Livorno, il sindaco Luca Salvetti incontra Sergio Abate e Maurizio De Maria, nuovi primari di ostetricia e ginecologia e di urologia

Focus, Livorno

La nuova idea di sanità a Livorno passa attraverso tre elementi fondamentali, la costruzione del nuovo ospedale, dar forza al sistema territoriale con la realizzazione delle case della salute e mantenere e incrementare la presenza di eccellenze professionali all’interno della realtà ospedaliera. In quest’ottica va letta la scelta e l’inizio del lavoro di due nuovi primari come Sergio Abate e Maurizio de Maria, che oggi hanno avuto un incontro con il sindaco Luca Salvetti.

Sergio Abate, 56 anni, catanese di origine e ligure di adozione, è il nuovo primario del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Livorno. Il dottor Abate ha guidato per 10 anni i reparti di ostetricia e ginecologia degli ospedali di Sanremo e Imperia. Esperto in chirurgia laparoscopica ginecologica maligna e benigna. Chirurgo esperto in chirurgia dell’endometriosi, medicina materno fetale.
Infertilità di coppia. Tra i suoi obiettivi la riduzione dei parti cesarei.

Maurizio De Maria, livornese di 57 anni, proveniente dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, è il nuovo direttore dell’Urologia di Livorno. Si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi di Pisa nel 1987, ha conseguito la specializzazione in Urologia tre anni dopo sempre a Pisa. All’interno del reparto di Urologia dell’ospedale di Pisa De Maria si è occupato dal 2000 della chirurgia oncologica: open, endoscopica e dal 2008 robotica. Dal 2010 responsabile del servizio di ecografia diagnostica ed interventistica della UO di Urologia Universitaria. Dal 2017 è titolare di sezione professionalizzante in Ecografia e chirurgia mininvasiva. Dal 1994 ad oggi ha inoltre ricoperto, senza interruzione, l’incarico di docente a contratto nella scuola di specializzazione di Urologia dell’Università di Pisa.

Lascia un commento