info@imaxtree.com

MILANO FASHION WEEK / 5. Antonelli Firenze inaugura il suo primo flagship store in Corso Venezia. Un’azienda in crescita grazie allo chic e all’eccellenza del Made in Italy

Firenze, Moda e Artigianato

Nel corso della fashion week, la settimana della moda a Milano, Antonelli Firenze ha aperto il suo primo flagship store. “Siamo orgogliosi di questa tappa – dicono dai vertici del brand – che dobbiamo anche al lavoro delle nostre maestranze e nell’aver continuato a credere nei valori che derivano dall’essere Made in Italy”.  Per l’inaugurazione sono arrivati oltre 600 ospiti che sono stati accolti  dalle musiche della dj Emilie Fouilloux e un cocktail a cura dello chef Carlo Cracco. Antonelli Firenze – azienda fondata nel 2001 da Roberta e Enrica Antonelli a Castelfiorentino, che ha lanciato un codice stilistico dove il lusso non è mai gridato – ha aperto il suo primo flagship store in Corso Venezia 12.Centocinquanta metri su due piani con tre grandi vetrine sulla strada che permettono la visione totale dell’interno (nella foto sopra il titolo un momento dell’inaugurazione della boutique. Da sinistra Marco Berni, Roberta Antonelli, lo chef Carlo Cracco ed Enrica Antonelli).

“Partiamo da Milano perché riteniamo che la città sia un punto di riferimento importante per quel pubblico internazionale, attento all’eccellenza e alla qualità del made in Italy”, affermano le fondatrici Enrica Antonelli, presidente e direttore creativo, Roberta Antonelli vicepresidente e direttore amministrativo e finanziario; insieme a Marco Berni, terza generazione, amministratore delegato, direttore commerciale e sviluppo strategico. “E’ un valore nel quale crediamo fermamente, per questo manteniamo la nostra filiera in Italia, con una significativa concentrazione nel territorio toscano”.

“L’investimento su Milano – aggiungono – si inserisce all’interno di un piano industriale di più ampio respiro che prevede l’apertura di altri 5 flagship stores in Europa e Italia”. L’azienda ha archiviato Il 2017 con un fatturato di 12,5 milioni di euro e prevede di chiudere il 2018 con 15 milioni di euro. La quota export è pari al 65%, ma con la prospettiva di arrivare al 73 per cento nel 2018.

 

Realizzato dall’architetto Cristiano Baldinotti dello studio Archibald, il concept progettuale è stato sviluppato seguendo i codici stilistici del Brand, con il dogma della pulizia di linee e della semplicità dove i veri protagonisti sono i capi . “Vogliamo far sentire i clienti come a casa e regalare loro una rilassante esperienza d’acquisto”. I materiali usati sono lasciati tutti al naturale come la lamiera cruda e la quarzite grigia e il colore dominante è il bianco .Il pavimento è in legno di rovere grigio scuro posato a spina di pesce “alla francese” con un formato originale, lungo e stretto, che ricorda la tessitura della stoffa .

Un videowall di grande impatto, posto sul vano scala ma visibile anche dall’ esterno, anima lo store con il filmato delle campagna FW 18 girato in Islanda.

L’AZIENDA /  L’impresa Gossip di Castelfiorentino- oggi produttrice del marchio Antonelli Firenze – è stata fondata nel 1950, inizialmente sotto il nome Vicad, da Luciano Antonelli come azienda di biancheria Nel 2001, con il passaggio generazionale alle figlie Enrica e Roberta, l’azienda inaugura un nuovo capitolo della sua storia e lancia sul mercato la prima collezione di camicie-couture – anzi table camicie – che ottiene subito ampi consensi non solo nel mercato interno.
Da qui il passo è breve per diventare una collezione completa. Nasce così nel 2013 Antonelli Firenze: un total look made in Italy “dalle donne per le donne”, creato con una visione stilistica innovativa alla ricerca di una naturale eleganza, che esclude eccessi e di impronta italiana.
Nel 2008 – il brand registra un’ulteriore evoluzione indirizzandosi con decisione ed uniformità distributiva nella fascia dell’accesible luxury in oltre 650 multibrand tra Italia ed Estero.
Nella sede dell’azienda a Castelfiorentino sono operativi l’ufficio stile, la produzione campionario, i magazzini materie prime e prodotti finiti. Grazie alla struttura di impresa familiare, è in grado di garantire un servizio snello di riassortimento in sole ventiquattro ore in tutti i Paesi.
I mercati principali rimangono ancora quelli dell’Europa continentale con Italia, Germania e Nord Europa in generale. Korea del Sud, Russia e Giappone completano il mosaico distributivo.

Compongono il Cda: Enrica Antonelli, fondatrice e presidente oltre che direttore creativo e produttivo, e Roberta Antonelli vicepresidente e direttore amministrativo e finanziario; Marco Berni, amministratore delegato, direttore commerciale e sviluppo strategico.

Lascia un commento