barresi

“La fortuna si diverte” con Barresi e Morozzi, ma anche “L’avaro” con Benvenuti. Il fine settimana teatrale in Toscana

Arezzo, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Teatro e Danza

Nel fine settimana che sta per arrivare, in Toscana ci sono numerosi appuntamenti teatrali da segnalare, sia nei teatri più grandi che in quei piccoli gioielli di provincia che raccontano tante storie. Ecco una selezione degli eventi, partendo dal primo spettacolo stagione del Teatro delle Donne di cui scrive il critico teatrale Gabriele Rizza.

BARRESI E MOROZZI: “LA FORTUNA SI DIVERTE” SUL PALCO DI CASCIANA TERME

Eccola “La fortuna si diverte” di Athos Setti. Va in scena domenica 18 dicembre alle ore 18 al Teatro Verdi di Casciana Terme. Sul palcoscenico la Compagnia degli Onesti, in una pièce tra ironia e divertimento. Gli attori Daniela Morozzi ed Emanuele Barresi (nell’immagine sopra al titolo) rappresentano il cuore del cast, del quale fanno parte anche Fabrizio Brandi, Eleonora Zacchi, Riccardo De Francesca, Elisa Franchi, Erika Gori, Maurizio Canovaro, Alessandra Donati. Elaborazione e regia di Emanuele Barresi.

E’ ormai un classico della ristata questa celebre commedia scritta dal livornese Athos Setti, ripresa, tra gli altri, da Eduardo De Filippo, Ettore Petrolini, Angelo Musco. La Compagnia degli Onesti con la regia di Barresi che è anche l’interprete, insieme a Daniela Morozzi (Vittoria, la poliziotta toscana della serie “Distretto di polizia”), riprende e porta in scena il testo originale ambientato in Toscana. La storia mantiene inalterata tutta la sua freschezza e vis comica e narra le vicende di Alfredo che vive in un umile dimora insieme alla famiglia; una notte riceve in sogno la visita di Dante Alighieri, che gli suggerisce quattro numeri da giocare al lotto, sottolineando però, che essi rappresentano anche la data della sua morte. Attraverso dialoghi e situazioni spassose, la vicenda si dipana, fino all’immancabile “colpo di scena” finale.

L’appuntamento fa parte dell’edizione 2016/2017 (la terza) del “Teatro Liquido”, ovvero “Utopia del Buongusto” (il festival estivo) in tempi freddi. La stagione con circa sessanta spettacoli che coinvolge le quattro città d’acqua di Bientina, Casciana Terme Lari, Livorno e Pisa. E’ anche la prima data della seconda “Grande stagione del nuovo Comune” Casciana Terme Lari. Il cartellone unificato che porta la firma dell’Amministrazione comunale, di Scenica Frammenti e Guascone Teatro. Insieme propongono quarantacinque appuntamenti in programma da dicembre a giugno 2017 tra il Teatro di Lari e il Verdi di Casciana.

Per informazioni: 328 0625881 – 320 3667354 – info@guasconeteatro.it – www.guasconeteatro.it. Biglietto: 15 euro intero, 13 euro ridotto.

MONSUMMANO, CAVIGLIA E RAPOLANO TERME: LUCIA POLI INTERPRETA “L’INTRUSA”

È Lucia Poli, grande signora della scena teatrale italiana, ad aprire giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 21 la stagione di prosa al Teatro Yves Montand di Monsummano terme dove nei giorni scorsi è stato allestito l’evento “porte aperte” per presentare il programma stagionale della prosa, ma anche gli appuntamenti per le famiglie, i corsi di tetro e canto e altro ancora. 

L’intrusa preceduto da È una bella giornata di pioggia per la regia di Angelo Savelli. Lezioni di felicità, così è stato traotto in italiano il film di Eric-Emmanuel Schmitt Odette Toulemonde da cui il regista stesso ha poi scritto, una volta tanto al contrario, il suo omonimo libro di racconti nel quale sono inserite le due storie. Unite da una sorta di fil rouge vedono protagoniste due donne diverse anche se entrambe eleganti, sofisticate, sempre sorridenti; probabilmente unite dal mal di vivere, da una quotidianità che sembra in bilico sull’orlo della notte, da un avvenire che è tutto dietro le spalle. 

Lo spettacolo con Lucia Poli è programmato anche al Teatro Comunale di Cavriglia venerdì 16 dicembre 2016 (ore 21.15). E sabato 17 dicembre 2016 alle ore 21, “L’intrusa” è atteso anche al Teatro del Popolo di Rapolano Terme.

