LO SCHERMO DELL’ARTE. Il design, l’architettura e “Kusama – Infinity”, storia dell’artista giapponese fra le maggiori dell’arte contemporanea

Da non perdere, Firenze

Lo Schermo dell’Arte Film Festival a Firenze giunge venerdì 16 novembre 2018 al terzo giorno di programmazione. Ecco gli appuntamenti in cartellone.

Le Murate. Progetti Arte Contemporanea
ore 11:00 – 19:30 mostra European Identities. New Geographies in Artists’ Film and Video

Palazzo Medici Riccardi, Sala Luca Giordano
ore 15:45 Festival Talk Touching the Real. Documentary in Contemporary Art Practice, tavola rotonda

Cinema La Compagnia
ore 18:00 SuperDesign. Italian Radical Design 1965-1975 di Francesca Molteni, Italia, 2017
ore 19:20 Wild Relatives di Jumana Manna, Germania, Libano, Norvegia, 2018,
ore 21:00 Kusama – Infinity di Heather Lenz, Stati Uniti, 2018
ore 22:30 Moriyama-San di Ila Bêka e Louise Lemoine, Francia, 2017

ore 18:00 Alla presenza della regista Francesca Molteni, Superdesign ripercorre la storia del movimento radicale italiano che tra gli anni Sessanta e Settanta del Novecento rivoluzionò sul piano internazionale il concetto di design e di architettura. Attraverso interviste ai suoi protagonisti tra i quali Archizoom Associati, Piero Gilardi, Studio 65, Lapo Binazzi, Superstudio, Gianni Pettena, il film ricostruisce, anche attraverso preziosi materiali d’archivio, una stagione di turbolenza artistica e utopia critica nella quale l’architettura e il design vennero reinterpretati e furono strumenti di critica alla società.

ore 19:20 Prima italiana alla presenza dell’artista Wild Relatives di Jumana Manna, Germania, Libano, Norvegia, 2018 Giovani ragazze siriane che vivono nei campi profughi nella valle della Bekaa, in Libano, lavorano come raccoglitrici di semi nei campi di grano appartenenti a ICARDA (Centro Internazionale di Ricerca Agriculturale nelle Zone Desertiche). Nel 2013 ICARDA ha trasferito la sua banca di semi provenienti da tutto il mondo a Longyearbyen, in Norvegia. Il film dell’artista americana affronta il dibattuto tema dell’ambiente e apre uno spazio di riflessione sulla biodiversità, la resilienza e il cambiamento climatico.

ore 21:00 Prima italiana, Kusama – Infinity di Heather Lenz, Stati Uniti, 2018, Yayoi Kusama ha quasi 90 anni (nella foto sopra il titolo un’immagine dalla pellicola). Dopo 30 anni vissuti in un istituto psichiatrico in Giappone – fin da bambina soffre di allucinazioni, manie ossessive-compulsive e depressione – e dopo almeno un ventennio di anonimato, l’artista giapponese è oggi considerata una delle maggiori figure della scena contemporanea mondiale. Il film si sviluppa tra le interviste agli amici, ai collaboratori, agli studiosi e colleghi del mondo dell’arte, e contiene numerosi estratti dal suo diario e dalle sue lettere, comprese quelle che da giovanissima inviò alla grande artista americana Georgia O’Keeffe.

ore 22:30 Alla presenza dell’artista Ila Bêka, Moriyama-San di Ila Bêka e Louise Lemoine, Francia, 2017, Yasuo Moriyama, eremita urbano di Tokyo, in tutta la sua vita non ha mai lasciato la città in cui è nato e cresciuto. Vive oggi in una casa considerata uno degli esempi più importanti dell’architettura giapponese contemporanea realizzata dall’architetto Ryūe Nishizawa. Il film è la cronaca dei giorni trascorsi da Ila, uno dei due autori, in compagnia di Yasuo, nel suo piccolo mondo lontano dall’idea di comfort occidentale e scandito da riti quotidiani che il signor Moriyama compie con regolarità e dedizione.

Lo schermo dell’arte Film Festival – XI edizione
diretto da Silvia Lucchesi
Firenze, Cinema La Compagnia e altri luoghi
Fino al 18 novembre 2018

www.schermodellarte.org
#schermodellarte

Lascia un commento