Accardo

LUCCA CLASSICA. È il giorno (il 4 maggio) di Salvatore Accardo al Teatro del Giglio. Poi tanti altri eventi, che proseguono domenica 5 tra concerti, appuntamenti a Marlia, visite, gli inediti di Puccini e il premio al card. Ravasi

Lucca, Musica
È il giorno di Salvatore Accardo e dell’Orchestra da camera italiana a Lucca Classica Music Festival. L’appuntamento è per sabato 4 maggio 2019 alle 21 al Teatro del Giglio, con musiche di Bach, Paganini, Rossini e Verdi e l’introduzione di Angelo Foletto. Ma prima di arrivare al concerto di uno di più grandi violinisti italiani, un’altra intensa giornata di appuntamenti attende il pubblico di Lucca Classica e prevede anche la straordinaria apertura di Palazzo Orsetti, dove il sindaco Alessandro Tambellini farà da cicerone tra le sale per l’occasione aperte al pubblico per l’occasione (per prenotazioni scrivere a sindaco@comune.lucca.it). 
Accanto a Palazzo Orsetti, molti altri luoghi storici della città faranno da scenario agli appuntamenti del Festival. A Palazzo Ducale, ci sono stati il ricordo di Severino Gazzelloni, curato da Filippo Rogai e la storia del rapporto tra Elisa Bonaparte e il fratello Luciano, uomo di lettere, fine pensatore e appassionato archeologo, interpretati da Amanda Sandrelli e Marco Brinzi, accompagnati dalla musica de Trio Synchordia (alle 12).
Sempre a Palazzo Ducale, alle 16:45, in collaborazione con la Fondazione Federica e Brunello Cucinelli, Accademia Hermans in concerto e, alle 18:05, un originale spettacolo dedicato ad alcuni dei più celebri Lieder di Mozart e Schubert, con il soprano Gemma Bertagnolli e il pianista Giovanni Bietti.  All’Auditorium “Boccherini”, alle 15, un incredibile concerto con le percussioni in vetro di Tetraktis. Per chi volesse fare un salto nella storia, appuntamento alla basilica di S. Frediano alle 16, con Concentus Lucensis, introdotti dalla storica dell’arte Alessandra Trabucchi. Spazio alla contemporaneità, invece, alle 16:45, al Teatro S. Girolamo, con le opere prodotte dal Puccini Chamber Opera Festival.
Molti gli eventi dedicati ai più piccoli: dal concerto all’Auditorium “Boccherini” con il Boccherini Cello Ensemble e Massimo Maffei, a “Costumisti all’opera” (Puccini Museum, alle 16), passando per il tradizionale spettacolo con “Boccherini sulle mura” (baluardo S. Colombano, alle 16:15), chiusura del progetto Io e Luigi veri amici. Musica anche tra le vie della città con Quinto Aere e la Banda Giacomo Puccini di Nozzano Castello.
de maria def
Il pianista Pietro De Maria
Per concludere in bellezza la giornata, dopo il concerto di Salvatore Accardo e dell’Orchestra da camera italiana, l’imperdibile appuntamento con il pianista Pietro De Maria e il suo omaggio alla luna, a 50 anni dal primo passo dell’uomo sul nostro satellite. De Maria interpreterà musiche di Bach e Beethoven, tra cui la celebre sonata Al chiaro di luna, mentre sullo sfondo scorreranno straordinarie immagini lunari curate da Enrico Stefanelli, di Photolux.
DOMENICA 5 MAGGIO 2019 / il programma. Dal viaggio musicale lungo il Danubio al pianoforte di Bruno Canino
Ancora una giornata densissima di appuntamenti – domenica 5 maggio 2019 – a chiudere l’edizione 2019 di Lucca Classica Music Festival, che in questi giorni ha riempito di musica l’intera città, coinvolgendo migliaia di persone.
Ad aprire, in Sala Ademollo (alle 10), sarà una nuova tappa del viaggio musicale lungo il Danubio di Oreste Bossini, accompagnato della violoncellista Silvia Chiesa e del pianista Maurizio Baglini. Dopo il concerto al Teatro del Giglio, torna Salvatore Accardo (alle 10:40, a Palazzo Ducale) per una conversazione con il giornalista Angelo Foletto che avrà al centro la musica come universo da esplorare. Protagonista in Sala Ademollo sarà anche il pianista Andrea Lucchesini, che ci introdurrà insieme a Giovanni Bietti alla musica di Chopin (alle 11:10). Da non perdere il tradizionale appuntamento con la Polifonica lucchese per la messa in S. Martino (alle 10:30).
Alle 11, LuccaClassica uscirà ancora una volta dalle mura cittadine per arrivare a Villa Reale, a Marlia, e contrappuntare di momenti musicali la visita allo stupendo parco della dimora storica.
tamminga somaldi
Tra una visita guidata al Puccini Museum e una al Teatro del Giglio, il piacevole connubio tra grandi vini e musica ad Anteprima Vini della Costa Toscana (al Real Collegio alle 11), le collaborazione con il Boccherini Guitar Festival e il Laboratorio Orchestrale “Fratel Arturo Paolo”, si arriva all’atteso appuntamento con la presentazione degli inediti per organo e canto gregoriano di Giacomo Puccini, che quest’anno incontrano il canto gregoriano, con il celebre organista Liuwe Tamminga (nella foto a sinistra) e le voci di Vincenzo Di Donato, Matteo Valbusa, Brad Carlton Sisk (alle 12:15 in S. Pietro Somaldi; in replica alle 16:15).
Nel pomeriggio la musica invaderà anche le strade, con la Banda “Giacomo Puccini” di Segromigno e il gruppo vocale Stereo Tipi. Andrea Lucchesini sarà ancora protagonista a palazzo Ducale alle 18, con il ricordo di Ermanno Olmi a un anno dalla scomparsa, al quale prenderà parte anche Fabio Vacchi, compositore, vincitore del David di Donatello per la colonna sonora del film “Il mestiere delle armi”. Alle 18:40, sempre in Sala Ademollo, due istituzioni nel panorama musicale italiano: il violinista Cristiano Rossi e il pianista Bruno Canino, con la musica di Mozart e Schumann.
agresta, anastasio, venezi
Alle 21, l’appuntamento che celebra la collaborazione con il Cortile dei gentili, con la cerimonia di consegna del Premio Lucca Classica al Cardinal Gianfranco Ravasi, che salirà sul palco del Teatro del Giglio per una conversazione con il rapper Marco Anastasio, la soprano Maria Agresta e la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi (nella foto a lato, da sinistra, Agresta, Anastasio e Venezi).
A chiudere la quinta edizione del festival sarà il concerto dell’Orchestra dell’ISSM “Boccherini” diretta da GianPaolo Mazzoli, con due grandi interpreti solisti, il violinista Marco Rizzi e il violista Danilo Rossi.
Per maggiori informazioni www.luccaclassica.it.

Lascia un commento