le evoluzioni del menswear di alto profilo: dalla rilettura del tailoring secondo una formula che guarda oltre il formale, alla proposta crossover dei prodotti lifestyle.
Tra i brand protagonisti ci sono nomi come: A.Testoni, Alessandro Gherardi, Briglia 1949, Gabriele Pasini, Gran Sasso, Heinz Bauer Manufakt, Invertere, L’Impermeabile, Mabrun, Marco Pescarolo Napoli, Paul&Shark, Phil Petter, Roberto Collina, Schneiders, Stefano Ricci, Stetson, Stewart, Tatras, Tombolini, Xacus.

Dynamic Attitude

Il territorio aperto al mondo urban e alle sue urgenze stilistiche, che che connette i modi della vita metropolitana all’outfit degli sport autentici, dando spazio ai laboratori creativi più vivaci
Tra i brand protagonisti: 24Bottles, Ben Sherman, Bikkembergs, Closed, Colmar Originals, Invicta, Karl Lagerfeld, Mc2 Saint Barth, Museum The Original, Saint James, Save the Duck, Voile Blanche.

Superstyling

Brand sperimentali e innovativi dalla cifra internazionale, che alimentano la ricerca stilistica e la proiettano in avanti anticipando le tendenze.
Tra i brand protagonisti ci sono nomi come: Ahirain, Armor Lux, Arys, Barbed, Brandblack, Drm, Flower Mountain, G.R.P., Harris Wharf London, L. F. Lidfort, Ma’Ry’Ya, Mantidy, Olow, oqLiq, RUN OF Runarchy Attitude, Superduper Hats, Transit Uomo, Unfeigned, Unimatic, Vintage&Republic.

Lascia un commento