Pietrasanta, il progetto della prima edizione del “Giardino degli Antichi Agrumi” in agenda (pandemia permettendo) dal 29 maggio al 2 giugno fra il Chiostro di S. Agostino e i giardini internet dei palazzi cittadini. Un focus su limoni, aranci, cedri, pompelmi e antichi cultivar

In cantina e in cucina, Versilia

Il profumo di limoni, arance, cedri, pompelmi e degli antichi cultivar autoctoni invadereà il centro storico di Pietrasanta per la prima edizione del “Giardino degli Antichi Agrumi” tra esposizioni, laboratori ed incontri su salute, benessere ed aromi. Gli spazi del centro storico si trasformeranno in un agrumeto.

Il calendario degli eventi promossi dal Comune pietrasantino, in costante potenziamento per volontà dell’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti, si arricchisce di un’altra interessantissima novità che, Covid permettendo, dovrebbe tenersi dal 29 maggio al 2 giugno 2021 tra Chiostro di S. Agostino e giardini interni dei palazzi cittadini.

Dopo il successo di MielArt, la mostra mercato incentrata sulle api e sul miele e Mastrod’Olio curata dall’Accademia Mastrod’Olio, Pietrasanta punta su tipicità ed identità agroalimentare per esaltare il legame con la storia cittadina, con le aziende agricole e con la crescente passione dei consumatori per la qualità dei prodotti agroalimentari e per una filosofia di vita sempre più green. La giunta municipale ha approvato, nell’ultima seduta, la proposta dell’associazione culturale “Garden Club Versilia Apuania” che partendo dal limone cedrato di Pietrasanta punta a valorizzare le antiche cultivar di agrumi autoctone. “Diversifichiamo e rafforziamo il calendario con iniziative di qualità che premiano ed esaltano l’identità del nostro territorio. – spiega il primo cittadino, Giovannetti – Questo genere di eventi piacciono, intercettano un pubblico di appassionati e non solo, e valorizza le nostre produzioni locali dando spazio alle imprese agricole. Molto dipenderà dalla pandemia ma noi vogliamo essere pronti a partire appena sarà possibile”.

Lascia un commento