Il mondo dei bambini al centro del “Piccolo Sipario”, rassegna di teatro in scena dal 26 novembre (con fotogallery)

Pistoia Capitale 2017

Dopo “Infanzia e città”, animata dalle performance della Compagnia Colla, di Virgilio Sieni e di Bustric, l’Associazione Teatrale Pistoiese torna a mettere al centro il mondo dei bambini nell’anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura con la nuova edizione di “Piccolo Sipario”, la rassegna di teatro per le scuole e il pubblico delle famiglie, promossa al Piccolo Teatro Mauro Bolognini con il Comune di Pistoia, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Regione Toscana, MiBACT ed il sostegno importante di Unicoop Firenze.

Un cartellone di 7 appuntamenti (per un totale di 15 recite, di cui 10 per le scuole e 5, alla domenica, per le famiglie) in programma dal 26 novembre al 9 aprile, che ospita compagnie altamente qualificate e, in parte, attive non solo sul fronte del teatro per l’infanzia (Pupi di Stac, Sotterraneo, Gogmagog, Giallo Mare Minimal Teatro, Teatro dell’Archivolto, Cantieri Teatrali Koreja, Factory Compagnia Transadriatica) e che sarà arricchito da due laboratori domenicali a cura dell’Associazione Orecchio Acerbo. Quale anteprima della rassegna, l’incontro “Storie, fiabe e leggende vanno a teatro. Conversazione con istruzioni per l’uso!” a cura della psicologa e psicoterapeuta infantile Manuela Trinci, aperto a docenti e famiglie. La rassegna è realizzata anche con il contributo di due aziende del territorio, Città del Sole di Pistoia, da vari anni a fianco di “Piccolo Sipario” e Gelateria Monterosa, partner anche della stagione teatrale del Manzoni.

“Per l’Associazione Teatrale Pistoiese – commenta Rodolfo Sacchettini, presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese – l’infanzia è una priorità. Il teatro ha bisogno degli occhi e dell’energia dei bambini, per crescere e per migliorarsi. Perché il teatro e il gioco infantile parlano la stessa lingua: quella del ‘facciamo come se…’, dei misteri, delle risate gioiose. Ma siamo convinti che anche i bambini hanno bisogno del teatro. Perché il buon teatro diverte e fa pensare, racconta storie ed educa ai sentimenti, mette al centro il corpo e allena l’attenzione. E tutto questo lo si fa assieme e non da soli”. Un’alleanza che il teatro torna a proporre al mondo delle scuole e alle famiglie e che ruota attorno all’idea di offerta teatrale di qualità in grado di oltrepassare le generazioni ed entrare in sintonia con i più piccoli. Molte le adesioni già ricevute dalle scuole, per una programmazione che può anche offrire l’occasione di mettere “Il Teatro sotto l’albero”, con un’idea-regalo natalizia da condividere in famiglia. “Piccolo Sipario” riparte dunque dal variegato e affascinante mondo della fiaba (in primis, Andersen, con due titoli che a lui si ispirano) e della letteratura, da Collodi a Verne (già attraversato dalle varie proposte di “Infanzia e città”), riletto qui con sensibilità contemporanea nei lavori delle sette compagnie in scena che intrecciano, nelle loro peculiari esperienze, vari linguaggi artistici: dal teatro alla musica, dalla danza alle nuove frontiere della computer-grafica.

L’apertura è affidata alla ‘storica’ compagnia di burattini di Firenze, Pupi di Stac, fondata da Laura Poli e Carlo Staccioli e diretta dal figlio Enrico Spinelli, con Le avventure di Pinocchio, dall’impianto scenico di grande impatto, con ben due baracche per burattini (‘pupi’ in legno intagliato, alti 60 cm che hanno, unici nella tradizione italiana, figura intera), arricchita da una struttura-schermo per le ombre e scenografie su palco (26 novembre 2017, ore 16.30; 27 novembre, ore 10 – fascia d’età: 4/10 anni).

Dopo il grande successo della “Special edition Mabellini” nello scorso giugno alla Villa e nel Parco di Scornio per il “Pistoia Teatro Festival”, la Compagnia Sotterraneo ripropone Il giro del mondo in 80 giorni – Kids, coprodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese: una pirotecnica messinscena del celeberrimo romanzo di Jules Verne, con due narratori, un tabellone in forma di planisfero e un dj che sonorizza l’intero spettacolo, allestito quale storygame teatrale e in grado di coinvolgere il pubblico, con l’ironia e l’intelligenza caratteristica del gruppo, in un mirabolante viaggio attraverso i continenti, conservando il sapore esotico e avvincente di questo ‘classico’ della letteratura (10 dicembre 2017, ore 16,30; 11,12 e 13 dicembre, ore 10 – fascia d’età: 9/14 anni).

