livorno-music-festival

Livorno Music Festival in scena dal 20 agosto al 7 settembre con sedici corsi di perfezionamento musicale e 23 concerti

Focus, Livorno

Ci si avvicina alla nona edizione del Livorno Music Festival, realizzata dall’Associazione Amici della Musica di Livorno in compartecipazione con il Comune di Livorno e Scorpio Pubblicità e con il contributo di Fondazione Livorno e Regione Toscana. La rassegna musicale che prevede master classes e concerti  si svolgerà dal 20 agosto al 7 settembre 2019. Diciannove intensi giorni che daranno vita a 16 corsi di perfezionamento musicale e strumentale tenuti da illustri maestri e 23 concerti che vedranno protagonisti grandi artisti di livello internazionale e giovani talenti selezionati provenienti da tutto il mondo, nei luoghi culturalmente più significativi della città.

Nove le location di quest’anno: Il Mercato Centrale, la Biblioteca dei Bottini dell’Olio, il Cisternino (ex Casa della Cultura), il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Villa del Presidente (ex sede dell’Istituto Mascagni), il Grand Hotel Palazzo, la Fortezza Vecchia, Palazzo Gherardesca sede dell’ISSM Mascagni e il Museo Piaggio di Pontedera.

BANNER-AMADEUS

Un’esperienza fondamentale di stimolo e di crescita umana e musicale: una vera bottega della musica, dove si scoprono antichi segreti, si scambiano saperi, si creano sinergie e amicizie (Vittorio Ceccanti, direttore artistico).

Alla base di tutto, il concetto di suonare e stare assieme, dell’importanza straordinaria e del potere che la grande musica di tutti i tempi ha per lo sviluppo e il miglioramento della nostra società civile. E’ ormai noto, anche se non così diffuso nell’atto pratico, che la società migliora quando sappiamo stare insieme e creare insieme nuovi progetti, e la musica ha una grande capacità nello sviluppare queste energie”. (cit. Claudio Abbado)

Livorno diventa un palcoscenico musicale che coinvolge oltre al pubblico livornese, appassionati e turisti provenienti da tutta la Toscana e da fuori. Il programma del Livorno Music Festival di quest’anno viaggia nel tempo e nello spazio, avanti e indietro lungo la storia, per recuperare luoghi, tradizioni, appartenenze, lingue musicali che hanno segnato le diverse culture del mondo, e anche le diverse culture della città di Livorno, se pensiamo alla sua storia.

Con la presenza di solisti internazionali, giovani talenti e giovani gruppi emergenti, si esplora così la produzione delle diverse scuole nazionali, si inseguono i grandi compositori nelle loro peregrinazioni, si fa il punto su quanto accade oggi in un territorio specifico o si mettono in risalto continenti immaginari. Con una programmazione varia, che spesso lega gli eventi musicali ad altre arti come la danza, la pittura, la poesia, il teatro e il cinema. Il Festival fa sua la contaminazione, spaziando tra i diversi generi della musica: dalla classica alla contemporanea, dall’operistica delle trascrizioni strumentali al jazz, dalla musica popolare al rock, dall’improvvisazione alla musicaelettroacustica.

***Queste le 16 MASTER CLASSES della nona edizione che si terranno a Palazzo Gherardesca, prestigiosa sede dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Mascagni” tenute da concertisti di fama internazionale e docenti di prestigiose università come il Conservatorio Superiore di Parigi e Ginevra le Hochschule für Musik di Basilea, di Stoccarda e di Mannheim, la Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid, la Scuola Superiore di Musica Katarina Gurska di Madrid, il Conservatorio di Lugano e due docenti dell’ISSM “P. Mascagni”.

ALEXANDER ROMANOVSKY, pianoforte 20/08 – 26/08

ANDREA DIECI, chitarra 20/08 – 26/08

ALDA CAIELLO, canto 20/08 – 26/08

GIOVANNI RICCUCCI, clarinetto 20/08 – 26/08

PAOLO CARLINI, fagotto 20/08 – 25/08

MARCO RIZZI, violino 21/08 – 27/08

ANNA SEROVA, viola 21/08 – 27/08

ROBERTO MOLINELLI, arrangiamento e orchestrazione 25/08 – 27/08

STEFANO GERVASONI e MARCO LIUNI, composizione 26/08 – 1/09

MARIO MARZI, sassofono 28/08 – 2/09                                                                                               

QUARTETTO KLIMT, musica da camera 27/08 – 3/09                                                                               

PAVEL BERMAN e EVA BINDERE, violino 28/08 – 3/09                                                                                           

DANIEL RIVERA, pianoforte 29/08 – 4/09                                                                                                           

VITTORIO CECCANTI, violoncello 28/08 – 3/09                                                                                                       

ANDREA OLIVA, flauto 29/08 – 4/09                                                                                                                     

CLAUDIO ROMANO e JONATHAN FARALLI, percussioni 1/09 – 4/09

Alessandra Dezzi, Giovanni Guastini, Angela Panieri, Caterina Barontini, Livia Zambrini e Susanna Pagano, sono i pianisti che accompagneranno durante i corsi e nei concerti, gli studenti di tutte le classi.

Tante le opportunità che il Festival offre ai giovani musicisti:

– RECITAL ALLA SMF: il solista o gruppo cameristico vincitore assoluto della selezione sarà invitato nella Stagione Concertistica 2019 della Scuola di Musica di Fiesole.

– Gli strumentisti, cantanti e gruppi da camera selezionati potranno SUONARE CON I MAESTRI NEL CARTELLONE DEL FESTIVAL 2019.

