moby

Moby Prince 26 anni dopo: si cerca ancora la verità. Lunedì 10 aprile a Livorno le cerimonie in ricordo delle vittime. La locandina di un gruppo di studenti

Livorno

10 aprile 1991 – 10 aprile 2017. Sono passati 26 anni, i familiari cercano ancora la verità. Lunedì 10 aprile si svolgeranno a Livorno le cerimonie commemorative per ricordare la tragedia del traghetto Moby Prince sul quale, 2.7 miglia a sud dell’imboccatura della diga della Vegliaia del porto, persero la vita 140 persone. Poco prima delle 22.30, quella tragica sera di tanti anni fa, il traghetto – diretto a Olbia – andò a sbattere a poppa a dritta contro la petroliera Agip Abruzzo che si trovava alla fonda. L’unità della Navarma fu avvolta prima dal petrolio e poi dalle fiamme. Come di consuetudine, nell’arco della giornata del 10 aprile, si svolgeranno numerosi appuntamenti promossi dalla Regione Toscana, dal Comune di Livorno, dalla Provincia di Livorno e dall’Associazione familiari delle vittime del Moby Prince. Le iniziative sono state presentate a Palazzo comunale dove sono intervenuti l’assessore alla Cultura Francesco Belais e il presidente dell’Associazione 140 Vittime del Moby Prince, Loris Rispoli. Proprio in questi giorni, a Cagliari, è stata invece inaugurata una piazza (pratza) dedicata alle Vittime del Moby, presenti – fra gli altri – il senatore Lai presidente della Commissione del Senato che sta conducendo una nuova indagine sul disastro (avrà tempo fino a dicembre 2017) e Luchino Chessa, uno dei figli del comandante del Moby Prince.

Quest’anno, fra gli altri, hanno svolto un approfondimento sul disastro e sui ventisei anni dalla tragedia, anche alcuni studenti dell’istituto Colombo di Livorno (guidati dai professori Colzi e Rossetti), alcuni dei quali (classe di grafica) hanno poi realizzato (nella foto) una locandina per una campagna di sensibilizzazione giovanile sulla tragedia.

Questo il programma del 10 aprile 2017 a Livorno

ore 11 – Fortezza Nuova: deposizione della corona presso il Monumento in ricordo delle vittime e inaugurazione del Giardino della Memoria.
ore 12 – Cattedrale: funzione religiosa presieduta dal vescovo di Livorno
ore 15 – Palazzo Civico, Sala Consiliare: saluto del sindaco alle autorità e ai familiari delle vittime
ore 17 – Corteo da Piazza del Municipio al Porto (percorso: viale Avvalorati, piazza della Repubblica, via Grande, Porto Mediceo)
ore 17.45 – Andana degli Anelli: deposizione del cuscino di rose del Presidente della Repubblica e corona di alloro alla lapide commemorativa, lettura dei nomi delle vittime e lancio delle rose in mare.

Sarà presente agli appuntamenti (a partire dalle ore 12) anche il presidente della commissione d’inchiesta Silvio Lai.

In Fortezza Nuova sarà collocata una targa al Monumento “Koningin Juliana”, opera di Federico Cavallini a memoria delle vittime. La targa, realizzata dal Lions Club Satellite Livorno Meloria insieme al Lions Club Livorno Porto Mediceo, riporterà quattro date significative : 1968 (varo della Koningin Juliana, la nave olandese che poi venne acquistata dalla Navarma e trasformata in Moby Prince), 1991 (anno della tragedia), 1998 (anno del trasferimento del Moby in Turchia per la rottamazione) e 2011 (anno della realizzazione dell’opera).

Nei pressi del monumento sarà inaugurato il Giardino della Memoria, un’aiuola quadrata, realizzata con blocchetti di tufo, dove saranno piantate 140 piantine di gerani bianchi, tante quante sono state le vittime della tragedia. Per l’occasione saranno predisposti 140 cartellini, ognuno con il nome di una vittima, che potranno essere abbinati alle piantine.

Per la cerimonia delle ore 15 in sala consiliare, secondo le nuove modalità di accesso alla sala, è prevista la presenza di un numero massimo di cento persone; ovviamente sarà data la precedenza ai familiari delle vittime e alle autorità.  
Ordinanza di traffico

Per lo svolgimento delle iniziative relative al 26°anniversario del Moby Prince è stata emessa una ordinanza di traffico che prevede per la giornata di lunedì 10 aprile quanto segue:

– dalle ore 9 e fino al termine delle cerimonia (previsto per le ore 19.30) è previsto il divieto di sosta con rimozione forzata nella carreggiata principale di Viale Avvalorati (entrambi i lati) nel tratto compreso tra via Mons. Ganucci e via della Madonna, eccetto i veicoli di Autorità e delle Delegazioni dei Comuni partecipanti;

– dalle 17 per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo nel seguente itinerario è previsto il divieto di transito in piazza del Municipio, viale Avvalorati, piazza della Repubblica (nel tratto compreso tra viale Avvalorati e via Grande, via Grande (nel tratto compreso tra piazza della Repubblica e piazza Grande), piazza Grande, via Grande (nel tratto compreso tra piazza Grande e piazza Micheli), piazza Micheli (tratto che collega la piazza stessa con piazza dell’Arsenale (cosiddetto Ponte dei Francesi), piazza dell’Arsenale.

 

Lascia un commento