IL BAULE DEI SOGNI INCONTRA I BAMBINI AL “COMUNALE” DI S. MARIA A MONTE

Il Baule dei sogni  sabato 17 dicembre 2016, alle 16.30 propone al teatro Comunale di Santa Maria a Monte lo spettacolo di Tib Teatro C’era due volte un cuore per bambini dai 3 ai 10 anni.
Vari oggetti compongono, poco alla volta, lo spazio scenico, piccole magie, tenere musiche incantano, mentre da una finestra sospesa… si guarda fuori, sempre in attesa di un futuro migliore, della meraviglia, della bellezza che verrà.

Il programma del Baule a Santa Maria a Monte riprende sabato 14 gennaio 2017 con Hansel e Gretel, ovvero la trappola perfetta; sabato 21 gennaio Rosa; sabato 28 gennaio Areste Paganos e la farina del diavolo. Le domeniche del Baule al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno tornano invece domenica 15 gennaio  2017 con Buongiorno buonanotte e domenica 22 gennaio con Le 12 fatiche di Ercole

La rassegna è promossa dai comuni di Castelfranco, Montopoli V.no, San Miniato, Santa Croce sull’ Arno (comune capofila) e di Santa Maria a Monte, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, che condivide la direzione artistica con Giallo Mare Minimal Teatro. Biglietto per bambini 3 euro, per adulti 4,50 euro.
Per informazioni  Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629 – info@giallomare.it.

L’IRONIA DI “BE NORMAL!” AL PICCOLO TEATRO BOLOGNINI DI PISTOIA

Torna al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia, sabato 17 dicembre  2016 (ore 21), l’ironia contagiosa di Be normal! di Sotterraneo, al suo quarto anno di vita e seconda tappa, dopo Be legend!, del Daimon Project, il percorso di ricerca sul tema della vocazione che il gruppo ha sviluppato attraverso spettacoli, performance, laboratori, site-specific e altri formati. In scena Sara Bonaventura e Claudio Cirri; la scrittura è di Daniele Villa, concept e regia sono curati collettivamente, come di consueto, da Sotterraneo.

Il gruppo teatrale di ricerca fiorentino, tra i più interessanti della nuova scena nazionale, già vincitore di numerosi premi (Premio Lo Straniero, Premio Speciale Ubu come uno dei «gruppi guida dell’attuale ricambio generazionale», Premio Hystrio-Castel dei Mondi, Eolo Awards 2012”) e presente nei principali festival nazionali ed internazionali, è in residenza dal 2012 presso l’Associazione Teatrale Pistoiese, e in tournée, in questi mesi, anche con un altro spettacolo di grande successo, Il Giro del mondo in 80 giorni da Jules Verne, anche questo coprodotto dall’ATP. In programma anche 4 matinée per le scuole (dal 14 al 16 dicembre, a cui si è aggiunta la data del 19 dicembre per far fronte alle oltre 1000 richieste pervenute) nell’ambito del Progetto “A Scuola di Teatro”.

Prevendita 0573 991609 – 27112 online www.teatridipistoia.it – www.boxol.it

“NON TI PAGO” A PIOMBINO, VOLTERRA E A PISA 

Si alza il sipario giovedì 15 dicembre 2016 (ore 21) su una famosa commedia di Eduardo De Filippo, “Non ti pago”, della Compagnia di teatro Luca De Filippo che è anche il regista. Fra gli interpreti Carolina Rosi, Viola Forestiero, Nicola Di Pinto. Scene di Gianmaurizio Fercioni, costumi di Silvia Polidori, musiche del Premio Oscar Nicola Piovani, luci di Stefano Stacchini.

Lo spettacolo, venerdì 16 dicembre 2016, sarà invece sul palcoscenico del Teatro Persio Flacco di Volterra (ore 21.15). Mentre sabato 17 dicembre 2016 l’appuntamento è nella cornice del Teatro Verdi di Pisa (ore 21), dove replica anche domenica 18 dicembre alle ore 17.

“LA LOCANDIERA (O L’ARTE PER VINCERE) A SAN CASCIANO VAL DI PESA

Appuntamento venerdì 16 dicembre 2016 alle ore 21 al Teatro Comunale Niccolini di San Casciano Val di Pesca: andrà in scena “La locandiera (o l’arte per vincere)” di Carlo Goldoni, adattamento e regia di Stefano Sabelli, con Silvia Gallerano e Claudio Botosso.

