Livorno, ecco la campagna di ascolto per la formazione del Piano Operativo della città e la revisione del Piano Strutturale. I temi, i tavoli tematici, le assemblee cittadine

Livorno

Il Comune di Livorno sta avviando un percorso di rivisitazione della propria strumentazione urbanistica, che prevede la formazione del nuovo Piano Operativo e la conseguente revisione del Piano Strutturale vigente.

Questa fondamentale fase di programmazione urbanistica sarà preceduta da un percorso di ascolto, rivolto al mondo della rappresentanza economica e sociale e delle competenze specialistiche, dei portatori di interessi, della cittadinanza attiva.

Le fasi della “campagna di ascolto” che precederà come detto il processo di formazione del Piano Operativo della città, sono state illustrate a Palazzo comunale alla presenza del sindaco Luca Salvetti e dell’assessora all’Urbanistica e Lavori pubblici Silvia Viviani.

Presenti il dirigente del Dipartimento Lavori pubblici e Assetto del territorio Leonardo Gonnelli e la dirigente dell’Urbanistica Camilla Cerrina Feroni, insieme all’arch. Giampiero Lupatelli del Consorzio Caire incaricato del percorso di partecipazione, e una rappresentanza delle categorie cittadine (ordine degli Ingegneri, Architetti, Geometri, imprese).

L’assessora Viviani ha invitato la città a cogliere l’occasione di questo percorso partecipativo, “dove l’urbanistica rappresenta il filo conduttore, ma anche l’ opportunità di incontro e confronto fra vari mondi e vari attori, per costruire il futuro della città con spirito critico e senso di responsabilità, un futuro fatto di lavoro, di attenzione all’ambiente e al sociale, ma anche di bellezza”.

Come è stato sottolineato, la rivisitazione della propria strumentazione urbanistica è una vicenda assai rilevante nella vita amministrativa della città, che si colloca in un momento molto delicato della vita del Paese. La crisi sanitaria determinata dalla pandemia Covid 19 e il significativo impatto di questa sulle condizioni economiche e sociali del nostro come degli altri Paesi colpiti dal virus chiama le istituzioni e l’intera società civile a misurarsi con un futuro dominato dall’incertezza con una visione e con strumenti di intervento nuovi.

Mai come ora ascoltare la città e le sue molte voci è una condizione necessaria per mettere mano alla programmazione del futuro e per costruire regole di comportamento e strategie di azione efficaci anche perché condivise.

Il percorso di ascolto con cui questa fase di programmazione urbanistica si apre, si propone con due diversi “registri” per raccogliere le voci della città, interpretarne le aspirazioni e le attese, comporle in un palinsesto vivace ed espressivo con cui il Piano potrà e dovrà interloquire.

Il primo registro è quello del rapporto con gli interessi organizzati, cioè con il mondo della rappresentanza economica e sociale e delle competenze specialistiche. Il mondo dei corpi intermedi.

Il secondo è quello del rapporto con il mondo delle attese diffuse, della auto-organizzazione civica attorno a specifici temi e luoghi. Il mondo della cittadinanza attiva.

Nei confronti del primo gruppo di interlocutori il percorso di ascolto è articolato tematicamente ed è organizzato nella forma dei focus groups; tavoli tematici cui si partecipa per invito, che hanno una propria ritualità e regole di funzionamento che facilitano l’emergere di valutazioni e giudizi strutturati.

Sono programmati otto tavoli tematici ciascuno dei quali prevede due incontri: il primo di essi è dedicato alla ricostruzione del quadro delle criticità (e delle opportunità) presenti; il secondo incontro è invece dedicato alla individuazione di possibili linee di azione e proposte.

I temi individuati per caratterizzare i diversi tavoli sono:

  1. il mare, economia e vita 

  2. Livorno città regionale: ruoli logistici economici e specializzazioni funzionali

  3. le grandi infrastrutture sociali, economia e welfare

  4. il capitale umano: giovani, formazione, attrattività, economia della conoscenza

  5. loo spazio rurale: agricoltura, natura, reti ecologiche e parchi

  6. la prossimità: spazi pubblici, vicinato servizi, luoghi dell’abitare

  7. la mobilità urbana sostenibile

  8. la città degli stili di vita salutari: benessere sport, parchi urbani

I lavori dei tavoli, moderati dalla presenza di facilitatori del confronto e organizzati nel rispetto delle necessarie cautele sanitarie, si terranno presso l’Urban Center al Cisternino di Città.

