Lucca Biennale: le notti bianche di Cartasia. Tre serate fra arte e danza, ma anche porte aperte alla mostra indoro alle scuderie ducali di San Romano (il 24, 26 e 28 agosto)

Tre serate tra arte e danza con Lucca Biennale-CartasiaMartedì 24, giovedì 26 e sabato 28 agostola Biennale terrà aperte le porte della mostra indoor anche dopo cena, fino alle 23. Sarà un’occasione per ammirare le opere ospitate nell’edificio neogotico delle scuderie ducali di S. Romano (ex Museo del Fumetto) godendo di un’atmosfera assolutamente particolare, passeggiando nel grande cortile e nelle sale che ospitano le varie sezioni.  

Wasted Land

Ad arricchire le tre serate, l’imperdibile performance realizzata in collaborazione con Keos Dance Project (nelle foto), centro di formazione e produzione danza diretto da Stefano Puccinelli, una delle realtà più rilevanti del settore e punto di riferimento in Toscana e non solo nell’ambito della ricerca e della sperimentazione coreografica. In uno spazio irreale e suggestivo, dai bagliori crepuscolari, una grande scatola di carta traslucida. In quella scatola, tra pareti effimere di cellulosa e luci abbaglianti, si muoveranno inizialmente i ballerini, per poi uscirne, rinati, alla vista del pubblico. Questo è “Raw vibes”, la performance ideata per Cartasia da Puccinelli, danzatore e coreografo formatosi tra l’Italia e Londra, membro del Consiglio Internazionale della Danza–Unesco.  

Per ogni serata sono previsti due spettacoli: il primo alle 21:30 e il secondo alle 22:30. 

Per l’occasione, Lucca Biennale prevede un biglietto speciale a €6, con il quale sarà possibile accedere alla mostra indoor e assistere alla performance artistica di Keos Dance Projetc. 

 

Per maggiori informazioni: www.luccabiennale.com

 

Lascia un commento