ara-768×576

Palio Special Olimpics: a Livorno la sfida degli atleti con disabilità psicofisiche a bordo delle gozzette a 4 remi

Livorno

Sarà una due giorni all’insegna dello sport e del divertimento nel segno delle gare remiere quella in programma a Livorno. Sabato 21 e domenica 22 aprile 2018 nello specchio d’acqua antistante gli scali Novi Lena si svolgerà infatti il Palio Special Olimpics organizzato dall’Associazione Sportlandia e dal Comitato Organizzatore del Palio Marinaro con il supporto del Comune di Livorno e di tanti soggetti del territorio (ph. Gare Remiere – Città di Livorno).

Le gare coinvolgeranno atleti “speciali” con disabilità di tipo psicofisico che si sfideranno sabato 21 aprile sui gozzi a 4 remi del Palio Marinaro con batterie di qualificazione, semifinali e finali e, domenica 22 aprile, sui remoergometri installati per l’occasione a Porta a Mare.

Tanti gli atleti Special in gara che arriveranno anche da fuori Livorno. Ci saranno infatti team provenienti da Torino, Sarzana, La Spezia, Firenze, S. Miniato, Roma. Ad accoglierli, a partire dalle ore 9.30, gli alunni delle dodici classi elementari che hanno preso parte al progetto “Un mare d’amare”, organizzato dall’associazione Guide Labroniche, dal Comitato Palio Marinaro e dalla Coppa Barontini.
Gli atleti Special sfileranno lungo le “cantine” degli scali Novi Lena per andare a prendere posto sulle rispettive barche. Alle ore 10 scenderanno in acqua i ragazzi delle scuole superiori livornesi che hanno partecipato al progetto di avvicinamento alle gare remiere e che saranno subito premiati; quindi, sarà la volta degli atleti diversamente abili che si sfideranno lungo un percorso lineare, con un giro di boa e ritorno, nello specchio d’acqua antistante gli scali Novi Lena. Una volta concluse le batterie, si svolgeranno le semifinali e le finali al termine delle quali non sarà proclamato alcun vincitore, perchè tutti riceveranno una medaglia d’oro per l’impegno e la partecipazione, all’insegna del vero spirito sportivo.
“Lo sport rende tutti uguali – ha dichiarato l’assessore allo sport Andrea Morini – questo evento è la più viva dimostrazione di come la diversità di fatto esista solo negli occhi di chi la vede. Ringrazio tutti gli atleti, gli organizzatori e quanti hanno dato il loro contributo per la realizzazione di questa festa nel segno dello sport e della condivisione. Un ringraziamento particolare al Comitato organizzatore del Palio per il lavoro di avvicinamento delle scuole alle gare remiere che sono il simbolo stesso della città e della sua storia”. Alle gare sarà presente anche una rappresentativa di Vigili del Fuoco.

Cambio di location invece per la giornata di domenica 22, quando le gare si sposteranno a Porta a Mare dove saranno installati alcuni remoergometri sui quali saliranno gli atleti per dimostrare le proprie abilità anche a terra. A conclusione della due giorni, saranno consegnati quattro premi: il premio “Unico Marconcini”, il premio di benemerenza per il volontario che si è maggiormente distinto per la sua attività, che andrà a Marino Vivaldi, il premio in ricordo di Gianni Picchi, il giornalista sportivo livornese scomparso pochi anni che ha a lungo raccontato le gare remiere, che sarà assegnato al giornalista Gianni Tacchi, e il premio Gino De Martino, conosciuto da tutti come “Falanga” (custode della cantina del Palio Marinaro sugli Scali d’Azeglio), che andrà al comandante Busdraghi della Capitaneria di Porto. Nella giornata di domenica in piazza Mazzini, davanti all’area di Porta a Mare, sarà allestito un gazebo di Avis per promuovere la donazione di sangue.

Lascia un commento