Mozart, Donizetti, Verdi e Puccini: una serata a Villa Trossi con Serena Farnocchia. Con lei il tenore Didier Pieri e il pianista Paolo Raffo

Concerti e Lirica, Livorno

Serata da star a Villa Trossi dove venerdì 18 agosto 2017 alle ore 21.30 si esibisce il soprano Serena Farnocchia. La cantante versiliese, ormai famosa in tutto il mondo, è reduce da un vibrante successo conseguito a Sydney nel Requiem, si misurerà, con il marito Paolo Raffo al pianoforte, in un florilegio di arie del suo repertorio, composto in massima parte da opere di Mozart, Donizetti, Verdi e Puccini. Farnocchia DSC_0205okSerena Farnocchia (nella foto a lato e in alto sopra il titolo con il marito Paolo Raffo alla fine di un concerto), infatti che debuttò a Livorno in un concerto nel 1995 e nel 2002 fu a Collesalvetti la prima interprete della mascagnana “Pinotta”, è stata applaudita in tutto il mondo come eccelsa interprete delle “Nozze di Figaro” e di “Don Giovanni”, di “Anna Bolena”, “Lucrezia Borgia” e “Maria Stuarda”, di “Don Carlos”, “Luisa Miller” e “Otello”, così come di “Madama Butterfly” e “Turandot”. Recentemente è stata “Manon Lescaut” a Roma sotto la direzione di Riccardo Muti e prossimamente, a Lucca, debutterà in un’opera alla quale Serena, da versiliese e toscana com’è, tiene moltissimo, ovvero “Wally” di Alfredo Catalani.Didier Pieri IMG_2985

Accanto a lei nello svolgimento della serata il giovane tenore livornese Didier Pieri (nella foto a destra) che nell’anno teatrale appena trascorso si è messo in luce cantando su palcoscenici molto qualificati come il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Verdi di Pisa, il Giglio di Lucca ed il Teatro Goldoni di Livorno. Didier Pieri, che ancora segue gli insegnamenti di M.me Yva Barthélémy a Parigi, farà ascoltare l’impegnativa aria di Ottavio Il mio tesoro intanto dal “Don Giovanni” di Mozart, Una furtiva lacrima dall’Elisir d’Amore, Ah non credevi tu dalla Mignon di Amboise Thomas, A’ Vucchella di Francesco Paolo Tosti e Gabriele d’Annunzio e la difficile aria M’apparì dalla “Martha” di Flotow.

Serena Farnocchia, celebre in tutto il mondo come interprete mozartiana (e a questo proposito indimenticabile l’interpretazione dell’aria “Ch’io miscordi di te” proprio a Villa Trossi lo scorso anno), farà ascoltare l’aria di Donna Elvira Mi tradì quell’alma ingrata da “Don Giovanni”, Com’è bello quale incanto, autentica aria di bravura dalla “Lucrezia Borgia” di Donizetti, l’aria di Micaela dal terzo atto di “Carmen” e la bellissima aria Ebben ne andrò lontana proprio da “La Wally” di Alfredo Catalani. Sfarzosa serata di musica durante la quale Paolo Raffo eseguirà inoltre l’intermezzo da Manon Lescaut. Il programma, in omaggio a Livorno ed a Mascagni, sarà concluso con l’esecuzione del celebre “duetto delle ciliegie” dall’Amico Fritz. La serata è dedicata a Daniela Dessì ad un anno dalla scomparsa.
Ingresso 12 euro, info e prenotazioni 3393422139 – 3473433609

Lascia un commento