“La scultura degli anni ’70”: dopo la scomparsa, la Galleria Il Ponte di Firenze dedica una retrospettiva a Hidetoshi Nagasawa

Arte, Firenze

Dopo la recente scomparsa, la galleria Il Ponte dedica a Hidetoshi Nagasawa (foto in basso a destra), artista con cui ha collaborato più volte a partire dalla mostra Interferenza, tenutasi in galleria nell’ottobre-dicembre 2005, una retrospettiva incentrata sugli anni ’70.

Nagasawa

 Il titolo completo della nuova mostra è “Hidetoshi Nagasawa. La scultura degli anni ’70” ed è a cura di Bruno Corà, presso la Galleria Il Ponte di Firenze, dove sarà inaugurata il 1° marzo 2019 e dove resterà aperta fino al 10 maggio.

Specificatamente dal 1969 al 1979. In questi anni, infatti Nagasawa, giunto in Italia nel 1967 definisce il suo modo di essere artista. Trovando nelle scultura, spesso giocata anche su minimi rilievi della superficie, la propria modalità espressiva, sviluppata poi per tutta la sua vita. La mostra e il catalogo sono incentrati su un importante e raro nucleo di opere degli anni ’70. In mostra ne verrà presentato una serrata selezione fra le quali Colonna (1972), Viti di Bagdad (1975). 

In catalogo sarà invece pubblicato un ampio repertorio di immagini delle opere sempre di quegli anni. La pubblicazione è edita da Gli Ori / Pistoia.

 

Lascia un commento