Livorno, una domenica nel nome di Modigliani alla Biblioteca Labronica e al Museo Fattori

Focus, Livorno

LIVORNO / 1. PORTE APERTE ALLA BIBLIOTECA LABRONICA. CI SARANNO ALCUNE LETTURE DI LETTERE DI MODÌ E IL GIOVANE POETA GIGI ANNARELLI

Domenica 1 dicembre 2019, prima domenica del mese, porte aperte alla Biblioteca Labronica “F.D. Guerrazzi” di Villa Fabbricotti a Livorno. Si potrà visitare gratuitamente la struttura che custodisce  importanti documenti della città  in collaborazione con la Coop. Itinera. In queste occasioni un operatore esperto di Itinera farà da guida a chi voglia partecipare all’iniziativa, accompagnando il visitatore in un percorso storico sulla nascita della biblioteca a Livorno, sul suo posseduto antico e moderno e sul funzionamento oggi. (Nella foto sopra il titolo: particolare di Villa Fabbricotti).

In occasione del centenario della morte di Amedeo Modigliani, domenica 1 dicembre la visita sarà arricchita dalla partecipazione di un giovane poeta livornese, Gigi Annarelli, classe 1997, che declamerà per l’occasione la poesia che ha dedicato a Amedeo Modigliani,  poesia che ha ottenuto il meritato premio Bolognesi nel 2012. Durante il percorso guidato alla scoperta del ricco patrimonio documentale saranno anche lette alcune preziose lettere di Amedeo Modigliani, conservate in biblioteca. L’appuntamento è all’ingresso principale della Biblioteca all’interno della Villa Fabbricotti alle ore 16. 

Info :Biblioteca Labronica 0586 824528 – Coop Itinera 0586 894563 

LA STORIA / La Biblioteca Labronica inserita nel Parco di Villa Fabbricotti, ha una grande storia da raccontare.  Nata ufficialmente nel 1952 come biblioteca civica, ma inaugurata nella veste attuale nel giugno del 2003 dopo un importante intervento di restauro durato cinque anni, svolge  la duplice funzione di biblioteca conservativa oltre che di pubblica lettura. I suoi preziosi fondi, consultati da storici e professori spesso operanti fuori dai confini locali, testimoniano il lungo percorso evolutivo con cui la biblioteca si è formata e documentano la storia di Livorno e la storia d’Italia tutta, attraverso opere manoscritte, pubblicazioni a stampa, cartoline d’epoca  e fotografie per un totale di circa 140,000 pezzi. Tra i più importanti, si ricordano l’Encyclopedie di Diderot e D’Alembert, “Dei delitti e delle pene” di Cesare Beccaria, gli originali autografi delle “Grazie” di Ugo Foscolo, l’Autografoteca Bastogi, lettere e documenti manoscritti di Giacomo Leopardi, la collezione bibliografica e iconografica di Oreste Minutelli comprendente oltre 4000 stampe iconografiche che testimoniano la nascita e l’evoluzione di Livorno

LIVORNO / 2. MUSEO FATTORI A INGRESSO GRATUITO IL 1° DICEMBRE

Domenica 1 dicembre 2019, come ogni prima domenica del mese, è previsto l’ingresso gratuito al Museo “Fattori” di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva 65) che sarà aperto in orario 10-13 e 16-19.

Alle ore 16.30 nella Sala degli Specchi del museo è prevista la conferenza del prof. Giorgetti “La vita parallela del maestro di Modigliani con l’impressionismo francese: la prima “secessione” dai canoni accademici della pittura”. Si tratta di un omaggio a Modigliani, alla pittura e alle arti in genere. Partendo dalla divulgazione dei valori risorgimentali, attraverso l’alternanza di interventi poetici, narrativi e musicali sarà possibile ascoltare brani e tematiche relative alla cultura italiana ed europea al tempo del Maestro di Modigliani, Giovanni Fattori e i Macchiaioli.

Per informazioni: Biglietteria Museo Fattori tel.0586/824607

 

Lascia un commento