L’arte invisibile delle emozioni: Franco Mussida e la sua musica ospiti della stagione Open del ConservatorioBoccherini di Lucca. il 23 maggio (ore 16) all’Auditorium del Suffragio

È stato il geniale chitarrista della Premiata Forneria Marconi, uno dei gruppi fondamentali del progressive italiano, ma è anche un appassionato didatta, uno studioso della musica a 360 gradi, uno scrittore e un artista visivo. Franco Mussida sarà a Lucca lunedì 23 maggio 2022 (ore 16), ospite dell’Istituto Boccherini che, fresco dell’ottenimento del titolo di conservatorio statale, prosegue la sua stagione Open fatta di concerti, masterclass e incontri aperti al pubblico. Una stagione pensata come parte integrante della formazione dei propri studenti e come contributo alla crescita culturale della città. L’appuntamento è alle 16 all’auditorium in piazza del Suffragio e sarà l’occasione per incontrare uno dei più grandi protagonisti della storia della musica italiana che ha suonato, prodotto, arrangiato e collaborato con cantanti e artisti del calibro di Fabrizio De Andrè, Francesco Guccini, Paolo Conte, Lucio Dalla, Mogol.
Nato a Milano nel 1947, chitarrista, compositore, membro fondatore della PFM di cui ha firmato molti dei più grandi successi, tra cui “Impressioni di settembre”, Mussida è autore di progetti musicali legati al teatro e al mondo delle arti visive nonché autore egli stesso di “sculture risonanti”. Ricercatore nell’ambito della pedagogia artistica e della comunicazione musicale, Mussida racconterà la sua esperienza con la musica e condividerà con il pubblico la sua costante esplorazione del misterioso mondo del suono che lo ha portato a scrivere interessanti libri e a promuovere progetti come il Centro Professionale di Musica di Milano e alcune importanti iniziative organizzate nelle carceri della Lombardia.
L’incontro è a ingresso libero e gratuito. Per accedere all’auditorium è necessaria la mascherina ffp2.

Lascia un commento