ALESSANDRO BENVENUTI FA “L’AVARO” AL TEATRO DEI RINNOVATI DI SIENA

Venerdì 16 dicembre  e sabato 17 dicembre 2016 alle ore 21.15 (e domenica 18 dicembre alle ore 17) a Siena, sul palco del Teatro dei Rinnovati, arriva “L’avaro” di Molière con Alessandro Benvenuti (libero adattamento, ideazione spazio, costumi e regia di Ugo Chiti). Una produzione Arca Azzurra Teatro. In scena con Benvenuti, Giuliana Colzi (che firma anche i costumi), Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda, Desirée Noferini.

FABIO MONTI RACCONTA “DON MILANI SENZA MITO”

L’appuntamento con questo lavoro di Norma Angelini e Fabio Monti (musicista in scena Alessandro Dei) va in scena al Teatro Comunale Capodoglio di Castelfranco Piandiscò alle ore 21 di sabato 17 dicembre 2016.

CORINNE, BARBARA E IVA, “3 DONNE IN CERCA DI GUAI”

I loro cognomi sono nell’ordine Clery, Bouchet e Lanicci. E sono loro le protagoniste di “3 donne in cerca di guai” di J.M. Chevrel. L’adattamento el testo è a cura di Mario Scaletta, la regia dello spettacolo di Dicasio Anselmo, la produzione A.C. Spettacolo teatrali. L’appuntamento è sul palcoscenico del Teatro Accademico di Bagni di Lucca, domenica 18 dicembre 2016 alle ore 21.15.

I “POLLI D’ALLEVAMENTO” DI GIORGIO GABER E SANDRO LUPORINI A CAMAIORE

Giulio Casale arriva con “Polli d’allevamento” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini (basi musicali originali di Franco Battiato e Giusto Pio) sul palcoscenico del Teatro dell’Olivo di Camaiore. L’appuntamento (la produzione è della Fondazione Giorgio Gaber) è per domenica 18 dicembre alle ore 21.

ALL’ANTELLA C’È “MARTIN LUTHER KING LA DICEVA MEGLIO”

“Ho un sogno, ma non so come dirlo. I have a dream?”. Inizia così “Martin Luther King la diceva meglio”, spettacolo di Christian Gallici in programma venerdì 16 e sabato 17 dicembre 2016 alle 21 al Teatro Comunale di Antella. È la storia di un giovane attore che sogna di mettere in scena Amleto, fra mille difficoltà, fra invenzioni sceniche irrealizzabili e rilettura moderna di Shakespeare. Un modo per riflettere sulla condizione dell’artista e la generazione dei trentenni. Biglietti 13 e 7 euro.

GIULIA LAZZARINI RECITA LE PAROLE DI RITA LEVI MONTALCINI

di Gabriele Rizza

L’omaggio a Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la medicina, apre venerdì 16 dicembre 2016 alle 21 al Manzoni di Calenzano la 25esima stagione del Teatro delle Donne diretto daCristina Ghelli. Impegno e rigore non disgiunti da allegria, umorismo e prontezza di spirito sgorgano dal suo epistolario e della sua biografia. La trascinante vitalità, palpitante umanità ed energica giovinezza che animano gli scritti, è alla base di questa “lettura”, magistralmente interpretata da una signora del teatro italiano come Giulia Lazzarini. Le parole di Rita si muovono con il tempo del ricordo, ripescando emozioni, pensieri, tranches de vie, pennellate di sottile ironia e riflessioni sull’esistenza, contrappuntate da una struttura di video-clip che ricostruiscono l’immaginario artistico della scienziata, attraversato dai lampi pittorici dei suoi artisti preferiti, dalla bellezza sorprendente delle visioni al microscopio filmate da lei stessa, dall’infinitamente piccolo della natura alle architetture sonore di Bach, dalla grazia di Mozart alla gravitas di Beethoven, dall’angoscia della guerra ai palpiti di una giovane donna che decide il suo destino in un’epoca storica in cui questa libertà non era affatto ovvia. Il testo ripercorre i momenti salienti della sua vita: l’infanzia torinese, i rapporti familiari, l’influenza tragica di un momento storico terribile come quello delle leggi razziali, l’impegno, la partenza per gli Stati Uniti, la ricerca, il suo testamento intellettuale, un “Nuovo Umanesimo” che possa intrecciare le due culture, scientifica e umanistica, per una nuova società fondata sul primato della conoscenza.

Lascia un commento