La tromba di Alessio Bianchi, il pianoforte di Andrea Pellegrini, molto jazz e anche qualche parola

Livorno, Musica

Un altro grande incontro al Doc di via Goldoni a Livorno. L’appuntamento di venerdì 16 dicembre 2016 (ore 20) con “Aperinight con l’Artista!”, oltre al buffet, prevede un incontro fra musica e parole con Andrea Pellegrini, pianoforte, e Alessio Bianchi, tromba (nella foto).

Bianchi, uno fra i migliori trombettisti jazz italiani, si è avvicinato al mondo della musica all’età di 13 anni frequentando, come tanti fra i più famosi strumentisti a fiato, la banda del paese. Dopo essersi diplomato all’Istituto musicale Boccherini di Lucca e aver studiato con Marco Bartalini, Marco Tamburini, Flavio Boltro,  si è diplomato in composizione per orchestra jazz al Conservatorio di La Spezia. La sua attività concertistica è molto ricca. Ha pubblicato recentemente un disco come leader dal titolo “Song for you”. Da diversi anni è solista dell’orchestra di Barga jazz, fa parte del tentetto swing del noto clarinettista Nico Gori, suona con jazzisti come: Mauro Grossi, Gabriele Evangelista, Andrea e Nino Pellegrini, Stefano Onorati, Bruno Tommaso, Andrea Melani, Nicolao Valiensi, Rossano Emili e molti altri.

Andrea Pellegrini è un musicista che ha lavorato con Paolo Fresu (Cd “Things Left Behind” di Claudio Riggio, Symphonia Bluesmiles), Paul MCCandless (Duo, Cd “Middle Earth”, Cd “West Coast” con Marco Cattani e West Coast Quintet), Bruno Tommaso (duo in “In A Simmenthal Mood”, Cd “Original Sountrack for Charles & Mary”, “Sacra Romana Rota” ecc.) e molti altri. È un noto docente attivo in campo internazionale in vari settori musicali, è autore di composizioni note nel jazz internazionale, attivo commentatore e autore anche in campo editoriale per l’editrice Erasmo.

Info e prenotazioni: 391 362 9820

Lascia un commento