Nobile di Montepulciano, tre etichette Riserva di Carpineto in anteprima a Opera Wine (e nella carta dello chef Saporito della Leggenda dei Frati)

In cantina e in cucina, Siena

Carpineto sarà l’unica etichetta a rappresentare il Nobile di Montepulciano a Opera Wine, anteprima esclusiva di Vinitaly dedicata solo alle migliori 100 aziende italiane.E a proposito di Nobile è da segnalare che Carpineto entra con tre annate (2010, 2011 e 2012) di Vino Nobile Montepulciano Riserva nella Carta dei Vini della Leggenda dei Frati di Filippo Saporito, una stella Michelin, a Villa Bardini, sui colli di Firenze. Bottiglie presenti consecutivamente nella lista dei migliori 100 vini al mondo di Wine Spectator, a testimonianza della costanza degli standard qualitativi d’eccellenza della produzione di Carpineto, unica azienda peraltro a produrlo solo in versione Riserva. Vini con i quali Carpineto ha portato il Nobile come unico esemplare nel gotha del vino e per il quale sarà presente tra un mese esatto – come accennato – ad Opera Wine anteprima esclusiva di Vinitaly a Palazzo della Gran Guardia a Verona.

“Un vino fine, elegante ed armonioso dai seducenti aromi di ciliegio dolce, cuoio, spezie e sottobosco, con un accenno di quercia sul finale che suggerisce che ha ancora il tempo di evolvere” scrive Wine Spectator. E’ stato Filippo Saporito stesso, da poco insignito della stella Michelin, a volerlo in carta, con tre annate diverse e sceglierlo in abbinamento ad una cucina impregnata nella cultura gastronomica del territorio. Suggestivo l’abbinamento con la Terrina di fegatini e il suo creme caramel, Pan de’ Santi perfetto quello con i Cappellacci alle tre carni, sugo d’arrosto, grana padano “taglio sartoriale 24 mesi”.

 

Last but not least, un’altra piccola notizia, si berrà Carpineto in esclusiva al rinfresco ad inviti con Walter Veltroni il 24 marzo sera sera al Teatro della Pergola in occasione della prima nazionale di “Ciao” di Walter Veltroni con Massimo Ghini e Francesco Bonomo.

Lascia un commento