RengaVerona_Ph.VirginiaBettoja_V8A5021_ok pic

L’altra metà Tour: Francesco Renga fa tappa al Verdi di Firenze il 15 e 16 ottobre. Due concerti che raccontano 35 anni di successi

Da non perdere, Firenze

Dopo le anteprime estive all’Arena di Verona e al Teatro Antico di Taormina, ferma a Firenze  “L’altra metà Tour” di Francesco Renga. Due le date in programma martedì 15 e mercoledì 16 ottobre 2019 (ore 20,45) al Teatro Verdi di via Ghibellina, nell’ambito del lungo tour che, nelle prossime settimane, vedrà Renga protagonista sui palchi dei principali teatri italiani. (Le foto sono di Virginia Bettoja).

I biglietti (posti numerati da 25 a 69 euro, compresi diritti di prevendita) sono disponibili nei punti vendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) e online suwww.ticketone.it.

In primo piano il nuovo disco “L’altra metà” oltre ai suoi più grandi successi. Ad affiancarlo sul palco sono Fulvio Arnoldi alla chitarra acustica e alle tastiere, Vincenzo Messina al pianoforte e alle tastiere, Stefano Brandoni e Heggy Vezzano alle chitarre, Phil Mer alla batteria e Gabriele Cannarozzo al basso.

RengaVerona_Ph.VirginiaBettoja5M8A5651_pic ok

“Il fascino e la bellezza del teatro – spiega l’artista – la vicinanza fisica con il pubblico. Poterlo guardare in faccia, toccarlo, sentirlo. E sapere che loro possono fare altrettanto. Lo spettacolo che è pensato proprio per questo, per vivere una serata ricca di grande magia”.

“L’altra metà”, prodotto da Michele Canova Iorfida, è composto da 12 brani dal sound e dal linguaggio contemporaneo e rappresenta l’altra metà della vita, della storia, della musica di Francesco Renga: un altro capitolo, caratterizzato da nuove consapevolezze e forme, sonore e linguistiche. ll disco è stato anticipato dal brano “L’odore del caffè”, mentre è attualmente  in radio il nuovo singolo “Prima o poi”, scritto da Gazzelle, Luca Serpenti e dallo stesso Francesco.  

RengaVerona_Ph.VirginiaBettoja5M8A5579_pic ok

“L’altra metà è anche – come dichiara Renga – il frutto di oltre 35 anni di lavoro, di ricerca, di passione, d’amore, di vita spesa a cercare di raccontare e raccontarmi attraverso la musica e le parole… attraverso la mia voce. Ho scritto insieme con moltissimi giovani autori, musicisti e artisti perché avevo bisogno di trovare il linguaggio giusto per riuscire a parlare – attraverso queste canzoni – anche ai miei figli. È questo, credo, il miglior pregio del disco: canzoni, parole e musica che riescono a raccontare la vita che mi attraversa e che, a sua volta, è attraversata dallo sguardo di un uomo di 50 anni”.

A maggio 2020, Francesco Renga si esibirà anche all’estero con una serie di appuntamenti live nelle principali città d’Europa, tra cui Londra, Parigi e Madrid.

“L’Altra Metà Tour” è prodotto e organizzato da Friends & Partner.

Lascia un commento