LIVORNO. Riordino del sistema della sosta, accordo fra Comune e Tirrenica Mobilità. Non si faranno i 4600 stalli previsti nelle zone con lettere F, S ed M, riduzione dell’orario di sosta a pagamento e omogenizzazione delle tariffe

Focus, Livorno

L’amministrazione comunale di Livorno e Tirrenica Mobilità hanno raggiunto l’accordo per il riordino del sistema sosta. Il dialogo con Tirrenica Mobilità, che si è da subita resa disponibile ad una trattativa, è iniziato mesi fa, grazie alla collaborazione degli uffici comunali (Ufficio Mobilità, Avvocatura Civica, Ufficio Contratti, Ragioneria). 

Il sindaco Luca Salvetti, insieme all’assessora alla Mobilità Giovanna Cepparello e al presidente della Tirrenica GAbriele Vannucci, hanno illustrato l’accordo nel corso di una conferenza stampa in parte in presenza in parte via skype. 

ACCORDO CON TIRRENICA MOBILITÀ IN SINTESI

Rinuncia alla realizzazione di 4600 stalli nei lotti 5 e 6 (lettere F, S e M). 
La realizzazione di stalli centrali avrebbe pesantemente ridotto l’offerta di sosta in quartieri molto popolosi, creando enormi problemi di parcheggio ai residenti. Inoltre in molti casi, specie per quanto riguarda la lettera M, la realizzazione di stalli blu avrebbe incentivato l’uso del mezzo privato per raggiungere il centro. 
 
Cancellazione degli stalli blu in tutte le ZTL (ad eccezione della ZTL notturna in Venezia). 
Gli stalli blu all’interno delle ZTL creano semplicemente confusione nell’utenza, che pensa di poter entrare nella Zona a Traffico Limitato pagando la sosta, anche se in realtà non ha titolo. 
 
Riduzione dell’orario di sosta a pagamento in tutta la città fino alle ore 20.00 (ad eccezione della Zona Mare, dove Tirrenica si è detta indisponibile a ridurre l’orario serale). 
 
Abbiamo voluto uniformare la disciplina delle due convenzioni – è stato detto – per renderla più chiara e fruibile
Riduzione della tariffa oraria in tutte le aree di sosta della convenzione del 2018 ed omogeneizzazione con le tariffe della convenzione del 2012.  Le tariffe diverse hanno creato molti problemi nelle zone ‘di confine’ tra le due convenzioni, dove l’utente si è trovato spesso in difficoltà nel comprendere la disciplina tariffaria. 
 
Frazionamento del pagamento della tariffa per la prima ora negli stalli blu della convenzione 2018. 
Si tratta in molti casi di stalli situati in luoghi dove l’utente ha bisogno di una sosta breve. 
 
Abrogazione definitiva degli stalli blu in Piazza del Luogo Pio e del parcheggio di Piazza SS Trinità. 
Si tratta di due operazioni finalizzate alla pedonalizzazione definitiva della Piazza del Luogo Pio e al mantenimento di un’offerta di sosta soddisfacente per i residenti della Venezia. 
 
Riacquisizione da parte del Comune del parcheggio Del Corona.
Il parcheggio risulterà particolarmente strategico per aumentare l’offerta di sosta, in parte per i residenti, in parte per chi frequenta la zona per lavoro, anche in previsione del miglioramento della ciclabilità della zona. 
 
Riacquisizione da parte del Comune del parcheggio ex ATL. Abrogazione degli stalli blu in Via Beppe Orlandi e in via Goito. Il parcheggio, gratuito, e le aree liberate dagli stalli costituiranno un ‘polmone’ libero per chi frequenta il tratto nord del lungomare. Una parte del parcheggi (ancora da definire) saranno probabilmente riservati ai residenti. 
 
Lancio di una campagna di promozione del bikesharing attraverso un piano di agevolazioni tariffarie. 
Alla fine della quarantena, ci sarà per Livorno una piccola grande novità: le biciclette del nostro bikesharing saranno fruibili gratuitamente, secondo modalità che verranno comunicate nelle prossime settimane. 

“Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto con Tirrenica Mobilità – ha detto il sindaco Luca Salvetti – frutto di un lavoro nato all’inizio della legislatura. Terminata l’emergenza coronavirus torneremo a vivere la città con una nuova modalità di sosta. Il progetto di riorganizzazione della sosta concepito dall’amministrazione Nogarin è nato viziato da due problemi fondamentali. In primo luogo, si è trattato di un progetto completamente slegato da una pianificazione organica della mobilità cittadina. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è attualmente in fase di redazione, e non è concepibile affrontare la questione della sosta a prescindere da questo fondamentale strumento. In secondo luogo, il progetto portato avanti dall’’assessore Vece, non ha previsto la minima partecipazione dei cittadini, che improvvisamente si sono trovati a dover condividere le aree di sosta sotto casa, spesso in Zona a Sosta Controllata (ovvero zone con lettera) con tutta la città, e, tra l’altro, a dover contemporaneamente pagare per il proprio contrassegno – prosegue il Sindaco – Non era più possibile sostenere una tale organizzazione della sosta. Ringrazio l’assessora alla mobilità Giovanna Cepparello e gli uffici Mobilità, Avvocatura Civica, Ufficio Contratti e Ragioneria, per l’importante lavoro svolto in questi mesi”.

L’assessora alla mobilità Giovanna Cepparello, soddisfatta per il risultato raggiunto, ha da sempre sostenuto l’importanza della partecipazione “Che è fondamentale per costruire una città efficiente e accessibile – ha affermato – dove vengano conciliati e contemperati interessi e bisogni diversi. Per questo, mentre ci apprestiamo a progettare la mobilità e la sosta del domani, abbiamo sempre presente il modello che abbiamo seguito per arrivare a pedonalizzare il Luogo Pio, basato sull’ascolto e sulla ricerca di soluzioni che non mettano in crisi la quotidianità dei livornesi. In questa fase, mentre la pianificazione va avanti, abbiamo voluto cominciare a correggere il tiro del sistema della sosta, evitando di commettere ulteriori passi falsi, riprendendo sotto il controllo pubblico spazi cruciali per la città e cercando anche di tener conto delle tante sollecitazioni che ci sono arrivate in questi mesi dalla città. Abbiamo potuto farlo grazie alla preziosa collaborazione dei nostri uffici e alla disponibilità a trattare dimostrata dalla Tirrenica Mobilità.”

Anche Gabriele Vannucci, presidente di Tirrenica Mobilità ha espresso la sua soddisfazione per l’accordo ottenuto con l’amministrazione Comunale livornese: “Tirrenica Mobilità ha fin da subito cercato di trovare delle soluzioni rispetto alle richieste avanzate dall’Amministrazione Comunale, posto che il dialogo è uno dei fondamenti del modus operandi della nostra società, così come ci contraddistingue lo spirito di collaborazione con le Amministrazioni èubbliche, in particolare con quella Livornese con la quale siamo legati ormai da lungo tempo.”

Lascia un commento