“Pianoforte romantico” con Daniel Rivera. Nuovo concerto del Livorno Music Festival alla Villa del Presidente

Livorno

Per il Livorno Music Festival giovedì 31 agosto 2017 (alle ore 21), appuntamento con un concerto nella suggestiva sala della Villa del Presidente (via Marradi) dal titolo “Pianoforte romantico”. Protagonisti saranno Daniel Rivera al pianoforte (foto sopra il titolo), il Quartetto Hyde (archi), Piero Horvarth al contrabbasso (foto in basso) e i Giovani Talenti del Livorno Music Festival:

Edoardo Mancini, pianoforte
Jacopo Mai, pianoforte
Valentina Chirico, soprano
Chiara Carretti, clarinetto

Daniel Rivera nel settembre 2006 riceve dal Consiglio Municipale della città di Rosario (sua città natale), durante la sua tournèe in Argentina, il titolo di “Artista distinguido e Ambasciatore della Musica” per la attività artistica nazionale e internazionale. Nel 2005 ha festeggiato i 30 anni di carriera ricevendo il premio “Tasto d’argento”, premio istituito dal Festival Pianistico Internazionale “Echos” e riservato a pianisti che si sono distinti nel panorama concertistico internazionale. Nasce nel 1952 in una famiglia di musicisti: la madre soprano, il padre Hector, pianista e compositore e sua zia Alicia, pianista, lo hanno avvicinato in tenera età allo studio del pianoforte. Giunge in Italia nel 1973 con una borsa di studio ottenuta con il Primo Premio “Scaramuzza” organizzato dal Fondo Nazionale delle Arti ed il Mozarteum Argentino. A Buenos Aires ha seguito una master class tenuta dal M° Lorenzi. Dopo aver conseguito il Diploma italiano al Conservatorio Cherubini di Firenze, con 10 lode e menzione d’onore, compie studi di perfezionamento con Specchi a Firenze e con Hoffman a Monaco di Baviera. Partecipa a concorsi internazionali ottenendo due secondi e tre primi premi assoluti e numerose menzioni speciali. La critica lo definisce “interprete lisztiano per eccellenza”. Ha suonato nei maggiori teatri italiani ed esteri tra cui: Teatro Colon di Buenos Aires, Sala Philarmonia di Kiev, Queen Elizabeth Hall di Londra, Park Musik Hall di Dallas, Musikverein di Vienna ed altri. Il suo repertorio comprende più di 50 concerti per pianoforte e orchestra, eseguiti in tournée con orchestre italiane ed estere. Primo pianista in Italia ad eseguire dal vivo la serie completa degli Studi trascendentali di Liszt, dopo Carlo Vidusso, che ha poi inciso con la Irco Cosentino di Buenos Aires insieme ad altri cd con importanti parafrasi e trascrizioni lisztiane. Attualmente è Direttore Artistico del Concorso Internazionale Premio “Franz Liszt” di Grottamare. Insegna all’Istituto “Mascagni” di Livorno dove è docente titolare di una cattedra di pianoforte principale e dei bienni specialistici.Pietro Horvath

Il Quartetto Hyde (Matilde Urbani, Annachiara Hitz, Anna Avilia, Duccio Dalpiaz) si costituisce e studia nella classe di Edoardo Rosadini alla Scuola di Musica di Fiesole dal 2014. Si differenzia da altri ensemble cameristici per la sua intensità e forza interpretativa. Il quartetto ha partecipato a varie masterclass di musica da camera tra cui il “Livorno Music Festival”, “IMOC: International Music Masterclasses Chianciano”, ed ha preso parte ad importanti festival quali il Festival Internazionale di Musica da Camera “Cervo is Magic” e “Fonte Bertusi Spring Music Week” . L’ensemble è stato protagonista di numerosi concerti, partecipando alla stagione concertistica degli Amici della Musica di Modena, dei “Fiori Musicali” del Centro Studi Musica e Arte di Firenze, si è inoltre esibito all’inaugurazione della riapertura dello storico Teatro Niccolini di Firenze con l’attore Paolo Poli. È risultato inoltre vincitore della borsa di studio 2016 della Scuola di Musica di Fiesole come miglior quartetto. I giovanissimi componenti del quartetto sono impegnati anche in altre formazioni cameristiche e nell’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, dove hanno il ruolo di prime parti.
Pietro Horvath nasce nel 1987 e inizia lo studio della musica sotto la guida del padre violinista. Nel 1998 entra nella classe di violoncello del M° Filippo Burchietti alla Scuola di Musica di Fiesole dove finirà gli studi nel 2010. Subito dopo si trasferisce a Londra per frequentare il biennio di violoncello alla Royal Accademy of Music sotto la guida di Mats Lidstrom. Tornato in Italia decide di intraprendere anche lo studio del contrabbasso e frequenta il triennio nella classe di Alessandro Giachi alla Scuola di Musica di Fiesole laureandosi nell’aprile 2017. Attualmente collabora con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Camerata Strumentale di Prato, l’Orchestra da Camera Fiorentina e insegna violoncello e quartetto d’archi presso la Scuola di Musica di Fiesole.

IL PROGRAMMA DEL CONCERTO

SCHUMANN-LISZT Widmung per pianoforte
BRAHMS “Therese” op.86/1 per voce e pianoforte
BRAHMS “Da unten im Tale” op.97 per voce e pianoforte
BRAHMS “Sandmännchen” WoO 31 n.4 per voce e pianoforte
SCHUMANN Primo mov. dalla Fantasia per pianoforte op.17
SCHUMANN Fantasiestücke per clarinetto e pianoforte op.73
CHOPIN Concerto n.2 in Fa minore per pianoforte e orchestra op.21 nella versione per pianoforte e quintetto d’archi

Il Livorno Music Festival è realizzato in compartecipazione con il Comune di Livorno e Scorpio Pubblicità, con il contributo di Fondazione Livorno e Regione Toscana.

BIGLIETTI: 12 € Intero;
10 € Ridotto (Over 65, Soci Ordinari Amici Della Musica);
8 € Ridotto (5 – 16 anni, Soci Benemeriti Amici Della Musica);
Gratuito (bambini fino a 5 anni);
La biglietteria apre alle ore 19;30 nel luogo del concerto

Lascia un commento