“Le Parole del Vieusseux”: incontro con la scrittrice Chiara Valerio dedicato alla parola “libro”. Il 13 febbraio online

Il ciclo Le Parole del Vieusseux nasce con l’intento di ribadire e raccontare la modernità della visione culturale di Giovan Pietro Vieusseux e della sua famiglia. Ogni conferenza approfondisce infatti le “Parole” e i temi più significativi a rappresentare la storia e l’attività del Gabinetto – EUROPA, LIBRO, VIAGGIO, SCIENZA per citarne alcuni – in relazione al loro significato nel nostro tempo. Il ciclo si compone di dissertazioni agili e di impianto divulgativo sul significato attivo di altrettante singole parole, interpretate e raccontate da protagonisti della cultura, delle lettere e delle scienze.  
Dopo i primi fortunati incontri del 2020 con Ferruccio De Bortoli (Europa), Michela Murgia (Comunicazione), Stefano Mancuso (Terra) e Francesca Mannocchi (Migrazione) e Guido Tonelli (Scienza) le conferenze proseguono sabato 13 febbraio 2021 con Chiara Valerio e la parola LIBRO, sempre in modalità online sulla piattaforma PiùCompagnia.

Il Gabinetto Vieusseux è un’istituzione che ha contribuito in modo significativo alla diffusione delle moderne idee di progresso nella cultura europea, ma non bisogna dimenticare che esso era un ‘gabinetto di lettura’, e che la biblioteca e i libri sono stati il fondamento delle sue molteplici attività è stato il libro. Selezionati nelle principali lingue, i libri della sua biblioteca sono a disposizione di un pubblico cosmopolita di abbonati, e tanto per fare un esempio è sulla copia del Vieusseux che Dostoevskij legge Madame Bovary.

Poiché il LIBRO non ha mai cambiato forma dall’incunabolo a qui – anche se è cambiato il materiale sul quale sono impresse le pagine – possiamo definire in editoria, e anche, in botanica, il libro come tutto ciò che ha pagine. Tuttavia, poiché parlare di eteronimi, e di nomi comunque, non è mai tanto interessante, nell’intervento dedicato alla celebrazione del Vieusseux, si parlerà in particolare di un libro, “Il giardino dei Finzi-Contini”, per ribadire allegramente che i libri non solo – come dice Marino Sinibaldi – consentono l’immedesimazione, ma anche, poiché sono fatti di realtà, il fraintendimento dell’immaginazione.

CHIARA VALERIO (Scauri,1978) ha scritto romanzi, racconti, critica letteraria e teatro. Il suo ultimo libro è La matematica è politica, Einaudi, 2020. Redattore di Nuovi Argomenti, collabora con L’Espresso, Domani giornale e Vanity Fair. Con Anna Antonelli, Fabiana Carobolante e Lorenzo Pavolini cura Ad alta voce di Radio 3 e, sempre per Radio 3, conduce, ogni domenica mattina, il programma L’isola deserta. Per nottetempo, ha tradotto e curato Flush, Freshwater e Tra un atto e l’altro di Virginia Woolf. È la responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio. Ha un dottorato in calcolo delle probabilità e un gatto.

Lascia un commento