– PREMIO MAXWELL DAVIES: una prima assoluta eseguita da ContempoArtEnsemble e pubblicazione del brano per la casa editrice Sillabe.

– SELEZIONE PER ACCESSO DIRETTO AL CONCORSO DI COMPOSIZIONE VERETTI 2020: possibilità di partecipare alla selezione per l’accesso diretto alla prova finale del Concorso di Composizione Veretti 2020 della Scuola di Musica di Fiesole.

Alcuni studenti avranno inoltre l’opportunità di entrare in prestigiose Università di musica in Europa e Stati Uniti grazie ai rapporti del Festival con alcune delle maggiori istituzioni di questi Paesi.

Il Rotary Club Livorno e l’Oriente di Livorno mettono a disposizione alcune borse di studio per gli allievi più meritevoli.

Gli studenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” potranno accedere alle master classes con una agevolazione sulla quota di frequenza pari al 50% grazie alla convenzione tra gli Amici della Musica e l’Istituto.

Per quanto riguarda l’ospitalità, il Festival mette a disposizione affittacamere, hotel e ristoranti con prezzi molto ridotti grazie a speciali convenzioni.

Grazie alla nuova collaborazione con i Quartieri Uniti eco-solidali, dallo scorso anno le famiglie livornesi che aderiranno al progetto “OSPITA I MUSICISTI” riceveranno in cambio di un piccolo grande gesto di cortesia due accrediti nominativi per assistere a 5 dei concerti del programma della nona edizione.

Il Festival è anche alla ricerca di un team di volontari fotografi, videomaker e tecnici del suono, che abbia il desiderio di documentare con il proprio personale sguardo il festival. Al termine della manifestazione, sarà rilasciato loro un attestato di partecipazione.

Il video presentato a Palazzo Civico durante la presentazione ufficiale della manifestazione è opera di Ciprian Turutea, un giovane videomaker di origine moldava nato e cresciuto in Italia, che lo scorso anno ha documentato tutte le giornate del festival con un risultato straordinario e che sarà presente anche alla prossima edizione.

IL CARTELLONE DEI CONCERTI del Festival:

Ecco un primo cartellone dei concerti in programma durante il festival.  The Bass Gang, al Mercato Centrale, un poker di contrabbassi destinato a passare alla storia per via delle loro, a dir poco, cruente performances; un omaggio a Nino Rota con una serie di brani dalle più famose colonne sonore per la voce di Alda Caiello e tanti artisti del festival e giovani musicisti, uno a Leonardo da Vinci per i 500 anni dalla morte con una videoproiezione di immagini dall’Ultima Cena e musiche scritte appositamente, e uno al gande poeta livornese Giorgio Caproni, per il quale dieci giovani compositori guidati da Stefano Gervasoni e Marco Liuni, hanno composto una serie di brani ispirati dalle sue poesie. Un fandango danzato dalla Compagnia La Nueva Luz al Cisternino di Città con la chitarra di Andrea Dieci insieme al quintetto d’archi, alla voce di Alda Caiello e molti giovani per le musiche di Garcia Lorca, Molinelli e Boccherini, due serate dedicate al Pianoforte con Alexander Romanovsky e i suoi giovani pianisti, e Life is Love di Ilo Barontini con la presentazione del suo nuovo album; e poi i famosi quintetti per archi di Mozart e Brahms guidati dal violino di Marco Rizzi, il virtuosismo musicale dei violini di Pavel Berman e Eva Bindere, i flauti alla Biblioteca dei Bottini dell’Olio, guidati da Andrea Oliva, flauto solista dell’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, le viole di Anna Serova e Roberto Molinelli che ci condurranno attraverso la grande opera italiana in un percorso dal classico al tango. Un concerto jazz al Museo Piaggio di Pontedera con Mauro Grossi, Francesco Petreni, Lello Pareti e il giovane sax di Lorenzo Simoni, e uno che contrappone al Jazz alcuni grandi classici come Beethoven e Donizetti protagonista il trio composto da Stefano Agostini, Paolo Carlini e Daniel Rivera. Metamorfosi e Risonanze all’Auditorium del Mascagni, un percorso musicale che si sviluppa sulla sonorità dei colori e dei paesaggi in continua metaforfosi per il percussionista Jonathan Faralli e il Coro di Voci Bianche dell’ISSM Mascagni diretto da Edy Bodecchi. Ed ancora per i più temerari un concerto all’alba in Fortezza Vecchia, con il giovanissimo Quartetto Kaleidos, l’orchestra di sassofoni con Mario Marzi al Mercato con una serie di famosissimi arrangiamenti e tanta musica da camera tra cui Diavolo Sentimentale e Chamber Music con il Quartetto Klimt e i giovani musicisti selezionati.

Quattro i concerti pomeridiani all’ISSM Mascagni ad ingresso gratuito, gli altri concerti con biglietto a prezzi popolari 8/12 euro salvo pacchetti speciali con apericena e una colazione in Fortezza dopo il concerto all’alba. Tutte le informazioni disponibili, si potranno trovare nei prossimi giorni sul sito www.livornomusicfestival.com non appena sarà pubblicato il programma dettagliato dei concerti.

Molte le collaborazioni: ISSM “Pietro Mascagni”, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Fondazione Teatro Goldoni, Fondazione Piaggio, Sillabe Editore, ContempoArtEnsemble, ed il patrocinio di Provincia di Livorno, Fondazione Livorno Arte e Cultura e Autorità Portuale.

Sponsor: Gianni Cuccuini, Terrapura, Rotary Club Livorno e Oriente di Livorno.

Sponsor Tecnico: Hotel Gran Duca di Livorno, MGallery Grand Hotel Palazzo e Menicagli Pianoforti.

Lascia un commento