MASCAGNI FESTIVAL. Primo appuntamento il 9 settembre nella location della Terrazza Mascagni con il concerto in ricordo delle vittime dell’alluvione del 2017. Dirige Mario Menicagli. Fra gli ospiti il violinista Marco Fornaciari che proporrà anche la prima esecuzione della Missa Brevis da Requien scritta con Andrea Bricchi

Concerti e Lirica, Livorno

Il Mascagni Festival a Livorno accoglie una iniziativa che va in scena dal 2018 a Livorno in occasione dei tragici eventi dell’alluvione del 2017. Il “Concerto in ricordo delle vittime”, frutto dell’idea nata dall’Accademia degli Avvalorati e dall’Associazione Modigliani. L’evento – che vedrà anche le prime proiezioni di immersiva sulla facciata dell’Hotel Palazzo e sull’acqua –  è in programma mercoledì 9 settembre 2020, alle ore 21.15 sulla Terrazza Mascagni e vedrà la partecipazione dell’Orchestra e del Coro “A tre anni dall’alluvione”, formato da moltissimi musicisti, alcuni provenienti dalle più prestigiose orchestre italiane, e da solisti di chiara fama. Il coro sarà formato da una folta rappresentativa delle corali livornesi e di molte corali toscane; sul podio il direttore d’orchestra livornese Mario Menicagli (foto sopra il titolo).

  • La loro performance sarà a titolo completamente gratuito e il cachet della serata, a carico dell’organizzazione del Festival, unitamente alle offerte volontarie degli spettatori, saranno interamente devoluti alla CARITAS di Livorno nella persona di Suor Raffaella, coordinatrice della sede livornese.

Come avvenuto nella prima edizione sarà proposta la Messa di Gloria in fa maggiore di Pietro Mascagni che vedrà impegnati il tenore Samuele Simoncini, il baritono Carlo Morini ed il violinista Marco Fornaciari, che si esibirà nella struggente “Elevazione”. Il programma vedrà anche in apertura la prima esecuzione della Missa Brevis da Requiem di Marco Fornaciari, scritta in collaborazione con Andrea Bricchi; solista il soprano Costanza Gallo.

La partecipazione dei musicisti ed artisti del coro ha raggiunto negli anni precedenti un numero impressionante (circa 250 in totale). Quest’anno, ai sensi dei DPCM relativi al covid-19, saranno adottate misure limitative tali da non oltrepassare il limite consentito dalla normativa. 

Il concerto è ad ingresso gratuito con contromarche, ritirabili presso il botteghino del Teatro Goldoni il martedì e giovedì con orario 10-13 e 17-20 (massimo 4 a persona) ed anche online collegandosi e registrandosi sul sito gratuito www.eventbrite.it (qui due accrediti a persona).

Tutte le informazioni sugli artisti su www.goldoniteatro.it 

Lascia un commento