I mille anni di Livorno, la pergamena del 1017, il castello, il territorio… un convegno con focus sull’origine della città prima della fondazione dei Medici nel ‘600

Livorno

Mille anni fa, esattamente il 13 novembre 1017, veniva redatta una pergamena notarile per un passaggio di proprietà di terreni nel territorio di Livorno. Si tratta della citazione più antica, fino ad oggi ritrovata, che parla della città di Livorno, fondata ufficialmente dai Medici nel seicento. Che cosa fosse il territorio di Livorno in età antica non è certo, ma nel documento si parla di un’area compresa tra il Rio Maggiore, oggi tristemente noto a seguito dell’alluvione che in settembre ha colpito la città, ed il Porto Pisano. Il testo della pergamena, redatto in un latino molto incerto, definisce Livorno un castellum e cita una serie di toponimi del circondario che sono stati oggetto di studio per l’identificazione dei luoghi. Interessanti anche i nomi propri presenti nel documento per conoscere quali fossero le famiglie possidenti e tentare di identificare qualche personalità là dove il nome compare anche in altri documenti coevi.

Il Rotary Mascagni, nel giorno esatto nel quale ricorrono i mille anni dalla redazione della pergamena, donerà al Comune una copia della stessa. La cerimonia si svolgerà lunedì 13 novembre 2017, alle ore 15, nella Sala Consiliare del Palazzo Civico.

Seguirà il convegno scientifico “Livorno Millenaria: la Pergamena del 1017, il Castello ed il Territorio”. L’Associazione culturale “Livorno com’era”, il Rotary Club Livorno Mascagni e l’Associazione Livornese di Storia, Lettere ed Arti in collaborazione con l’Archivio Storico Diocesano di Pisa e con il Patrocinio del Comune di Livorno presenteranno i risultati dello studio relativo alla pergamena ed alla storia ad essa correlata. Il convegno avrà lo scopo di mettere in luce l’importante testimonianza storica che colloca l’esistenza di un territorio livornese in epoca ben antecedente la sua ufficiale fondazione. A mille anni esatti di distanza dalla redazione della pergamena ne verranno esaminati contenuti e risvolti storici, datazioni che in passato si sono rilevate errate, il tutto alla luce delle ricerche più recenti. Obiettivo del convegno sarà quello di chiarire gli aspetti rilevanti del territorio livornese in età antica, la questione dell’origine del nome di Livorno, l’assetto politico e giurisdizionale all’interno della Marca di Tuscia, lo sviluppo dell’insediamento castellano in concomitanza col decadere del Porto Pisano.

L’ingresso è libero e la cittadinanza è invitata a partecipare. Lunedì 13 novembre 2017 in Sala Consiliare del Palazzo Civico.
I lavori verranno coordinati dal dott. Massimo Sanacore, direttore dell’Archivio di Stato di Livorno, con il seguente programma:
Prof. Stefano Bruni -Materiali e ipotesi sull’insediamento più antico di Livorno
– Prof. Giorgio Mandalis e Dott. Gaetano Ciccone – La pergamena n. 31 dell’ASD di Pisa e le ipotesi sul toponimo di Livorno
– Prof. Mauro Ronzani – Livorno nella marca di Tuscia tra X e XII secolo
– Dott.ssa Olimpia Vaccari -I poli del sistema portuale pisano nel tardo medioevo: Porto Pisano e Livorno
– Michele Montanelli Clara Errico Gaetano Ciccone – Sètteri: un toponimo livornese attraverso i secoli

Lascia un commento