CONCERTI DI NATALE. Strauss piace all’ORT, ma anche al celebre cornista Radovan Vlatković. Il Maggio punta sul Coro delle voci bianche e Pistoia sul gospel

Firenze, Livorno, Lucca, Musica, Pistoia

Natale si avvicina e nel corso della settimana dal 18 al 24 dicembre 2016 sono in agenda, in giro per la Toscana, diversi appuntamenti con i tradizionali concerti di Natale.

STRAUSS E NON SOLO: VLATKOVIĆ SUONA A PISTOIA CON L’ORCHESTRA LEONORE

La stagione sinfonica Promusica prosegue giovedì 22 dicembre 2016 alle 21 al Teatro Manzoni con Radovan Vlatković (foto grande sopra il titolo), uno dei più celebri cornisti del mondo con l’Orchestra Leonore, l’orchestra della città Capitale Italiana della Cultura 2017. Il  critico del Times, Geoff Brown, ha scritto di Vlatković: “…un altro grande che sa ricavare suoni meravigliosi, ricchi di colori, da uno strumento difficile quale il corno moderno. Il controllo da lui mostrato nel secondo Concerto di Richard Strauss è stato straordinario, specialmente nel secondo movimento, dove è riuscito a far ‘cantare’ lo strumento in perfetta intesa con l’orchestra, senza ricorrere ad alcun tipo di manierismo.” (London Symphony Orchestra / V. Gergiev, Londra, febbraio 2010)

Al centro del secondo appuntamento della stagione un programma variegato e coinvolgente in cui spicca il Concerto n. 1 per Corno e orchestra di Strauss. Scritto a diciannove anni, il concerto sottolinea l’influenza che, nella vita dell’artista, ha avuto il rapporto con il padre, Franz, primo corno dell’orchestra di corte di Monaco di Baviera, e uno dei più importanti cornisti-virtuosi del suo tempo. Insieme a Mozart, poi, ci “prenderemo gioco” di tutti i cornisti del mondo con il Rondò per corno e orchestra in Re maggiore K 514, nel quale il corno si ritrova a “battibeccare” elegantemente con gli archi e i due oboe. Nella seconda parte infine lo sguardo dell’Orchestra Leonore sarà puntato su uno di quei brani che non finiranno mai di stupire: la Sinfonia n. 1 in Do maggiore op.21 di Beethoven.

IL MESSIAH DI HANDEL NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO A LUCCA

Saranno gli ottoni e le percussioni dell’Orchestra della Scala di Milano ad interpretare le splendide melodie del Messiah di George Frideric Handel, lunedì 19 dicembre 2016, alle 21, nella Chiesa di San Francesco a Lucca. Un evento realizzato dal Comitato Nuovi Eventi con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e la collaborazione del “Puccini e la sua Lucca Festival”. Un ritorno per questo ensemble del prestigioso teatro milanese, che anche nell’ottobre 2015 si esibì in San Francesco riscuotendo un grande successo.A dirigere, oggi come allora, il maestro Brian Richard Earl che,  attraverso un’accurata selezione, proporrà un’originale versione del Messiah, esplorando tutte le possibilità espressive degli ottoni e delle percussioni e valorizzando il talento degli altri importanti interpreti della serata: il soprano Bianca Barsanti, il mezzosoprano Laura Brioli, il tenore Marco Mustaro e il basso Romano Martirizzi. Sarà invece il maestro Maurizio Preziosi a dirigere il Coro della Schola Cantorum Labronica. Un concerto perfettamente calato nello spirito natalizio di questi giorni, poiché il Messiah di Handel è composizione intimamente connessa al Natale. Scritto nel 1741, si tratta di un oratorio sacro dedicato appunto alla venuta del Cristo, che entusiasmò a tal punto il Re d’Inghilterra Giorgio II, da farlo balzare in piedi durante l’esecuzione del coro dell’Halleluja, instaurando la consuetudine, ancora viva nei paesi anglosassoni, di ascoltare in piedi quella specifica parte del Messiah. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. Informazioni al Teatro del Giglio.

LIVORNO: IL CORO DEL CORONA FRA CANTI GREGORIANI E GOSPEL

Martedì 20 dicembre 2016 alle 21.15 nel Duomo di Livorno il Coro “Rodolfo del Corona” diretto da Luca Stornello, condurrà l’ascoltatore attraverso la musica sacra nei secoli, alla ricerca dello “Spirito Ritmico”.

