“Memorie di un pazzo” con Buscemi a Cascina. A Popiglio “Un’invenzione senza futuro…”. A Campi Bisenzio in scena Re-Generation Contemporary Dances

Firenze, Pisa, Pistoia, Prato, Teatro e Danza

CITTÀ DEL TEATRO DI CASCINA: IN SCENA “MEMORIE DI UN PAZZO”

Venerdì 6 aprile 2018 alle ore 21 va in scena nella Sala Piccola della Città del Teatro di Cascina una nuova produzione della Fondazione Sipario Toscana onlus: “Memorie di un pazzo” da Gogol’ nell’interpretazione del direttore artistico Andrea Buscemi.

buscemi
Nella foto la locandina dello spettacolo

“Una grande prova d’attore per mettere in scena un capolavoro assoluto della letteratura russa, banco di prova da sempre per interpreti dalla verve istrionica” si legge nella scheda dello spettacolo. Gogol’ pubblica “Le memorie di un pazzo” nei Racconti di Pietroburgo nel 1835 (assieme a “Le notti bianche” e “Il Cappotto”), raccontando la progressiva discesa nella follia del miserabile burocrate Aksentij Ivanovic Poprishchin, segretamente innamorato della bella figlia del proprio direttore.  

Il celebre racconto, scritto in prima persona nella forma di un diario – prosegue la scheda – “è considerato l’apice drammaturgico dell’immaginario gogoliano: nella messinscena di Buscemi si avvale del prestigioso adattamento di Roberto Lerici, in Italia fra i principali artefici nel favorire e valorizzare l’arte del monologo (fra i suoi maggiori successi il leggendario “A me gli occhi please” scritto per Gigi Proietti). In un susseguirsi di deliri persecutori e malinconiche riflessioni sulla propria condizione, il protagonista finisce per raccontare l’intima condizione umana, le sue sofferenze e frustrazioni, che finiscono per elevare Aksentij fra i personaggi più memorabili della grande letteratura russa, archetipo dei tipici derelitti di questo mondo”.

Biglietti su Boxol

AL TEATRO MASCAGNI DI POPIGLIO … VIAGGIO NEL CINEMA IN 60 MINUTI

Dopo “L’Atletico Ghiacciaia” con Benvenuti e “La stravagante signora Savage” della compagnia L’Ora d’Aria, terzo sold out consecutivo per la stagione del Teatro Mascagni di Popiglio che ospita venerdì 6 aprile 2018 (ore 21) “Un’invenzione senza futuro. Viaggio nel cinema in 60 minuti”, Premio E45 Napoli Fringe Festival, presentato con successo lo scorso anno anche a New York: una storia originale, raccontata con grazia, ironia e delicatezza che vuole essere, contaminando linguaggi artistici diversi, un romantico omaggio alla ‘settima arte’ (foto in alto sopra il titolo e a lato).

INVENZIONE SENZA FUTURO (6) PER WEB

Scritto e diretto da Federico Giani (attore originario della montagna pistoiese, da tempo impegnato in teatro e sul piccolo schermo), Celeste Gugliandolo, Mauro Parrinello (assieme a Francesca Montanino) e da questi ultimi interpretato, lo spettacolo segna il sodalizio artistico tra la formazione genovese Compagnia Deidemoni/Offrome e la realtà torinese Tedacà , da sempre attivi nella ricerca della drammaturgia contemporanea inedita, e da qualche anno impegnati nella produzione di opere originali, frutto di una ricerca e di una scrittura collettiva.  Realizzato in collaborazione con Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse, si avvale delle luci di Liliana Ladeluca, delle musiche di Giorgio Mirto e degli elementi scenici firmati da Maria Mineo e Veronica Santià.

“Un’invenzione senza futuro!”: così Antoine Lumière definisce il cinema, un progetto a cui i suoi figli stanno lavorando. Lo spettacolo racconta il rapporto tra i due fratelli – Louis e Auguste – che stanno per rivoluzionare la visione del mondo, attraverso un viaggio che si trasforma e si snoda per mezzo di scene di film, incontri, suoni e visioni dal sapore delle pellicole che ci hanno appassionato in più di un secolo di cinema. Il racconto di una vita che si fa metafora delle evoluzioni del cinema, delle sue più importanti invenzioni: dal muto al sonoro, dal montaggio al colore.

