Marina di Pietrasanta, spiaggiato un pesce siluro di quasi due metri trascinato dalle mareggiate degli ultimi giorni

Focus, Versilia

Un pesce siluro di quasi 2 metri spiaggiato a Marina di Pietrasanta. A ritrovarlo sono stati gli increduli bagnanti che si sono ritrovati di fronte al predatore di acqua dolce più grande del mondo. A trascinarlo probabilmente fino a Tonfano, nei pressi del pontile, insieme a sfalci e detriti di corsi d’acqua e fiumi sono state le violente mareggiate degli ultimi giorni. L’esemplare era già morto. L’amministrazione comunale di Pietrasanta durante il sopralluogo del sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e del vice sindaco, Elisa Bartoli per verificare lo stato delle spiagge dopo l’ultima mareggiata, sono tornati a chiedere al Consorzio di Bonifica di compartecipare ai costi per la rimozione e lo smaltimento delle grande quantità di sfalci e rifiuti d’acqua dolce arrivati sul litorale.  

GUARDA IL VIDEO https://youtu.be/skDQtik2CO0

“E’ chiaro – ha ribadito il primo cittadino – che non si tratta del lavarone a cui siamo abituati ma di sfalci e detriti derivanti dalla pulizia di canali e fossi che il maltempo ha trascinato fino al mare e poi sulle nostre spiagge. Il Consorzio di Bonifica deve compartecipare ai costi che dovremo sopportare per rimuovere l’enorme quantità di detriti e cumuli di sfalci e deve assumersene la responsabilità nei confronti dei cittadini e delle imprese. Non possono pensare che siano sempre i comuni a pagare le inefficienze di altri enti”.

Lascia un commento