“La stella del Battistero” di Leonello Tarabella (Ed. ETS) al Giardino la Nunziatina di Pisa il 15 settembre alle ore 18

Giovedì 15 settembre 2022, alle ore 18, al Giardino La Nunziatina di Pisa si terrà la presentazione del libro edito da Edizioni ETS, “La stella del Battistero” di Leonello Tarabella. Un incontro dedicato a Deotisalvi, l’architetto che, meglio di chiunque altro, seppe trasferire nelle sue opere la grandezza della Pisa Repubblica marinara, celando nella geometria nascosta dei suoi monumenti un universo sconosciuto e meraviglioso. Per l’occasione saranno presenti, insieme all’autore, Carlo Raffaelli, Esperto di Comunicazione, e l’Architetto Alessandro Baldassari.

Il testo, dedicato alla ricostruzione dell’evoluzione artistica di Deotisalvi, il celebre architetto pisano del XII secolo, si compone di due parti che si rimandano l’una all’altra: il romanzo, che propone un ipotetico percorso del pensiero “geometrico” di Deotisalvi e le fasi progettuali dei suoi monumenti, e la parte tecnica che riporta i risultati delle ricerche sull’acustica e sulla geometria del Battistero (e dell’intera Piazza) promosse negli anni ’90 dal compianto Monsignor Silvano Burgalassi.

Sono state infatti le parole “i monumenti parlano di per sé…perché ci sono”, pronunciate spesso da Burgalassi, al quale il libro è dedicato, a suggerire all’autore il percorso narrativo che mette in successione la Cappella di Sant’Agata, la Chiesa di San Sepolcro e il Battistero, come momenti dell’evoluzione artistica del grande architetto.

Il romanzo, collocato temporalmente nella prima metà del XII secolo, è frutto di una visione onirica, di un sogno che immagina e tratteggia la personalità di Deotisalvi: un’anima semplice e profonda che sa parlare tanto con naviganti, locandiere e carovanieri quanto con i notabili della sua città; una mente creativa che in tutto vede l’armonia delle forme con gli occhi del geometra.

Dice Piero Pierotti sulla quarta di copertina del libro: “il Deotisalvi dell’amico Leonello non è una stella che vuole brillare da sola: l’ingenuo artigiano costruttore di chiese che aspirava a essere promosso da “Fabricator” a “Magister”, ci aiuta a ricostruire un contesto che altrimenti avremmo molta difficoltà a percepire perché storia per soli geni.  Il Deotisalvi qui raccontato – così raccontato – è una guida al conoscere”.

 

Leonello Tarabella, a partire dagli anni ’70, ha fatto parte dell’equipe di Pietro Grossi, pioniere della Musica Informatica in Italia presso il CNUCE/CNR di Pisa, proseguendone poi l’attività come ricercatore informatico. È stato docente del Corso di Informatica Musicale presso la Facoltà di Informatica dell’Università di Pisa.

In collaborazione con Esther Lamneck della NewYork University e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pisa ha organizzato negli anni ’90 molte edizioni del Summer Music Program in Italy nell’ambito della manifestazione estiva Strada Facendo.

In occasione del centenario della prima radio-trasmissione telegrafica di Guglielmo Marconi attraverso l’Atlantico ha conseguito il Premio Marconi 2002 per l’Arte Tecnologica. Con Lucrezia de Domizio, curatrice dell’opera di Joseph Beuys, è stato presente in molti eventi di Arte Contemporanea come la Biennale di Venezia.

Dopo accurate ricerche sull’acustica del Battistero di Pisa, ha realizzato il concerto SiderisVOX, che considera il monumento pisano come “strumento musicale” eccitato da suoni sintetici generati al computer (giugno 2006 e giugno 2016).  

 

 

Lascia un commento