Monti Livornesi – isola di biodiversità, è nato il “Sistema delle aree protette”. Ha un’estensione di 3.078 ettari nei Comuni di Livorno, Rosignano e Collesalvetti. L’approvazione in Consiglio regionale

Focus, Livorno

REGIONE TOSCANA / E’ nato il “Sistema delle aree protette dei Monti livornesi – isola di biodiversità”. Il Consiglio regionale ha approvato la proposta formulata dalla giunta regionale per la costituzione della nuova realtà.

Composto da una riserva naturale regionale con un’estensione complessiva di 3078 ettari, dei quali 1337 tutelati a riserva e 1741 di aree contigue, e da un sito natura 2000 (SIC) di circa 5618 ettari, il Sistema comprende anche il sito natura 2000 Calafuria, con un’area a terra di circa 477 ettari e un’area a mare di 185 ettari.

“Esprimo la mia soddisfazione per essere riusciti a istituire la riserva e i SIC entro questa legislatura come avevamo promesso – ha detto l’assessore Federica Fratoni – . Abbiamo rispettato l’obiettivo che ci eravamo posti all’inizio di questo importante percorso partecipato e condiviso con tutti i soggetti interessati che ringrazio per il lavoro svolto e la collaborazione. E’ il risultato di un iter avviato a suo tempo con il parco provinciale e che oggi consolida gli strumenti di salvaguardia delle aree naturali e soprattutto la loro valorizzazione.

Il percorso era partito dalla sottoscrizione di protocollo d’intesa a maggio 2018 tra la Regione, la Provincia di Livorno e i tre Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo e ha visto una successiva fase partecipativa di condivisione con i territori con l’obiettivo principale di garantire le tutele ambientali e l’unitarietà del sistema.
La nuova riserva regionale, infatti, costituita da tre aree distinte situate nei tre diversi comuni, si sovrappone a un ampio sito natura 2000 che collega le aree anche sul piano ecologico funzionale fornendo una visione unitaria degli elementi del patrimonio naturalistico ambientale regionale.

Lascia un commento