LE RIAPERTURE. A Firenze tornano visitabili il Cenacolo di Ognissanti e del Fuligno. A Pisa riapre il Museo Nazionale di San Matteo. A Lucca amplia gli orari Villa Guinigi dove apre anche la mostra “Nuovi studi su Matteo Civitali”

Altri tre musei si aggiungono al piano di riaperture avviato già dalla fine di aprile da Stefano Casciu, direttore regionale musei della Toscana, insieme a nuovi orari più ampi e nuove mostre.

A Firenze riapre a ingresso gratuito tutti i giovedì a partire dal 13 maggio 2021 il Cenacolo di Ognissanti (foto sopra il titolo) celebre peril grande affresco realizzato nel 1480 da Domenico Ghirlandaio e tutti i mercoledì a partire dal 19 maggio il Cenacolo del Fuligno (foto a sinistra) dove si ammira l’affresco del Quattrocento raffigurante l’Ultima Cena che reca sullo sfondo l’Orazione di Cristo nell’Orto, attribuito a Pietro Perugino. I due musei insieme a San Marco compongono un ideale itinerario del sacro, dei suoi massimi artisti e dei loro capolavori che si completerà con la riapertura del Cenacolo di Sant’Apollonia e del Chiostro dello Scalzo del quale intanto si può ammirare la facciata restaurata con la lunetta in terracotta invetriata, attribuita a Giovanni della Robbia. Prosegue  anche la rassegna video del Museo di San Marco  “Beato Angelico visto da…” dedicata all’incomparabile nucleo di capolavori del grandissimo artista domenicano esposti nella nuova Sala del Beato Angelico.

A Pisa, il Museo Nazionale di San Matteo riaprirà dal 15 maggio. Dal martedì al sabato si potranno di nuovo  ammirare le opere di una raccolta unica che spazia dal medioevo al Rinascimento.

Pisa, Museo Nazionale di San Matteo. Croce dipinta di Giunta di Capitino detto Giunta Pisano – 1250 ca.

Il museo vanta una raccolta di croci dipinte medievali tra le più numerose e importanti al mondo, insieme a capolavori come il Polittico di Santa Caterina d’ Alessandria di Simone Martini (1319-1321),  la scultura in marmo della Madonna del latte di Andrea e Nino Pisano (1346-1348), la Madonna dell’Umiltà di Beato Angelico (1423 ca.), il meraviglioso busto reliquiario di San Lussorio di Donatello (1424-27), il San Paolo di Masaccio (1426 ca.), la Sacra Conversazione del Ghirlandaio (1478-1479) e la Madre dei dolori di Quentyn Metsys (1520 ca).

Museo Nazionale di San Matteo a Pisa / Nuovo allestimento del San Paolo di Masaccio

Nel laboratorio di restauro del Museo Nazionale di San Matteo continua  l’intervento conservativo sull’imponente Madonna con Bambino tra santi e angeli musicanti di Taddeo di Bartolo, dipinto a tempera e oro su tavola, eseguito tra il 1396 e il 1397, per la chiesa pisana di San Michele in Borgo, e per questo noto come Trittico di Borgo.

A Lucca, il Museo nazionale di Villa Guinigi (in basso a destra: Sala del Gotico) dal 15 maggio al 12 giugno 2021 amplia  gli orari di apertura del venerdì e del sabato con il primo ingresso anticipato alle ore 9.00 e presenta alla stampa e inaugura venerdì 14 maggio alle 11 la mostra Nuovi studi su Matteo Civitali.
Il Salvator Coronatus di Santa Maria Corteorlandini e la Madonna con bambino di Colle di Compito.  Maggio 2021 – Maggio 2022.
Un progetto di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Direzione regionale Musei della Toscana – Museo nazionale di Villa Guinigi, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara.

Intervengono:

Stefano Casciu, Direttore regionale musei della Toscana
Oriano Landucci, presidente Fondazione Banca del Monte di Lucca
Angela Acordon, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
Valentino Anselmi, funzionario Storico dell’Arte in servizio presso la Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara
Nicola Nottoli, architetto
Luigi Colombini, Maddalena Lazzareschi, Thierry Radelet e Lucia Ricciarelli de Lo Studiolo Laboratorio di restauro

Le riaperture avverranno nel rispetto di tutte le norme di sicurezza già previste dai protocolli anti COVID. I consueti orari, le date di apertura e le modalità di ingresso potranno subire variazioni che saranno sempre aggiornate sul sito www.polomusealetoscana.beniculturali.it per consentire al pubblico di programmare al meglio la visita.In linea con i protocolli per la prevenzione del contagio da Covid-19, nei musei sarà ovunque obbligatorio indossare la mascherina, anche all’aperto, e mantenere il distanziamento interpersonale. L’ingresso in alcuni casi, in particolare durante il fine settimana, è esclusivamente con prenotazione obbligatoria e/o limitato a un numero massimo di visitatori.

Preghiamo il pubblico di consultare attentamente tutte le info, le modalità di prenotazione e di ingresso sulle rispettive pagine dei musei.


MUSEI, GIORNI E ORARI DI APERTURA 

Firenze, Cenacolo di Ognissanti dal 13 maggio 2021

Giovedì ore 14 – 18 

Ingresso consentito a max 10 persone contemporaneamente

Firenze, Cenacolo del Fuligno dal 19 maggio
Mercoledì, 14 -18

Ingresso consentito a max 10 persone contemporaneamente, nel rispetto delle distanze delle normative anti Covid

Pisa, Museo nazionale di San Matteo dal 15 maggio 2021 

Da martedì a sabato, alle ore 9.00, 11.30, 15.30, 17.30; domenica, alle ore 9.00 e 11.30 

Ingresso esclusivamente su prenotazione negli orari indicati limitato ad un massimo di 15 persone con visite accompagnate dal personale. Prenotazioni entro il giorno precedente alla visita al tel. +39 050 541865 da martedì al sabato dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00. Chiuso: lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre. 

L’ingresso di gruppi organizzati è consentito fino a un massimo di 20 persone più la guida (dotata di microfono, auricolari o di un piccolo altoparlante) per garantire la distanza interpersonale di m. 1,5 durante la visita della durata massima di 1 ora. 

Lucca, Museo nazionale di Villa Guinigi 
martedì e giovedì: 9.00-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00);
mercoledì, 12.00-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00);
dal 15 maggio al 12 giugno 2021 venerdì e sabato 9.00-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00);
fino al  14 maggio e dal 13 giugno  12.00-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00);
prima e terza domenica del mese 9.00- 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00) 

Potranno accedere al Museo massimo 12 persone contemporaneamente con prenotazione telefonica obbligatoria al numero +39 0583 496033, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 11.30. La prenotazione è necessaria anche per le visite guidate consentite a gruppi di massimo 6 persone compresa la guida, con auricolari, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza.  

MiC – DIREZIONE REGIONALE MUSEI DELLA TOSCANA
Piazza de’ Mozzi, 2 50125 FIRENZE
www.polomusealetoscana.beniculturali.it 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Intervengono:

Stefano Casciu, Direttore regionale musei della Toscana
Oriano Landucci, presidente Fondazione Banca del Monte di Lucca
Angela Acordon, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
Valentino Anselmi, funzionario Storico dell’Arte in servizio presso la Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara
Nicola Nottoli, architetto
Luigi Colombini, Maddalena Lazzareschi, Thierry Radelet e Lucia Ricciarelli de Lo Studiolo Laboratorio di restauro

 

Lascia un commento