“Opera al Lago”, nella Tenuta Bellavista Insuese serata di musica e lirica con focus su Mascagni e Ravel. Saranno premiate le cantanti Valentina Boi e Sonia Ganassi

Livorno, Musica

Una serata speciale, nella quiete della campagna, dove si diffonderanno note musicali immortali. Ecco infatti la terza edizione del format estivo “Opera al Lago” inserito all’interno del Festival Mascagni d’Estate di Collesalvetti ed organizzato dalla Scuola di Musica Clara Schumann in collaborazione con Community News e il Comune di Collesalvetti. In programma venerdì 17 agosto con inizio alle ore 21,15, nella stupenda cornice del Lago Alberto, all’interno della Tenuta Bellavista Insuese di Guasticce, un concerto lirico sinfonico da non perdere con ospiti d’eccezione. Da segnalare che la Tenuta Bellavista Insuese è stata teatro un mese fa, di una indimenticabile Cavalleria rusticana tenutasi all’Alba, con un incredibile afflusso di pubblico nonostante l’orario proibitivo.

Si rinnova quindi l’appuntamento con la bella musica, e di bella musica ce ne sarà davvero da apprezzare, visto il variegato programma che prevede il “Bolero” di Maurice Ravel, monumentale opera di inizio novecento le cui storiche coreografie e le decine di colonne sonore di famosi film ne hanno decretato un planetario successo tale da farlo divenire una delle composizioni più famose al mondo.

Il programma proseguirà con l’accattivante ed emozionante Adagio dal Concerto de Aranjuez di Joaquin Rodrigo eseguito dalla chitarra solista di Fabio De Lorenzo, giovanissimo musicista genovese, diplomato al Conservatorio Boccherini di Lucca.

La prima parte, dedicata interamente alla Spagna, chiuderà con un estratto dalle Suites 1 e 2 da Carmen di Bizet, con i noti balletti inseriti nell’opera del compositore francese che non ebbe modo di vederne il successo a causa della prematura morte avvenuta proprio dopo gli infelici debutti dell’opera stessa. La suite prevederà per l’occasione la presenza del coro di voci bianche “I cantori di Burlamacco” diretti da Susanna Altemura.

Spazio alla lirica nella seconda parte della serata al cui interno, oltre alla esecuzione di brani sinfonici di opere mascagnane, in cui si cimenterà l’Orchestra del Festival di San Gimignano diretta dal Maestro Mario Menicagli, si svolgeranno due premiazioni.

Il “Premio Dino Formichini” assegnato al soprano livornese Valentina Boi, giovane promessa della lirica che ha già calcato il palcoscenico di teatri importanti come il Carlo Felice di Genova, il Lirico di Cagliari e, soprattutto, ultimamente, il Teatro alla Scala di Milano. La targa sarà consegnata dalla famiglia Formichini che metterà a disposizione anche una borsa di studio per i partecipanti alla quinta edizione del format “Open Opera”, in programma al teatro di Collesalvetti nella prossima stagione.

Momento “clou” della serata sarà il Premio “Mascagni d’Estate” alla carriera a Sonia Ganassi, uno dei più celebri mezzosoprano del mondo, che ha interpretato recentemente il ruolo di Santuzza al Teatro Massimo di Palermo dopo averlo debuttato nella scorsa stagione in Germania. Innumerevoli le partecipazioni di Sonia Ganassi a Festival e Stagioni liriche di livello internazionale, in tutti i teatri del mondo con successo di pubblico e di critica che ne hanno decretato il ruolo di stella del firmamento lirico da molti anni.

La serata è a ingresso libero, ma i posti a sedere limitati, duecento, ne consigliano la prenotazione al numero 342 5451912 o all’email scuoladimusica@claraschumann.com

Possibilità di cenare prima o dopo il concerto presso la struttura adiacente al Lago Alberto.

Lascia un commento