teatrodelpopolo

Memoria, presente e futuro: il Teatro del Popolo di Castelfiorentino compie 150 anni. Un seminario, un francobollo e uno spettacolo

Firenze, Teatro e Danza

In vista della ricorrenza del 150° anniversario dell’inaugurazione del Teatro del Popolo di Castelfiorentino, avvenuta il 26 dicembre 1867 con la rappresentazione della “Norma” di Vincenzo Bellini, la Fondazione Teatro del Popolo, il Comune di Castelfiorentino, la Banca di Cambiano continuano con le iniziative per ricordare questa importante data.

Il primo evento. Venerdì 12 maggio 2017 un’occasione molto importante nell’ambito delle celebrazioni sarà il seminario “Teatro del Popolo, 150 anni di contemporaneità. Memoria, presente e futuro” che avrà un parterre di ospiti di grande prestigio. La giornata si articolerà in due sessioni: la mattina dalle 10 con l’apertura a cura di Maria Cristina Giglioli, presidente della Fondazione Teatro del Popolo; seguiranno i saluti istituzionali di Alessio Falorni, sindaco del comune di Castelfiorentino e della senatrice Laura Cantini. A seguire le relazioni della vice presidente della Regione Toscana Monica Barni; della vice presidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi; del professor Alfonso Maurizio Iacono, docente di storia della filosofia all’università di Pisa; Fabio Dei, docente di antropologia culturale all’università di Pisa e Renzo Boldrini, direttore artistico Giallo Mare Minimal Teatro.
Nel pomeriggio i lavori continueranno con Vania Pucci, direttrice artistica del Teatro del Popolo; Ilaria Fabbri, dirigente settore spettacolo Regione Toscana; Beatrice Magnolfi, presidente della Fondazione Toscana Spettacolo e Francesco Niccoli,autore di teatro.

Il francobollo. «Il Teatro del Popolo è stato per tante generazioni di castellani l’imprescindibile “luogo di formazione” per eccellenza, dove si è attuata la loro éducation sentimentale per il teatro, il melodramma, la musica, il cinema, l’arte e che può essere considerato come lo specchio dove si è riflessa l’immagine degli elementi fondanti della cultura e della storia di Castelfiorentino, il luogo che ha reso più civile l’intera comunità.
Con queste iniziative miriamo a rivolgerci a tutti i tipi di pubblici, soprattutto ai più giovani, perché vorremmo che questo teatro fosse anche per le nuove generazioni un luogo di formazione e apprendimento. 150 anni sono tanti e per rispettare la tradizione occorre creare un continuo rapporto vitale con la comunità, alimentare la linfa della cultura e provare a parlare nuovi linguaggi» così Maria Cristina Giglioli commenta le prossime iniziative dei 150 anni, che annuncia con emozione che venerdì 19 maggio alle 11 al Teatro del Popolo ci sarà l’ emissione filatelica dedicata ai 150 anni del Teatro e annullo “primo giorno di emissione”.

«Si tratta – continua Giglioli – della prima volta in assoluto che Castelfiorentino compare su un francobollo. Questo per noi è un grande onore e un fatto straordinario che dopo 150 anni questo teatro, dopo aver attraversato momenti non sempre facili, sia, oggi più di sempre, il fulcro di un’offerta culturale di qualità, un punto di riferimento insostituibile che risponde ad un bisogno di socialità di una comunità sempre più vasta. Un teatro forte della sua storia e del suo Popolo, che vive la contemporaneità promuovendo e assecondando tutti i cambiamenti in atto, il luogo che ha reso più civile una comunità la quale, come ha scritto il suo cittadino onorario Antonio Paolucci, “è orgogliosa della sua storia ed è consapevole che non c’è futuro senza memoria”».teatrodelpopolo2

Lo spettacolo “150!”. Gli eventi proseguono domenica 28 maggio con lo spettacolo “150!” protagonisti attori professionisti e gli allievi dei laboratori teatrali. Si tratta del frutto del lavoro di un laboratorio produttivo a cura di Maria Teresa Delogu, mente la regia è affidata a Vania Pucci, che racconta così lo spettacolo:”Celebrare i 150 anni di vita di un teatro è impresa ardua e felice insieme. Un teatro che per 150 anni ha svolto attività, ha ospitato spettacoli, è stato punto di riferimento per una comunità, un teatro che ha visto modificarsi intorno il mondo, le relazioni, la socialità, la cultura e di conseguenza ha visto modificare il modo di fare spettacolo, il modo di rapportarsi al pubblico, un teatro testimone di tanta storia. Prendiamo a pretesto questi 150 anni per parlare del nostro teatro del Popolo ma anche del Teatro in generale e della storia del teatro trattando sia il cambiamento che è avvenuto sul palco che quello che è avvenuto nel pubblico”.

Per “150!” biglietto unico €10. La prevendita dei biglietti per tutti gli spettacoli è in corso presso la biglietteria del teatro (piazza Gramsci, 80) tutti i giovedì (ore 17.00-19.00) e il sabato (ore 9.00-12.00 e 16.00-19.00).
La prevendita sarà effettuata, oltre che alla biglietteria del teatro, anche presso Discofollia, via del Gelsomino, 45 a Empoli, telefono 0571 710746 (orario negozio).

Il programma della stagione e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.teatrocastelfiorentino.it. Per informazioni Teatro del Popolo 0571 633482 o Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629.

Lascia un commento