In principio era solo la parola a dettare i tempi del canto sacro, e la musica fluiva libera da vincoli di durata. Più tardi, le culture afroamericane hanno unito la loro naturale inclinazione ritmica alla grande spiritualità della musica sacra. “Spirito ritmico”: dal gregoriano allo spiritual e al gospel, passando per la polifonia classica per finirecon la caleidoscopica Messa Jazz di Steve Dobrogosz. Il concerto natalizio traccerà un percorso atipico alla scoperta del ritmo nelle composizioni sacre. Atipico nell’accostamento di stili apparentemente lontanissimi tra loro. Accattivante nel dipanarsi del filo invisibile che lega i brani proposti, con lo stile brioso tipico delle proposte del Coro Del Corona, a cui si unisce per questa occasione un ensemble strumentale formato da Giovanna Pieri Buti ed Eleonora Mugnaini, violini, Marta Degl’Innocenti, viola, Bianca Cozzolino, violoncello, Simone Dei contrabbasso, e Massimiliano Fantolini al pianoforte.

L’ORT E IL CONCERTO DI NATALE CON PETER GUTH, DIRETTORE E VIOLINO

L’appuntamento è per sabato 24 dicembre 2016 (ore 17) al Teatro Verdi di Firenze, dove l’ORT terrà il Concerto di Natale, con Peter Guth direttore e violino (nella foto in basso a sinistra), in collaborazione con il Conservatorio Cherubini di Firenze e l’Istituto Rinaldo Franci di Siena.

Il tema è “Saluti da Vienna”, ovvero le più belle danze e i valzer della Venna di Strauss, Suppé, Stolz e Lehár. Il titolo del concerto, come è evidente, condurrà gli spettatori nelle sale da ballo pubbliche di Vienna dove per tutto l’Ottocento di ballavano, appunto, valzer e polle, gallo e quadriglie. With, depositario della tradizione esecutiva del valzer viennese, dirige imbracciando il violino come facevano gli Strauss. E sembrerà di essere, con l’anticipo di una settimana, al Misikverein di Vienna per il tradizionale Concerto di Capodanno.

Ma il concerto, prima di approdare al Verdi di Firenze, farà alcune tappe in giro per la Toscana (inizio sempre alle 21, ad eccezione di Figline ore 21.15). Eccole: martedì 20 dicembre 2016 al Teatro Metropolitan di Piombino; mercoledì 21 dicembre al Teatro Politeama di Poggibonsi, giovedì 22 dicembre al Teatro del Giglio di Lucca, venerdì 23 dicembre al Teatro Garibaldi di Figline Valdarno.

L’ENSEMBLE DE ANGELIS ALLA LIMONAIA DI VILLA STROZZI

Lunedì 19 dicembre 2016  alle 21 alla Limonaia di Villa Strozzi (Via Pisana 77, Firenze, ingresso a offerta libera, info: ensembledeangelis@gmail.com, 3317637587) si esibisce l’Ensemble De Angelis, cimentandosi con opere di Bach, Mozart, Liszt, Zappa, Kaija Sariaaho, Bent Sørensen, Willy Merz e Michele Sarti.

Si attinge da un repertorio molto vasto che spazia dalla musica antica fino al rock riadattato in chiave contemporanea e presenta una selezione di musiche originali e trascritte: partiture create per l’occasione dai compositori Michele Sarti e Davide Fensi, arrangiamenti curati da Pierpaolo Romani e Andrea Pennati e composizioni di Sariaaho, Sørensen e Merz.

LE VOCI BIANCHE DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

Lorenzo Fratini è il direttore del Coro delle voci bianche del Maggio, che mercoledì 21 dicembre alle ore 20 al Teatro dell’Opera di Firenze sarà protagonista del concerto natalizio, In programma ci sono brani classici e canti natalizi tradizionali con l’accompagnamento del gruppo Musica d’Insieme Astrolabio formato da quattordici giovani (età compresa fra 14 e 25 anni) che – come si spiega sul sito del Maggio Musicale Fiorentino – offre un percorso di espressione artistico/musicale con una prospettiva non solo didattica, ma anche formativa e culturale a sostegno di bambini affetti da disturbi generalizzati dello sviluppo e da altre tipologie di handicap (in collaborazione con Save the Children). Il concerto prevede così brani di Strauss jr, Enrique Granados, Joseph Lanner, Isaac Albéniz, Čajkovskij, Mozart/Don Moore, Bob Chilcott, John Rutter. Il Coro delle voci bianche del maggio è composto da Tommaso Benevento, Lorenzo Bernardinello, Erc Blake, Arianna Bordini, Stefano Carnevali, Paolo Cortellini, Antonella Donnini, Elisa Geri, Andrea Giovannini, Rodrigo Guinis, Elisa Luccioli, Andrea Masini, Andrea Parenzin.

