METEO. Altra allerta di colore giallo per vento e neve, dalle 10 alla mezzanotte del giorno 12 febbraio. L’avviso riguarda quasi tutto il territorio toscano, escluse le isole dell’Arcipelago

Il Centro Funzionale di monitoraggio meteorologico della Protezione civile regionale ha emanato un avviso di criticità (codice giallo) per vento e neve valido venerdì 12 febbraio 2021, dalle ore 10 fino a mezzanotte.

L’avviso riguarda quasi tutto il territorio della Toscana, compresa Livorno ed escluse Gorgona e le altre isole dell’Arcipelago.

Per il giorno 12 sono previsti venti di grecale (dai quadranti nord-orientali) e nevicate sparse, a partire dalle ore serali anche a bassa quota.

I CONSIGLI DELLA PROTEZIONE CIVILE
In caso di avvisi di criticità o di allerte meteo, si consiglia ai cittadini di alzare il livello della normale prudenza e di seguire le indicazioni fornite dalla Protezione civile del Comune, i canali informativi sulla viabilità e l’evoluzione delle condizioni meteo tramite radio, TV, siti web istituzionali, e di osservare i seguenti accorgimenti:

Come comportarsi in caso di forte vento
Fare attenzione all’aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani.
Guidare con attenzione, in particolare sui tratti esposti alla caduta di piante e sassi.
Spostare o mettere in sicurezza oggetti sensibili agli effetti del vento prima dell’inizio del periodo di allerta.
Limitare le attività all’aperto e gli spostamenti.
Fare molta attenzione in città a possibili cadute di oggetti dall’alto (tegole, cornicioni, vasi, ecc.)
Non sostare in auto o a piedi in prossimità di piante e coperture, e prediligere gli spazi aperti.

Come comportarsi in caso di neve

In previsione di neve si consiglia di spostarsi con mezzi dotati di pneumatici invernali o catene, di prestare massima prudenza alla guida di autovetture e motocicli riducendo la velocità, di utilizzare se possibile i mezzi di trasporto pubblico.

Si consiglia, soprattutto ai cittadini più anziani, di ridurre le attività all’aperto che comportano il rischio di cadute sulla neve o sul ghiaccio, e l’esposizione prolungata al freddo, di non sostare sotto le alberature per possibili occasionali cadute di rami e rotture di alberi.

Lascia un commento