“L’apparenza inganna” a Monsummano, Versiliadanza interpreta Shakespeare. E c’ė anche il vernacolo pisano

Teatro e Danza

Terzo appuntamento per la stagione del Teatro Montand di Monsummano Terme, promossa dal Comune di Monsummano Terme e dall’Associazione Teatrale Pistoiese, che ospita sabato 21 gennaio 2017 alle ore 21 “L’apparenza inganna” di Thomas Bernhard, spettacolo (foto grande sopra il titolo e immagine in basso a sinistra di Luca  Manfrini) coprodotto dall’ATP e dalla Compagnia Lombardi-Tiezzi.  Già realizzato con successo una quindicina di anni fa da Federico Tiezzi (Premio Ubu 2000 per la miglior regia), tra i massimi registi italiani (vincitore dello stesso premio 2016 per il recente Calderón di Pasolini), dopo il debutto del nuovo allestimento avvenuto lo scorso anno al Manzoni di Pistoia, L’apparenza inganna inizia ora dal teatro di Monsummano la tournée 2016/2017 con presenza in importanti teatri italiani, tra cui l’India a Roma e il Franco Parenti a Milano.

Protagonisti due straordinari attori, Sandro Lombardi (che firma anche la drammaturgia) e Massimo Verdastro, dei quali il pubblico potrà ammirare l’altissimo magistero interpretativo e lo strardinario affiatamento. Le scene sono di Gregorio Zurla, i costumi di Giovanna Buzzi. È prevista il 20 gennaio 2017 (ore 10.30) anche una matinée per gli studenti delle scuole medie superiori nell’ambito del Progetto “A scuola di Teatro”.

Sabato prima dello spettacolo Slow Food Valdinievole e Mercato della Terra offriranno al pubblico in degustazione il pregiato cioccolato dell’Azienda Andrea Slitti (Monsummano Terme), accompagnato dal Vin Santo dell’azienda agricola Marini Giuseppe (Pistoia). sinistra, corrosiva comicità.

Prevendita: biglietteria Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112 on line su www.boxol.it Nei giorni 20 e 21 gennaio anche alla Biglietteria del Teatro Montand Monsummano Terme 0572 954474 (dalle 16.30 alle 19.30)Info: Comune di Monsummano Terme 0572 959228
www.comune.monsummano-terme.pt.it – cultura@comune.monsummano-terme.pt.it

VERSILIADANZA AL TEATRO DEI LEGGERI DI SAN GIMIGNANO

Primo appuntamento tutto dedicato alla danza, per la rassegna “Leggieri d’Inverno” (edizione numero quindici). Sabato 21 gennaio 2017 alle 21,30 al Teatro dei Leggieri di San Gimignano va in scena lo spettacolo “Sdd Shakespeare Dead Dreams”, per la produzione di Versiliadanza in collaborazione con Small Theatre/NCA.

Ideazione, regia, suono e costumi di Vahan Badalyan. Creografia Angela Torriani Evangelisti. Interpreti, Arsen Khachatryan, Leonardo Diana, Angela Torriani Evangelisti. Video di Vahram Manukyan. Scene di Vahan Badalyan in collaborazione con Narek Minassyan. Disegno luci di Vahan Badalyan in collaborazione con Gabriele Termine. Scenotecnica di Aram Khloyan, Eva Sgrò. Con il supporto di MiBACT – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo, Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo.

Vahan Badalyan e Angela Torriani Evangelisti presentano, dopo il successo di “7th Sense” arrivato alla cinquantesima replica, la nuova co-produzione italo-armena tra Versiliadanza e lo Small Theatre. “SDD” si ispira a quattro capolavori di William Shakespeare: “Amleto”, “Otello”, “Macbeth” e “Re Lear”. Il regista armeno Vahan Badalyan in collaborazione con la coreografa italiana Angela Torriani Evangelisti presenta uno spettacolo che vuole essere una galleria di personaggi shakespeariani attraverso i linguaggi del teatro e della danza. “SDD” è un viaggio polifonico e surreale nei quattro drammi di Shakespeare e gioca tra vari parallelismi delle figure principali. La composizione dei diversi quadri esalta la tavolozza dei colori intensi della natura umana e della sua affettività, appassionatamente e algidamente portate in scena da Arsen Khachatryan, Leonardo Diana e Angela Torriani Evangelisti. I colori tenui e pastello si sviluppano gradualmente nel tessuto scarlatto della disperazione, delle decisioni fatali, della passione e della morte.

“LA GITA PREMIO” CON LA BRIGATA DEI DOTTORI

Divertimento assicurato, domenica 22 gennaio 2017 alle 17 e alle 21,30 (doppia replica) al Teatro delle Sfide di Bientina che quest’anno compie 11 anni di vita. Va in scena “La gita premio”. Lo spettacolo in vernacolo della compagnia pisana “La Brigata dei Dottori”. All’interno della sfida “Comici da 5 lustri”. Una selezione di artisti che si sono presi l’impegno di far ridere da più di 25 anni. Per informazioni: 328 0625881 – 320 3667354 – info@guasconeteatro.it – www.guasconeteatro.it. Biglietti: intero euro 12, ridotto euro 10.

«Arrivano gli storici ed imbattibili maestri della risata.  Il vernacolo che sfiora la poesia.  Un modo classico per morir dal ridere con gusto e di gusto». Parola di Andrea Kaemmerle che presenta la spassosa libecciata di risate in tre spifferi di Giancarlo Peluso. Con Antonio Masoni, Atos Davini, Valter Meocci, Leonardo Begliomini, Alfonso Nardella, Valdo Mori, Giancarlo Peluso e Marco Geri. Il copione racconta di una famiglia di stampo popolare. Composta dalla sora Cesira, dal marito di questa, Arturo, dalla loro figlia Marisa e dal marito Umbertino, dal fratello di Cesira, Otello, sempre con il fiasco di vino a portata di mano, aiutati nel bene e nel male dall’amica di casa, tutta scema, sora Colomba e da suo marito Anacleto, tirchio incallito.

 

Lascia un commento