Livorno, la Canaviglia a Monsignor Paolo Razzauti “protagonista della vita cittadina, sia con la sua missione religiosa sia nel suo impegno civile”

Focus, Livorno

Monsignor Paolo Razzauti, vicario generale del Vescovo Giusti e dal 2011 rettore del Seminario di Livorno, riceverà l’onoreficenza della Canaviglia, venerdì 26 giugno 2020, alle ore 17.00, in sala Cerimonie a Palazzo Comunale.

Questa la motivazione: Protagonista della vita cittadina, sia con la sua missione religiosa sia nel suo impegno civile, ha sempre rivolto la sua azione alla formazione dei giovani e alla tutela delle situazioni di fragilità sociali avendo come obiettivo anche lo sviluppo culturale e economico della Città di Livorno”.

L’attribuzione dell’onoreficenza a Monsignor Paolo Razzauti, avvenuta con ordinanza del sindaco del 12 dicembre 2019, nell’importante ricorrenza del 50° anniversario dell’Ordinazione Sacerdotale, si pone come riconoscimento della sua costante azione di ascolto e supporto della comunità livornese

A consegnare la Canaviglia a Monsignor Paolo Razzauti sarà il sindaco Luca Salvetti.

La Canaviglia è rappresentata da una targa in argento di forma rettangolare che riproduce l’immagine dell’antico edificio posto sul bastione della Fortezza Vecchia dal lato del mare. In apposita pergamena viene riportata la motivazione del riconoscimento.

Si tratta di una onoreficenza che il Comune di Livorno assegna a persone, enti, associazioni, che, con opere concrete nel campo civico, del sociale , della cultura, delle scienze, del lavoro, della scuola, dello sport, abbiano contribuito a dare impulso e vitalità alla città, attraverso la loro personale virtù e dedizione.
Il riconoscimento della Canaviglia, è attribuito con atto formale del Sindaco, anche sulla base di eventuali proposte presentate, sia da privati cittadini, sia da Enti, sia da Associazioni.

Lascia un commento