Non solo show luminosi e videomapping: Alex Zanardi e 200 studenti ospiti di F-Light Firenze (con fotogallery)

Firenze, Focus

Il Firenze Light Festival ogni anno prova a non limitarsi agli spettacoli luminosi e ai videomapping, ma offre anche visite guidate speciali, laboratori educativi e incontri. È in questo ambito che il sindaco Nardella e il campione Alex Zanardi hanno affrontato il tema di questa edizione di F-Light, “Frontiere”. Nel Salone dei Cinquecento, moderati dalla giornalista Erika Calvani, il sindaco e Alex Zanardi hanno incontrato le scuole fiorentine. Tanti i temi toccati: dai record di velocità da superare agli ostacoli da rimuovere, dalle difficoltà – ordinarie o straordinarie che siano – da affrontare, passando per il coraggio necessario per affrontare nuove sfide. Frontiere, come ricordato appunto nel titolo dell’incontro, “da abbattere”.

Il pilota e campione paralimpico di Handbike ha risposto alle domande di alcuni giovani tra gli oltre 200 presenti, raccontando alcuni retroscena della propria carriera e lasciando qualche pillola per il futuro: “tornerò presto a correre in pista”, ha affermato Zanardi, “ho svolto dei test che sono andati molto bene. E un altro obiettivo, se la salute mi assisterà, è quello di poter partecipare con la handbike a Tokyo 2020”.
Zanardi si è soffermato anche su Obiettivo 3, un progetto che mira a coinvolgere atleti disabili nel mondo dello sport, pensato per fornire sostegno a quanti vogliono avvicinarsi alla pratica sportiva. O3 ha base anche a Firenze, con Sport No limitis Unità Spinale Firenze che è parte integrante del progetto. Il nome del progetto rivela la missione di Zanardi: riuscire a coinvolgere atleti disabili e avvicinarli allo sport.

Il programma completo di F-light è sul sito www.flightfirenze.it

Lascia un commento