SPECIALE COMICS “Maledetto” Martin

Libri & Fumetti

di Guido Siliotto

A Lucca Comics è stato tra gli ospiti l’anno scorso, ma anche in questa edizione sarà protagonista, grazie alla presentazione di “Total Overfuck”, volume che raccoglie alcune delle sue opere più estreme. Miguel Angel Martin è autore tra i più controversi del panorama mondiale, un artista che ha sempre fatto parlare di sè per i temi trattati nei suoi fumetti, carichi di violenza e sesso. Anche se poi questa è solo una delle tante facce del suo lavoro, basti pensare al capolavoro “Brian The Brain”.

Il tratto pulito, la freddezza nella narrazione, l’interesse a sviscerare i peggiori istinti umani e gli orrori della società moderna sono solo alcuni degli ingredienti del suo lavoro.

Nicola Pesce Editore ha ormai una missione, che è quella di rendere dipsonibile in maniera filologicamente corretta le sue opere, in taluni casi finora inedite in Italia. Con “Total Overfuck” (pp. 320 a colori, euro 25) – che sarà disponibile in anteprima proprio a Lucca – propone una ricognizione dei capitoli più discussi della sua carriera, a cominciare da quel “Psycho Pathia Sexualis”, che, nel 1995, fu al centro di un clamoroso caso di censura proprio nel nostro paese, perchè ritenuto contrario alla pubblica decenza a causa dei temi trattati, in particolare la pedofilia. Naturalmente ci fu una levata di scudi da parte di artisti e intellettuali e tutto rientrò, ma rimase appiccicata a Martin la fama di “maledetto”.

Inutile ribadire che ciò che l’artista spagnolo racconta è quel che succede quotidianamente e di cui si legge sui giornali. È però il suo tono amorale a irritare i benpensanti, ma è lo stesso piglio che hanno certi musicisti industrial, il genere preferito da Martin, grande appassionato di rock. Del resto, raccontare la società non è mai facile, specie se si sceglie di descriverne le nefandezze. Ad ogni modo, “Total Overfuck” contiene anche “Snuff 2000”, addirittura più disturbante di “Psycho Pathia Sexualis”, “Anal Core”, “Hard-on” (inedito in Italia) e “Feel the Pain, Feel the Pleasure”, raccolta finora inedita in tutto il mondo. Un modo per entrare dalla porta principale nel lato più oscuro del fumetto contemporaneo.

Lascia un commento