Elvira-con-colletto-bianco-1918-Amedeo-Modigliani

Livorno, approvata dal consiglio comunale la variazione di bilancio per la mostra dedicata ad Amedeo Modigliani nel centenario della morte. Il contratto con l’Istituto Restellini (collezione Netter) sarà firmato lunedì 16 settembre

Focus, Livorno

Seduta a Livorno del Consiglio comunale per la disamina della variazione del bilancio di previsione 2019/2020. Sul tavolo gli investimenti per strade e marciapiedi (tre milioni), per l’emergenza abitativa (un milione e 200mila euro) e la mostra dedicata ad Amedeo Modigliani, nel centenario della morte, avvenuta il 24 gennaio 1920 a Parigi, città dove è sepolto nel cimitero di Père Lachaise. Una mostra annunciata da tempo dal sindaco Luca Salvetti, da inaugurare nel novembre 2019 per proseguire poi fino al mese di febbraio del 2020. Il percorso che porterà all’allestimento di questa esposizione, ritenuta una delle più importanti a livello internazionale nei prossimi dodici mesi, è ormai tracciato e a giorni – si parla di lunedì 16 settembre 2019 – sarà firmato il contratto con l’Istituto Restellini per la collezione Netter che comprende 14 opere di Modigliani, già protagoniste di varie mostre (Modigliani, Soutine e l’avventura di Montparnasse). La variazione di bilancio approvata è di circa 2 milioni di euro. Hanno votato a favore Pd, Casa Livorno, Futuro, BL e M5S, contrati Lega e Fdi, un astenuto (il presidente del Consiglio comunale). Una mostra che, dopo la beffa delle false ripescate nel Fosso Reale nel centenario della nascita a Livorno del grande Modì (12 luglio 1884), permetterà alla città – ed è il parere dei più – di fare un salto nella gestione della cultura. (Sopra il titolo: particolare dell’opera Elvira con il colletto bianco / 1918 – Amedeo Modigliani)

******SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 SETTEMBRE 2019

Ha aperto i lavori del Consiglio il Sindaco Salvetti parlando della mostra dedicata a Modigliani Siamo finalmente giunti alla firma del contratto con Restellini, il curatore della mostra dedicata ad Amedeo Modigliani ed agli artisti maledetti di Montparnasse” ha dichiarato il Sindaco “Lunedì procederemo alla sottoscrizione del documento che sancisce l’avvio del percorso che ci consentirà di avere a Livorno una delle più importanti mostre al mondo dedicata all’artista livornese. Ringrazio l’assessore alla cultura Simone Lenzi che ha attivato i contatti con Restellini, il direttore generale Nicola Falleni, il Segretario Maria Luisa Massai e la dirigente dell’ufficio cultura Letizia Baldi, l’assessora Viola Ferroni e tutti i dipendenti degli uffici comunali che si sono impegnati in questa fase molto delicata. Mi attendo che tutte le forze politiche comprendano il valore dell’iniziativa e la sostengano consapevoli che andiamo a fare il bene della città”.

Sono intervenuti gli assessori Ferroni, per dettagliare la variazione di bilancio, l’assessore Garufo e l’assessore Simone LenziLa mostra aiuta a rifocalizzare l’attenzione sul Modigliani livornese” ha detto l’assessore alla cultura “ed è un evento storico, dal momento che la nostra città non ha mai ospitato una mostra di tale importanza. Come assessore mi interessa che l’evento diventi un’occasione per la città. La decisione di allestire questa esposizione non è stata presa a cuor leggero, non dormo da un mese per il carico di responsabilità e per l’emozione di poter offrire un’ occasione del genere ai livornesi e ai tanti visitatori che attendiamo” Dopo gli interventi dei consiglieri di maggioranza ed opposizione, che quasi all’unanimità hanno apprezzato le variazioni di bilancio per la mostra e per il pacchetto emergenza abitativa e rifacimento strade, si è passati alla votazione.

Si è scelto di procedere con tre votazioni distinte: la prima su emergenza abitativa e rifacimento strade che ha visto 21 voti favorevoli, 6 astensioni (Lega, Fratelli d’Italia e il Presidente del Consiglio Comunale, che si astiene in ogni atto) e nessun voto contrario; la seconda relativa alla mostra di Modigliani, approvata con 21 voti favorevoli, 5 contrari (Lega e Fratelli d’Italia) e un astenuto (il Presidente del Consiglio Comunale); la terza sulle restanti variazioni di bilancio di minore importo. In questo caso 17 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astenuti.

Sono molto felice che in Consiglio sia emersa la posizione favorevole di Buongiorno Livorno e del Movimento 5 stelle che, pur sottolineando quanto sia difficile e impegnativa l’operazione, hanno capito che la mostra può dar vita ad un salto di qualità sul fronte culturale, turistico ed economico di Livorno. Rimango assolutamente basito di fronte al no alla mostra espresso da Lega e Fratelli D’italia che, adducendo incomprensibili motivazioni, hanno perso una grande occasione per dare un’ immagine compatta del Consiglio su un evento per il quale è assurdo fare contrapposizione politica”.

Lascia un commento