auditorium manzoni

Mariella Devia e Gregory Kunde: due star del belcanto per la prima volta insieme a Bologna per il gala lirico del 12 maggio

Fuori Toscana

È una coppia artistica d’eccezione quella che salirà sul palco del Teatro Auditorium Manzoni per un galà lirico dedicato al grande melodramma italiano, nella Stagione Sinfonica del Teatro Comunale, domenica 12 maggio 2019 alle 20.30: si tratta di due star internazionali come il soprano Mariella Devia e il tenore americano Gregory Kunde, per la prima volta insieme a Bologna per un recital dedicato alle arie e ai duetti dalle opere di Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Pietro Mascagni e Umberto Giordano.

Dopo il suo debutto al Comunale, avvenuto nel 1986 come Elvira nei Puritani di Bellini, Mariella Devia ha calcato più volte il palcoscenico della Sala Bibiena in opere quali Lucia di Lammermoor, Falstaff, I Capuleti e i Montecchi, Il flauto magico, Tancredi, Rigoletto, Il turco in Italia, Le nozze di Figaro, Linda di Chamounix, Don Giovanni, Lucrezia Borgia, fino al più recente successo nella Norma del 2013; il grande soprano torna, quindi, a Bologna per esibirsi in concerto dopo l’addio alle scene dello scorso anno a Venezia.

Protagonista nel 2018 della tournée parigina del Comunale al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, Gregory Kunde è noto al pubblico del teatro del capoluogo emiliano per aver cantato in opere come Roberto Devereux, I Puritani e Un ballo in maschera. Dopo questo concerto il tenore sarà impegnato in Sala Bibiena come Calaf nella Turandot dal 28 maggio 2019.

Il programma del concerto presenta pagine di Verdi come “O tu che in seno agli angeli” da La forza del destino, “Qual prodigio … Non fu sogno” da I Lombardi alla prima crociata, oltre alla Sinfonia e “Gli arredi festivi” dal Nabucco. Di Mascagni vengono proposti “Gli aranci olezzano” dalla Cavalleria rusticana e il Preludio e l’“Inno del sole” da Iris, mentre di Bellini la Sinfonia, “Meco all’altar di Venere Norma viene: le cinge la chioma”, “Casta Diva” e “In mia mano alfin tu sei” dalla Norma. La serata si completa con “Un dì all’azzurro spazio” dall’Andrea Chénier di Giordano, “Com’è bello, quale incanto” dalla Lucrezia Borgia e “Donna reale… Un lampo, orribile!” da Roberto Devereux, entrambe di Donizetti, e con l’Intermezzo dalla Manon Lescaut di Puccini.  

  • L’Orchestra e il Coro del Comunale – preparato da Alberto Malazzi – sono diretti da Paolo Arrivabeni, già sul podio dei complessi bolognesi per Il barbiere di Siviglia nel 2002 e per il dittico Szenen aus Mozarts Leben di Albert Lortzing e Un segreto d’importanza di Sergio Rendine nel 2006.

I biglietti, da 60 a 20 euro, sono in vendita sul sito www.tcbo.it e presso la biglietteria del Teatro Comunale di Bologna. Il giorno del concerto, presso la biglietteria del Teatro Auditorium Manzoni a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento. 

Domenica 12 maggio, ore 20.30
Teatro Auditorium Manzoni

Paolo Arrivabeni direttore 

Mariella Devia soprano 

Gregory Kunde tenore 

Alberto Malazzi maestro del coro
 
Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna

Giuseppe Verdi
da Nabucco “Sinfonia” / “Gli arredi festivi”
da La forza del destino “O tu che in seno agli angeli”
da I Lombardi alla prima crociata “Qual prodigio… Non fu sogno “

Pietro Mascagni
da Cavalleria rusticana “Gli aranci olezzano” 

Umberto Giordano
da Andrea Chénier “Un dì all’azzurro spazio”

Gaetano Donizetti 
da Lucrezia Borgia “Com’è bello, quale incanto”

Giacomo Puccini
da Manon Lescaut “Intermezzo”

Gaetano Donizetti
da Roberto Devereux “Donna reale… Un lampo, un lampo orribile!” 

Vincenzo Bellini
da Norma “Sinfonia” / “Meco all’altar di Venere Norma viene: le cinge la chioma” / “Casta Diva” 

Pietro Mascagni
da Iris “Preludio / Inno del sole”

Vincenzo Bellini
da Norma “In mia mano alfin tu sei”

 

Lascia un commento