Nei confronti della più vasta platea dei processi di auto-organizzazione che attraversano la vita urbana e concorrono a segnarne l’agenda, la scelta è quella di organizzare momenti di incontro estesi ed aperti, vere conferenze cittadine con l’unico vincolo di una organizzazione dei lavori attenta alla gestione dei tempi per consentire ad ogni voce urbana di avere una tribuna e un pubblico attento – oltre alla Amministrazione – a cui rivolgere le proprie istanze.

Si prevede di organizzare questo confronto con due assemblee cittadine dedicate rispettivamente ai temi:

  1. dello spazio pubblico: manutenzione, gestione, valorizzazione dei luoghi al servizio delle relazioni di prossimità

  2. della l’animazione urbana: commercio di vicinato, spazi di lavoro (co-working), eventi, mobilità sostenibile

Le assemblee cittadine verranno organizzate – sempre con le necessarie cautele sanitarie – presso la sede del Cisternino di città (Urban center)

Il calendario proposto completa in un arco di tempo ravvicinato un primo ciclo di consultazioni, propedeutico all’avvio del vero e proprio percorso di pianificazione e rivolto, dunque, ad orientarne lo svolgimento. Altri momenti di ascolto e partecipazione saranno organizzati successivamente, tenendo conto della esperienza maturata.

A seguire il calendario degli incontri e l’articolazione dei focus group  ( che si svolgeranno tra ottobre e novembre) e dei due  incontri rivolti al pubblico (a dicembre)

Calendario campagna di ascolto per la formazione del Piano Operativo della città e la revisione del Piano Strutturale

Livorno, Urban Center Cisternino di Città ( Largo del Cisternino, 13)

A) TAVOLI TEMATICI

12 ottobre

ore 10,00 prima sessione tavolo Il mare Economia e Vita

ore 15,30 prima sessione tavolo Livorno città regionale: ruoli logistici economici e specializzazioni funzionali

15 ottobre

ore 10,00 prima sessione tavolo le grandi infrastrutture sociali, economia e welfare

ore 15,30 prima sessione tavolo il capitale umano: giovani, formazione, attrattività, economia della conoscenza

22 ottobre

ore 10,00 prima sessione tavolo spazio rurale: agricoltura, natura, reti ecologiche e parchi

ore 15,30 prima sessione tavolo La prossimità: spazi pubblici, vicinato servizi, luoghi dell’abitare

23 ottobre

ore 10,00 prima sessione tavolo la mobilità urbana sostenibile

ore 15,30 prima sessione tavolo la città degli stili di vita salutari: benessere sport, parchi urbani

12 novembre

ore 10,00 seconda sessione tavolo Il mare Economia e Vita

ore 15,30 seconda sessione tavolo Livorno città regionale: ruoli logistici economici e specializzazioni funzionali

13 novembre

ore 10,00 seconda sessione Tavolo le grandi infrastrutture sociali, economia e welfare

ore 15,30 seconda sessione il capitale umano: giovani, formazione, attrattività, economia della conoscenza

24 novembre

ore 10,00 seconda sessione tavolo spazio rurale: agricoltura, natura, reti ecologiche e parchi

ore 15,30 seconda sessione tavolo La prossimità: spazi pubblici, vicinato servizi, luoghi dell’abitare

25 novembre

ore 10,00 seconda sessione tavolo la mobilità urbana sostenibile

ore 15,30 seconda sessione tavolo la città degli stili di vita salutari: benessere sport, parchi urbani

B) ASSEMBLEE CITTADINE

10 dicembre ore 9,30 I temi dello spazio pubblico: manutenzione, gestione, valorizzazione dei luoghi al servizio delle relazioni di prossimità

11 dicembre ore 9,30 I temi della l’animazione urbana: commercio di vicinato, spazi di lavoro (co-working), eventi, mobilità sostenibile

Info e contatti:

Comune di Livorno-Settore urbanistica

Tel.0586-820212

campagnascolto.PO@comune.livorno.it

Lascia un commento