“L’intento – spiegano gli autori/interpreti – è creare vere e proprie fusioni tra le possibilità e i limiti del teatro e le caratteristiche proprie del cinema come strumento che più di ogni altro riesce a catturare e modificare l’immaginario collettivo su larga scala. Il nostro è un inno a chi osa, alla creatività, ai pochi che rischiano, anche inconsapevolmente, per modificare il proprio presente e il futuro. Confidando che la curiosità della scoperta sia sempre la vera, magica rivoluzione.”

Il prossimo appuntamento della stagione è in programma martedì 24 aprile con la dirompente ironia de Gli Omini (Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Giulia Zacchini e Luca Zacchini) e le storie di treni, uomini e viaggiatori di “Ci scusiamo per il disagio”: lo spettacolo, che debuttò nel 2015 al Deposito Rotabili Storici di Pistoia, è la prima delle tre tappe del “Progetto T” che l’Associazione Teatrale Pistoiese ha realizzato nell’ultimo triennio per contribuire a valorizzare, attraverso il linguaggio del teatro, una ferroria storica e bellissima come la Porrettana.

PREZZI BIGLIETTI – posto unico 10,00 – studenti under_30 5,00

PREVENDITA – Agenzia L’Angolo – San Marcello Pistoiese 0573 622114
Prevendita anche presso Unicoop Montagna Pistoiese (ore 10 – 13) nelle mattine
venerdì 6 e venerdì 20 aprile, venerdì 11 maggio
La sera dello spettacolo i biglietti prenotati dovranno essere ritirati alla Biglietteria del Teatro
entro le ore 20.45.

INFORMAZIONI – Comune di San Marcello – Piteglio / Biblioteca Comunale 0573 621289
Infopoint Casotti di Cutigliano 0573 68029
Infopoint Abetone 0573 60231
Associazione Teatrale Pistoiese Centro 0573 991609-27112

TEATRODANTE CARLO MONNI: RE-GENERATION CONTEMPORARY DANCES

Energico, innovativo e trascinante: è “Re-Generation Contemporary Dances” lo spettacolo di danza contemporanea che andrà in scena venerdì 6 aprile 2018 alle 21 sul palco del Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante, 23). L’evento, una produzione della Compagnia Balletto di Toscana Junior del gruppo di ricerca e sperimentazione coreografica Antitesi firmata da Arianna Benedetti, rappresenta il secondo appuntamento della compagnia per incentivare i giovani alla danza contemporanea, inaugurato lo scorso 26 febbraio con “Le voyage”. Prima della rappresentazione ci sarà una breve esibizione delle allieve dell’ Accademia Danza Hidron diretta da Lara Favi (ingresso intero 15, ridotto 8€).

Re-generation Contemporary dances

“Re-Generation Contemporary Dances” (foto a destra) è una nuova serie di coreografie create per l’organico del Balletto di Toscana Junior da Angela Placanica, Manfredi Perego, Davide Valrosso, Giulia Molinari, Daniele Cervino, tutti esponenti di una ricerca in vari e diversi linguaggi della danza contemporanea nelle sue più attuali espressioni, con un originale intervento laboratoriale di Valerio Longo, solista di spicco e coreografo della Compagnia Aterballetto di Reggio Emilia, sviluppato secondo una tecnica c.d. “open sharing”, in italiano traducibile con condivisione aperta.

Gli appuntamenti con la danza al Teatrodante Carlo Monni proseguiranno domenica 29 aprile alle 17.00  con “Bella Addormentata” di Diego Tortelli, che attraverso una chiave di lettura calata nella realtà contemporanea propone una nuova interpretazione di una delle più famose favole della letteratura mondiale.

BIGLIETTI – intero 15€, ridotto 8€ (riduzione valida per allievi scuole di danza, under 18, studenti fino a 26 anni e over 65).

INFO – Teatrodante Carlo Monni, piazza Dante 23 Campi Bisenzio (Fi) | wwww.teatrodante.it | T. 055 8940864

Lascia un commento