PISTOIA: AL TEATRO MANZONI IL CONCERTO SOTTO L’ALBERO

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia rinnova come ogni anno la tradizione proponendo per mercoledì 21 dicembre 2016 alle ore 21, presso il Teatro Manzoni di Pistoia, il Concerto di Natale. Per la prima volta sarà l’Orchestra Leonore, insieme al suo direttore maestro Daniele Giorgi, a farci avvicinare al Natale con le celebri composizioni dei Maestri Ennio Morricone e Nino Rota. Direttore d’orchestra, compositore e violinista, Daniele Giorgi considera una ricchezza irrinunciabile dedicarsi alla musica da più prospettive. 
Voluta e promossa dalla Fondazione Pistoiese Promusica, ente strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, l’Orchestra Leonore – Fondazione Promusica Pistoia, nasce nel 2014 come espressione dell’idea del fare musica insieme come atto di condivisione autentica, riunendo in questo obiettivo comune musicisti eccellenti attivi in prestigiosi ambiti cameristici e con esperienze in importanti orchestre europee. Fin dal suo esordio il “fenomeno Orchestra Leonore” si è guadagnato l’attenzione del mondo musicale a livello nazionale per la straordinaria energia e naturalezza delle interpretazioni.

IL GOSPEL DI NATALE AL TEATRO BOLOGNINI DI PISTOIA

Arriva anche quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento con il Concerto Gospel di Natale organizzato dall’Associazione Blues In e previsto per il 21 dicembre 2016 (ore 21.30) al Teatro Bolognini di Pistoia. Per l’occasione si esibirà il gruppo The Voice of Georgia (nella foto a lato direttamente da Atlanta (Usa). Si tratta di una formazione attiva in America da molti anni: il loro stile rappresenta uno dei più autentici esempi della musica Gospel tradizionale che ancora oggi é possibile ascoltare in quella regione. Il gruppo é stato fondato da Marvin Anderson pianista e compositore da molti anni presente sulla scena musicale della Georgia, già vincitore di un Award”con il brano “Pattern My Life”. Un concerto che regalerà al pubblico le emozioni che solo il Traditional Gospel con la sua carica di energia e religiosità sa offrire. Inizio ore 21.30, ingresso unico a sedere non numerato con biglietto a € 15 (+ dp) su Ticketone, Boxoffice Toscana, Biglietteria Teatro Manzoni.

LA SECONDA SETTIMANA DEL TOSCANA GOSPEL FESTIVAL

Il programma della XXI edizione del Toscana Gospel Festival prosegue in questa settimana che precede il Natale con vari appuntamenti: martedì 20 dicembre 2016 doppio evento (inizio dei concerti alle 21.15), a Colle Val d’Elsa (Teatro del Popolo) con The Harlem Voices, e a Empoli (Cinema teatro La Perla) con Perfect Harmony & Voices of Victory; mercoledì 21 alle 21.15 The Harlem Voices saranno al Teatro del Popolo di Castelfiorentino, giovedì 22 in scena Cedric Shannon Rives & Brothers in Gospel a Castiglion Fiorentino (ore 21.15, Teatro Mario Spina), venerdì 23 dicembre alle 21.15 ci spostiamo a Fucecchio (Nuovo Teatro Pacini) con Danton Whitley & Music Sound. Poi pausa fino al 28 dicembre quando riprenderanno i concerti in programma poi fino al primo gennaio 2017.

MUSICA SACRA NELL’ORATORIO DI S. FRANCESCO POVERINO A FIRENZE

All’ Oratorio di San Francesco Poverino, parte della chiesa della Santissima Annunziata nell’omonima piazza fiorentina, martedì 20 dicembre 2016 alle 18 si esibisce il Quintetto Polifonico Italiano “Clemente Terni”, con un programma di musica sacra dal XIII al XVI secolo. Ingresso libero.

Costituito da cantanti di varia estrazione e formazione musicale, il quintetto si dedica principalmente al repertorio polifonico puro, a cappella, dai primi organa medievali al repertorio tardo rinascimentale, passando attraverso la grande produzione sacra e profana dell’età d’oro del Rinascimento musicale italiano e spagnolo. Caratteristica peculiare di questa formazione è una ricerca approfondita sul canto che, pur nella più rigorosa filologia, si distacca molto dall’ ideale di “voce strumentale”. Si indaga, viceversa, una vocalità complessa, piena e completa, ricca di vitalità espressiva.

 

Lascia un commento