Merrcantia 2021 riveduta e corretta per adattare il grande festival del Quarto teatro all’emergenza Covid. Sei arene e prenotazione del biglietto d’ingresso

Dal 15 al 18 luglio 2021, Certaldo – come già annunciato – tornerà palcoscenico per Mercantia, Festival internazionale del Quarto Teatro. Un’edizione, la numero trentatré, riveduta e corretta alla luce dell’emergenza Covid-19 e del fondamentale rispetto delle misure di contenimento relative al contrasto della diffusione del virus. Quattro i giorni in cui si svolgerà la manifestazione. Grande l’attesa, mentre gli organizzatori disegnano la kermesse dal fascino indiscusso,  capace di lasciare a bocca aperta adulti e bambini grazie ad artisti di fama internazionale e a spettacoli incantevoli, fuori dal tempo. (Sopra il titolo: Ipotesi teatrale di Michele Spinapolice – archivio Mercantia 2018).
E proprio il talento e l’arte saranno protagonisti dei quattro giorni, anche se le disposizioni anti-contagio Covid impongono una differente fruizione degli spazi e dunque una organizzazione nuova dell’evento, nel 2021 dedicato a Dante Alighieri nell’anno del 700enario dalla sua morte con il celebre verso dell’Inferno della Divina Commedia “… E quindi uscimmo a riveder le stelle” scelto come ‘sottotitolo’. Ma Mercantia 2021 sarà anche occasione per omaggiare il grande cinema ricordando Giulietta Masina, musa e compagna di vita di Federico Fellini, nel centenario dalla sua nascita: proprio Masina è stata interprete, diretta proprio da Fellini, del film “La strada” dedicato a quegli artisti di strada, anime dello storico progetto certaldese.
Il borgo alto ospiterà sei arene pronte ad accendere i riflettori, ogni sera, sugli spettacoli, in programma indicativamente dalle 19 fino a mezzanotte. Gli ingressi saranno contingentati: chi vorrà partecipare a Mercantia 2021 dovrà effettuare la prenotazione del biglietto d’ingresso, per il quale sono previsti prezzi popolari, secondo le modalità che verranno rese note nei prossimi giorni. Nel borgo alto ci sarà spazio anche per iniziative fra le quali il mercatino dell’artigianato dove i maestri artigiani metteranno in mostra le loro abilità. La parte basse del paese invece sarà location per il mercatino.
“La situazione di incertezza legata alla diffusione dei contagi Covid e ai provvedimenti decisi a livello governativo – sottolinea il sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini – ci ha costretti a immaginare un progetto differente ma che ugualmente mette al centro la cultura, a partire dall’arte di strada che da sempre è protagonista a Mercantia, e il talento. Mercantia torna, dopo un anno di stop imposto dall’emergenza sanitaria, nell’assoluto rispetto delle condizioni di sicurezza previste. Queste le nostre priorità perseguite con mirate modifiche organizzative che niente tolgono alla magia che da sempre contraddistingue il festival, pronto a proporre artisti noti al nostro pubblico insieme a volti nuovi: stiamo correndo verso l’organizzazione definitiva. La formula si consolida nell’avere la parte bassa del paese riservata al mercatino, anche quest’anno presente nel rispetto delle disposizioni anti-Covid, mentre la parte alta del borgo sarà luogo di eventi e lavorazioni artigiane. II tutto in spazi definiti, a partire dalle arene-spettacolo. Servirà la prenotazione, l’accesso al borgo avverrà con precise dinamiche, ma siamo convinti che questo nuovo modello funzionerà”.

Lascia un commento