L’emozione della storia, l’emozione della luce. Lampi bianchi oppure colorati di rosso, verde e blu: così risplende il “tunnel” sotto il Voltone di piazza della Repubblica a Livorno. L’impianto inaugurato (ascoltando anche la musica di Mascagni) in occasione di Santa Giulia, patrona della città

Inaugurato ufficialmente a Livorno il primo intervento di valorizzazione illuminotecnica sotto il Voltone di piazza della Repubblica, il 22 maggio, a conclusione degli eventi dedicati a Santa Giulia, Patrona della città. Un mix di luci bianche e colorate (rosso, verde e blu) che crea un’atmosfera suggestiva e di impatto. Due battelli, il Marco Polo e il Libur (per un totale di 110 posti) hanno condotto dapprima le autorità e la stampa e poi i cittadini, in un breve tour sotto il ponte di piazza della Repubblica accompagnati dalle più belle e conosciute arie mascagnane. (Sopra il titolo: il Voltone illuminato, foto da Comune di Livorno).

“Abbiamo visto un effetto straordinario, – ha affermato il sindaco Luca Salvetti – l’illuminazione del Ponte più largo d’Europa, all’interno di un progetto che la città di Livorno sta portando avanti da tempo. Sono coinvolti molti monumenti, quasi tutte le strade e un’illuminazione nuova in tutta la città, con un occhio di riguardo a quello che è l’aspetto della suggestione, l’aspetto attrattivo che sarà a disposizione dei livornesi e dei turisti che a migliaia fanno il giro in battello. Un’attrazione in più per dare valore al Ponte Buio, che da stasera sarà sempre illuminato”.

Qualche centinaio di cittadini ha partecipato all’inaugurazione, grazie ai due battelli che hanno fatto la spola, fino a dopo le 23, sotto il Ponte Buio. L’illuminazione ha riscontrato notevole apprezzamento.

Per volontà dell’Amministrazione comunale, come ha specificato il sindaco, si è appunto concretizzato il progetto di valorizzazione illuminotecnica del Voltone. Il progetto è stato e ideato e realizzato da ENGIE, player mondiale dell’energia a basse emissioni di CO2 e partner del Comune per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica e interventi in ottica “smart city” finalizzati a migliorare la qualità dell’aria e del servizio al cittadino.

L’illuminazione della volta interna è stata creata con proiettori Vaya Linear con colorazione sia bianca che RGB, ovvero un mix somma dei tre colori Rosso (Red), Verde (Green) e Blu (Blue) gestiti da una centralina DMX per la creazione di scenari.

I proiettori sono stati installati sulla sommità della volta.

E’ inoltre stato installato un sistema di luci che si riverbera all’esterno dalle griglie della piazza.

Questo tipo di illuminazione ha, per sua natura, non tanto uno scopo funzionale, quanto uno scopo ambientale, con l’utilizzo di tecnologia di ultima generazione a LED a basso impatto ambientale, ed emozionale, volto cioè a dare alla città una identità notturna, che possa comunicare al cittadino sicurezza, rilievo, ospitalità e soprattutto valorizzazione architettonica.

Il progetto, nel suo complesso, si propone l’ambizioso compito di ridisegnare con la luce il paesaggio urbano di Livorno, evidenziando quei tratti salienti che appartengono alla memoria collettiva della città, riscrivendo di fatto uno spazio urbano ideale.

Con queste premesse, di concerto con le risorse individuate nel piano complessivo dell’efficientamento della illuminazione pubblica, sono state individuate le emergenze architettoniche da valorizzare, in alcuni casi con la sostituzione di apparecchi illuminanti vecchi e obsoleti con apparecchi led RGBW, con la possibilità di creare scenari cromartici diversi, che possano garantire una migliore illuminazione e un risparmio energetico considerevole, o in altri casi progettando il ripristino di apparecchi non funzionanti, in altri ancora, si è previsto un nuovo impianto volto a garantire l’illuminazione notturna di monumenti che ad oggi non sono illuminati.

 

Lascia un commento