Nata da una leggenda popolare tedesca (ma nota in molte versioni dall’Ottocento ad oggi, grazie a figure come Robert Browning, Goethe, i fratelli Grimm, Brecht e Michael Ende), è la celebre fiaba Il Pifferaio Magico che Rosanna Gay e Tommaso Taddei di Gogmagog (in coproduzione con Giallo Mare Minimal Teatro) portano in scena in modo divertente, nei panni di due strampalate e clownesche figure, trasformando il testo in un invito all’ascolto, alla condivisione dei sentimenti e alla comprensione della musica, anche attraverso la ricca colonna sonora sinfonica dello spettacolo, registrata con la partecipazione dell’Orchestra “Verdi” di Milano (14 gennaio 2018, ore 16,30; 15 gennaio, ore 10 – fascia d’età 4/11 anni).

Primo titolo in omaggio a H.C. Andersen con lo spettacolo di Giallo Mare Minimal Teatro (una delle realtà italiane antesignane nell’uso drammaturgico e scenico delle nuove tecnologie di riproduzione del suono e della computer-grafica), La regina delle nevi – battaglia finale di Renzo Boldrini e Michelangelo Campanale (che cura anche la regia), interpretato da Alice Bachi: nella fiaba, quale ‘specchio incantato’, si innesta la storia della piccola Margherita, affascinata dalla lettura della fiaba e chiamata anch’essa ad affrontare numerose prove perché i suoi desideri si avverino (30 e 31 gennaio 2018, ore 10 – fascia d’età: 7/11 anni).

Dalla storia dell’arte alle arie del melodramma, dalla danza al teatro di figura e all’antica tecnica giapponese del ”Bunraku”, Operastracci o dell’educazione sentimentale proposto da Cantieri Teatrali Koreja è uno spettacolo sui sentimenti, un tentativo per raccontare il naturale rapporto con le emozioni e con il corpo che cambia nel complesso viaggio della crescita: nello spazio scenico simile a un ring, la montagna di stracci, grazie agli attori (Anna Chiara Ingrosso, Emanuele Pisicchio, Fabio Zullino, diretti da Enzo Toma), diventa veli, palloni e bambole/marionette per raccontare i sentimenti di due ragazzi e il mistero dei legami e degli affetti (20 e 21 marzo 2018, ore 10 – fascia d’età 9/14 anni).

“Non bisogna nascondere le cicatrici della vita, perché possono e devono diventare invece il nostro tesoro”: da qui parte l’invito all’integrazione e al superamento delle barriere che Factory Compagnia Transadriatrica/Tir Danza fa ne Il diario del brutto anattrocolo, attingendo al linguaggio del teatro e della danza e rileggendo il ’classico’ di Andersen con spirito innovativo e lontano dagli stereotipi, in linea con lavori precedenti come Cenerentola e La Bisbetica domata: un viaggio di formazione che porterà il piccolo anattroccolo a diventare cigno, superando i traumi della nascita, del rifiuto della famiglia e l’incontro con un mondo ostile, dove imperano bullismo e guerra (8 aprile 2018, ore 16,30; 9 aprile, ore 10 – fascia età: 6/14 anni).

Per festeggiare nel 2015 i quarant’anni della Pimpa, la celebre cagnolina ‘a pois rossi’ nata dalla penna di Francesco Tullio Altan (che dai fumetti ai dvd ha divertito intere generazioni di giovanissimi), il Teatro dell’Archivolto di Genova ha celebrato il lungo sodalizio con l’artista con lo spettacolo L’Armandone della Pimpa (foto sopra il titolo), scritto, diretto e interpretato da Giorgio Scaramuzzino, in cui la Pimpa, adeguandosi ai tempi, si materializza e dialoga con il suo eterno amico direttamente dall’Africa e attraverso … Skype! (18 febbraio 2018, ore 16.30)

In occasione de Le avventure di Pinocchio (26 novembre) e Il pifferaio magico (14 gennaio), l’Associazione Orecchio Acerbo terrà, alle ore 15, due laboratori gratuiti (massimo 20 bambini – prenotazione obbligatoria 0573 9991609 – 27112).

Invariati anche quest’anno i prezzi degli spettacoli: 6 euro per le recite scolastiche, 7 euro per le pomeridiane. La prevendita per gli spettacoli della domenica è aperta alla Biglietteria del Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112 e sul sito www.teatridipistoia.it

Prenotazioni scuole: 0573 991607 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30

Lascia un commento