OTTO MARZO / 1. A Firenze un itinerario dedicato alle donne di casa Medici (con la musica di Roberta Castelli). A Popiglio “Io, tu e le altre” (con le voci di Chiara Riondino e Claudia Tellini)

Da non perdere, Firenze, Pistoia

FIRENZE / L’8 MARZO UN ITINERARIO DEDICATO ALLE DONNE DI CASA MEDICI

Domenica 8 marzo 2020, in occasione della festa delle donne, il Museo di Palazzo Vecchio e MUS.E propongono un itinerario di visita dedicato alle donne di casa Medici – da Margherita d’Austria a Eleonora di Toledo, da Caterina Medici a Bianca Cappello – e all’intreccio fra musica e arte per rivivere atmosfere e sonorità della residenza ducale di metà Cinquecento.

1-7

Nelle stanze della consorte di Cosimo I, la duchessa Eleonora di Toledo, risuoneranno alcune musiche spagnole cinquecentesche, opera del compositore Diego Ortiz, che la Duchessa stessa avrebbe potuto ascoltare. In questi ambienti, così come in tanti altri, la musica giocava infatti un ruolo fondamentale, scandendo impegni e svaghi della famiglia e dell’intera corte.

Sorto in età medievale come sede del governo cittadino, Palazzo Vecchio diventa dal 1540 abitazione della famiglia Medici per volere di Cosimo I, che vi si insedia insieme a tutta la corte. I decenni successivi sono segnati da profondi interventi di rinnovamento e ampliamento, finalizzati a rispondere alle nuove esigenze funzionali e rappresentative dell’edificio: agli spazi pubblici, icone della politica cosimiana, si accompagnano così luoghi privati e ambienti più intimi, scanditi dalla quotidianità della vita di corte. Esemplari in questo senso le stanze della consorte di Cosimo, la duchessa Eleonora di Toledo, dove agli adempimenti pubblici si affiancano occupazioni e intrattenimenti privati.

Palazzo Vecchio_1_014

Il percorso guidato e l’esecuzione musicale sono a cura di Roberta Castelli, mediatore culturale MUS.E.La partecipazione, gratuita per tutti, è su prenotazione (055-2768224, info@muse.comune.fi.it): due le fasce orarie tra cui poter scegliere, h10 e h11.30.

Roberta Castelli inizia gli studi musicali fin da bambina; nel 2017 si diploma in viola da gamba presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, sotto la guida di Paolo Biordi. Ha tenuto concerti in diversi contesti in Italia con gruppi musicali di musica rinascimentale e barocca di cui fa parte e con cui collabora. Tra questi, Zefiro e la Musica, L’Arco Sonoro ed Etruria Barocca. Nel 2013 consegue la laurea magistrale in Storia dell’Arte Medievale presso l’Università di Firenze e nel 2016, sempre nello stesso ateneo, si diploma presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici. 

Per informazioni e prenotazioni – MUS.E  / Tel. +39 055 2768224 / e.mail: info@muse.comune.fi.itwww.musefirenze.it

POPIGLIO / L’8 MARZO AL TEATRO MASCAGNI CON “IO, TU E LE ALTRE”

iO TU E LE ALTRE-35×50–

In occasione della Festa della Donna, domenica 8 marzo 2020 (ore 21), per la stagione del Mascagni di Popiglio, il teatro incrocia musica e poesia nello spettacolo Io, tu e le altre, un percorso di sguardi sulle donne, donne comuni e donne speciali, che ne hanno incarnato il ruolo chiave, tra forza e fragilità, firmato da un quartetto di artisti di spessore con le voci di Chiara Riondino e Claudia Tellini, affiancate dalla chitarra di Maurizio Geri e dal contrabbasso di Nicola Vernuccio.

Dalla mondina all’operaia Vincenzina, alla casalinga vittima di violenza, alla donna di strada, alla combattente di Kobane, all’adolescente che si guarda nello specchio preda delle proprie fantasie e attese, toccando personaggi reali e simbolici, fino alle donne speciali e famose, dall’astronoma Henrietta Swan Lewitt, alla cantante e ricercatrice Caterina Bueno, all’uragano Piaf, all’attivista poetessa Alfonsina Storni, o a Beatrice di Pian degli Ontani, poetessa pastora.

Tanti ritratti per capire meglio il mondo della donna e per comprendere quante occasioni abbia perduto l’umanità di puntare anche su di lei, come si è fatto con l’uomo. L’uomo,antagonista o complice, amato o detestato, stimato o temuto, con il quale la donna condivide la sua avventura nel mondo.

La stagione del Teatro Mascagni di Popiglio, promossa e realizzata dall’Associazione Teatrale Pistoiese con i Comuni di Abetone Cutigliano,  San Marcello Piteglio con il sostegno di Regione Toscana e Unicoop Montagna Pistoiese, proseguirà poi con il divertente Shakespeareology, concept e regia di Sotterraneo, con Woody Neri nei ‘panni’ del drammaturgo inglese (sabato 21 marzo).

  • Prevendita biglietti in corso alla Biblioteca Comunale “Bellucci” di San Marcello Pistoiese (0573/621289), o presso Unicoop Montagna Pistoiese (ore 10-13) il giorno 6 marzo.
  • Per informazioni: 0573/621289 (Biblioteca Comunale “Bellucci” di San Marcello Pistoiese), 0573/991609-27112 (Associazione Teatrale Pistoiese) o sul sito www.teatridipistoia.it

 

Lascia un commento