L’extravergine Toscano IGP tutelato dal Consorzio partner della sfida “Miglior allievo della Toscana”: ha vinto Anastasia Migliorati dell’Artusi di Chianciano Terme. E una sana alimentazione parte dalla scelta degli ingredienti

Una sana ed equilibrata alimentazione inizia in cucina e dalla scelta degli ingredienti da parte dello chef. E’ con questo spirito che il Consorzio per la Tutela dell’olio extravergine Toscano IGP ha affiancato in qualità di partner tecnico il fortunato concorso per gli aspiranti cuochi “Il Miglior allievo della Toscana” organizzato dall’Unione regionale cuochi. Una bella esperienza che ha messo al centro dei piatti preparati dagli aspiranti chef di ben diciannove istituti alberghieri la qualità e la distintività attraverso l’impiego delle migliori produzioni agroalimentari regionali e le loro caratteristiche per la preparazione delle ricette. 

“Bastano poche gocce di olio di qualità Toscano IGP per conferire a qualsiasi piatto il sapore rustico e delicato insieme alla genuinità della nostra regione. – commenta Fabrizio Filippi, presidente Consorzio di Tutela per l‘olio toscano IGP – Questo contest, che abbiamo convintamente sposato ci ha permesso di avvicinare e formare i nuovi e futuri protagonisti della ristorazione che diventeranno testimonial della nostra cucina tradizionale e del nostro paniere in Italia e nel mondo”.

L’olio extravergine toscano Igp è stato l’ingrediente di condimento più utilizzato durante il concorso. In giuria, per il Consorzio, c’era il direttore marketing, Christian Sbardella. “L’olio extravergine è alla base della dieta mediterranea che è stata, secondo l’U.S. News & World Report, che ogni anno studia tutte le diete esistenti stilando una classifica basata su dati statistici in relazione all’efficacia, la migliore al mondo. I benefici del consumo di olio extravergine sono ormai noti per la nostra salute. – spiega ancora Filippi – Se durante la preparazione di un piatto utilizzi olio scadente o di bassa qualità anche il risultato di quella ricetta sarà altrettanto scadente e meno salutare per il consumatore. Con la nostra partecipazione abbiamo voluto ispirare qualità, toscanità e benessere”.

A vincere l’edizione 2022 è stata Anastasia Migliorati dell’Istituto Artusi di Chianciano Terme con la ricetta “Lo stecco bugiardo a base di mortadella di Prato IGP”. Adesso rappresenterà la Toscana nel concorso nazionale, i Campionati della cucina italiana, dal 27 al 30 marzo 2022 a Rimini. “Il Consorzio si congratula con l’Unione Regionale Cuochi per la bella iniziativa – conclude Filippi – e con tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato al concorso”.

Per informazioni www.oliotoscanoigp.it e Facebook @ConsorzioOlioToscanoIGP  

Lascia un commento