Livorno, ordinanza del sindaco Salvetti (valida fino al 30 settembre) per razionalizzare le riserve d’acqua. Vietato utilizzare quella potabile per innaffiare parchi, giardini, orti

Fino al 30 settembre 2021 è vietato su tutto il territorio comunale di Livorno utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici.

Lo prevede l’ordinanza n.170 firmata dal sindaco Luca Salvetti, allo scopo di razionalizzare le riserve idropotabilidurante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell’aumento dei consumi di acqua per uso domestico.

Non si potrà, quindi, utilizzare l’acqua potabile per innaffiare parchi, giardini, orti né, ad esempio, per riempire le piscine.

La Polizia Locale è incaricata di controllare il rispetto dell’ordinanza. Per I trasgressori sono previste sanzionida 100 a 500 euro.

Lascia un commento